• Google+
  • Commenta
17 aprile 2012

Tamara Royo: “Basta ballerine pelle e ossa”

 

Nei corpi di ballo occidentali,non c’è posto per le ballerine tutto ossa e niente carne,sostiene Tamara Royo prima ballerina del Royal Ballet di Londra e ora direttrice dell’English National Ballet. La Royo ha dichiarato ciò sul Sunday Times, lamentando che sono le ballerine ad essere ossessionate con la magrezza che talvolta le conduce verso l’anoressia.

Inoltre la Royo afferma “al pubblico non piacciono le ballerine pelle e ossa! Dall’etoile anche una critica a Il Cigno Nero, di Aronovsky: un film ”esagerato e oltraggioso che fa male alla danza”.  Proprio poco tempo fa si è sollevato un polverone riguardo l’anoressia che coinvolgeva  le ballerine della scala di Milano,secondo le quali ,come afferma Mariafrancesca Garritano ballerina solista del corpo di ballo Teatro alla Scala di Milano,gareggiano non solo per essere le migliori sul palco,ma anche le più magre.

Sempre secondo la Garritano dietro sorrisi, tutù e paillettes, si nascondono ansie, tensioni, minacce, corruzione e diete ferree che sfociano nell’anoressia: caffè a colazione, uno yogurt a pranzo e una mela per cena. Sette ballerine su dieci sono anoressiche, non hanno più le mestruazioni per via delle diete punitive cui si sottopongono e non riescono ad avere figli. Alcune ballerine vengono portate in ospedale per essere alimentate con i tubi.

Tutto per mantenere il proprio posto sul palco». La ballerina Marta Romagna, invece, afferma che nella compagnia del Teatro alla Scala di Milano non ci sono casi di anoressia: «Bisogna fare molta attenzione a diffondere queste notizie. L’anoressia è una grave malattia che va curata da esperti». Marta Romagna sostiene che stress e competitività sono due caratteristiche dell’essere ballerina,ma esclude l’anoressia.”Inoltre dieci ragazze del teatro la Scala di Milano sono anche in maternità” aggiunge Marta Romagna.

Tornando a quanto affermato dalla Royo, le ballerine magre non dovrebbero più metter piede nei migliori teatri nazionali .In effetti un chiletto in più non fa mai male, basta avere una buona e tecnica e soprattutto cuore per tramettere tante emozioni e brividi a migliaia di persone!

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata