• Google+
  • Commenta
13 maggio 2012

25 anni del Progetto Erasmus: un giorno per gli studenti in tutta l’Europa

Mercoledì 9 maggio è stata una giornata importante per un progetto europeo: l’ LLP Erasmus. L’associazione universitaria Koinè del Polo didattico di Forlì dell’Alma Mater, ha organizzato nell sede di via Valverde, un incontro per festeggiare l’anniversario di 25 anni del progetto, dal 1987 al 2012.

Ma di che progetto si sta parlando? L’Erasmus e’ un programma di scambio tra le università europee che prevede la mobilità degli studenti, dando loro la possibilità di svolgere un periodo di studio all’estero, ospiti di un’università straniera convenzionata con quella italiana. All’inizio dell’anno accademico esce un bando e gli studenti, dopo aver fatto domanda e seguendo tutte le procedure spiegate nel testo del bando, se risulteranno vincitori della borsa di studio, potranno partire per la meta scelta. L’Alma Mater sosterrà gli studenti con un contributo economico che sarà sommato con quello fornito dall’Unione Europea.

L’iniziativa è cominciata con alcune testimonianze di giovani reduci dal periodo di viaggio in altre città europee per motivi di studio. Due studenti della Sslmit di Forlì, Scuola superiore di interpreti e traduttori, hanno raccontato la propria esperienza in Inghilterra e in Germania. “E’ un’esperienza che raccomando a tutti gli studenti, perché mi ha aiutato a mettermi in gioco e ad imparare culture e modi di vivere diversi dall’Italia”- ha spiegato uno dei ragazzi.

Dai racconti, sono emersi più lati positivi del periodo di studio all’estero che lati negativi. L’aspetto che ha creato qualche difficoltà è stato quello burocratico, ma l’impegno che questi giovani hanno impiegato nel fare richiesta e portare tutta la documentazione nei diversi uffici, è stato ben ripagato durante il periodo di studio.

L’incontro è continuato con la proiezione di “Niente da dichiarare?”, un film di Dany Boon con, come tematica centrale, il litigio tra doganieri belgi e francesi in seguito alla caduta delle frontiere decisa dal trattato di Maastricht. Un film divertente, da ricondurre al progetto Erasmus per quanto riguarda la libera mobilità delle persone in tutta l’Europa.

 

Google+
© Riproduzione Riservata