• Google+
  • Commenta
26 aprile 2012

Ultime dal tetto: “Indisponibili ad essere merce”

Bari. Pochi giorni fa 300 studenti dell’università e delle scuole superiori hanno occupato la Facoltà di Giurisprudenza posizionandosi sul tetto dell’edificio creando una sorta di accampamento di protesta con striscioni e slogan come nella migliore tradizione scioperante!

Questi ragazzi facevano compagnia ai comignoli per dire no al Governo italiano e alla leggi che questo ha in serbo per la scuola e l’università.

La protesta sul tetto è stata indetta contro il programma APREA il quale prevede l’inserimento di privati all’interno dell’amministrazione delle scuole pubbliche il che provocherebbe una liberalizzazione della pubblica istruzione; contro la proposta della Riforma Gelmini, mantenuta dal presente Governo, di raddoppiare la tassa regionale sul diritto allo studio e di imporre agli atenei con nuovo personale docente assunto un aumento delle tasse universitarie per potersi così permettere il mantenimento dei corsi di laurea sostitutivi a quelli dei professori andati in pensione. Inoltre i ragazzi hanno manifestato contro l’abolizione del valore legale del titolo di studio, punto centrale ed importantissimo della protesta. Se questa proposta di legge venisse approvata la laurea in sé per sé non avrebbe più alcun valore, conterebbe soltanto il luogo in cui è stata conseguita. Tutto ciò creerebbe una sorta di concorrenza e competizione tra facoltà ed atenei, inoltre porterebbe ad un ulteriore aumento del divario tra Nord e Sud che naturalmente non favorirebbe quest’ultimo. In merito all’abolizione del valore legale del titolo di studio agli studenti è stato chiesto ci compilare un questionario on-line le cui domande, ad una prima ed attenta lettura, si sono rivelate ambigue e tendenziose tanto da trasformare anche l’indagine stessa in un motivo per cui protestare.

Gli studenti italiani hanno moltissimo per cui battersi, indignarsi e manifestare, hanno il dovere di far sentire la propria voce a questo Governo che con le sue riforme, i suoi tagli e le sue tasse sta minando il futuro dei giovani dalle fondamenta al tetto.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy