• Google+
  • Commenta
31 Maggio 2012

Antonacci: “Sosteniamo l’Emilia colpita dal sisma”

Il noto cantante Biagio Antonacci da Rimini lancia un appello di solidarietà a favore delle popolazioni dell’Emilia duramente colpite dal sisma di questi giorni.

Dopo l’appello della Pausini, Antonacci si unisce ad un coro solidale dal mondo dello spettacolo che va crescendo nelle adesioni  nei minuti e nelle ore che passano, la solidarietà per avere  riscontri reali ha bisogno di concretizzare le iniziative  in tempi molto rapidi affinché la macchina degli aiuti agli sfollati non si inceppi.

Biagio Antonacci ha trovato voce su Twitter attraverso il quale esorta i suoi colleghi in un  aiuto rapido e concreto a favore delle popolazioni dei paesi dell’Emilia Romagna colpiti dal grande sisma in questi giorni (5.8°della scala Richter la scossa più violenta). Un aiuto che si traduce in una donazione del loro primo cachet del primo concerto tenuto dopo il terremoto.

Antonacci testualmente dichiara su Twitter:Invito i miei colleghi a donare il loro compenso personale che percepiranno da qui in avanti a favore delle zone terremotate, io inizio stasera, compenso personale di un concerto….Il primo da adesso.  Io parto da Rimini” dove nella serata di Martedì 29 Maggio ha tenuto un suo concerto mantenendo la parola data, infatti prima di dare inizio al concerto ha ribadito le sue dichiarazioni  già espresse aggiungendo: “Invito i miei colleghi a donare integralmente il loro compenso personale del primo concerto che terranno nelle prossime settimane, mesi, anni a sostenere concretamente le zone terremotate, ciascuno secondo il proprio sentire, donate a chi volete, ma donate subito. io inizio stasera a Rimini“.

Molti artisti in questo momento si stanno attivando per raccogliere fondi in aiuto di chi in questo momento ha perso tutto, e questo accade in un momento per il nostro paese particolarmente difficile. Laura Pausini ha attivato il motore della solidarietà il giorno 27 Maggio dichiarando: “Ho parlata proprio oggi con il presidente della regione Emilia Romagna, “Vasco Errani”, e mi ha detto che la gente sta reagendo con forza e dignità. La storia, la cultura e l’identità della mia regione sono state colpite fortemente e vogliamo ricostruire ciò che si è distrutto. E’ un emergenza nazionale e ci aspettiamo che il governo intervenga e dia attenzione alla nostra regione come è stato per quelle in questi anni colpite da calamità. Non vogliamo essere dimenticati. Questa cosa mi preme più di qualsiasi altra e ovviamente nel mio privato sono intervenuta subito…è importante non dimenticare gli sfollati, dobbiamo essere solidali. io lo sono concretamente, quotidianamente e con tutto il mio cuore“.

C’è anche chi come Milly Carlucci è intenzionata a regalare uno spettacolo serale dove il ricavato andrà tutto in beneficenza ai cittadini colpiti da un sisma (che sembra al momento non dare ancora tregua), Milly si rivolge a Giancarlo Leone direttore del settore intrattenimento RAI con queste testuali parole: “Caro Giancarlo, ho seguito con apprensione il dramma dei nostri amici emiliani. Credo che sia arrivato il momento di passare ai fatti. Perché non organizziamo una serata per loro? In mezzo a loro per fargli sentire tutta la vicinanza della RAI e dare un sostegno morale e materiale? Io e il mio gruppo ci siamo…

Antonello Venditti dichiara:Il terremoto è capitato in un periodo in cui in Italia l’Attenzione è concentrata su Brindisi, sull’anniversario delle stragi di Capaci e sulla crisi. E’ legittima la sensazione dei terremotati emiliani di essere stati poco sostenuti da istituzioni e media, ma io e i miei colleghi siamo vicini a loro“.

Il mondo dello spettacolo si sta attivando in modo concreto come sempre, a tal riguardo ricordiamo la catena solidale che fu attivata  per L’Aquila una città colpita al cuore dal sisma del 6 Aprile 2009, e che ancora oggi stenta a rialzarsi, questo perché  umiliata sopratutto da una cattiva politica che non ha saputo gestire gli eventi drammatici, ci auguriamo che la storia non si ripeti nuovamente, e auspichiamo in una ripresa in tempi rapidi per l’Emilia Romagna una delle regioni più belle d‘Italia, una regione che vuole ritornare a vivere.

Google+
© Riproduzione Riservata