• Google+
  • Commenta
5 maggio 2012

Chronicle, lo spettacolare film di Josh Trank

Cosa fareste se foste in grado di far muovere gli oggetti a vostro piacimento? Come utilizzereste questo potere soprannaturale?

Il 9 maggio uscirà nei cinema del nostro Paese Chronicle, opera prima del regista Josh Trank, classe 1984, un thriller fantascientifico decisamente riuscito che terrà col fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Girato come un falso documentario, riprendendo cosi lo stile di successo di pellicole come The Blair Witch Project (1999) ed il più recente Cloverfield (2008), il film si preannuncia essere uno dei successi della prossima stagione cinematografica.

La storia segue le vicende drammatiche di tre amici, Andrew (Dane DeHaan), Matt (Alex Russell) e Steve (Michael B. Jordan), che si ritrovano a vivere un’avventura fantastica oltre ogni immaginazione.

Durante una festa nei pressi di un bosco i ragazzi si imbattono in una specie di cratere che apre la strada ad una caverna sotterranea dove è situato un oggetto fluorescente misterioso.

I tre amici ne vengono in contatto, e quando scoprono che grazie a quell’oggetto sono diventati telecinetici non credono ai loro occhi. I loro poteri crescono in modo inarrestabile, e presto la situazione sfugge loro di mano quando Andrew, il più introverso dei tre, usa le proprie capacità per vendicarsi di anni e anni di frustrante solitudine.

Il tutto è documentato dall’occhio della telecamera del giovane.

Chronicle è una produzione indipendente a basso budget che non ha nulla da invidiare al campione di incassi Iron Man (2008). Se all’inizio sembra di trovarsi di fronte al solito film adolescenziale di bassa fattura, con il passare dei minuti l’adrenalina cresce e prende lo spettatore per la gola catapultandolo in una dimensione incredibile ed allo stesso tempo inquietante.

Ma la pellicola di Trank non è solo fantascienza. Parla soprattutto dell’uomo e della sua solitudine, una condizione esistenziale che, se portata agli estremi, può avere risvolti imprevedibili e pericolosi.

Il protagonista pone tra se ed il mondo circostante una barriera rappresentata dal vetro della telecamera, un filtro attraverso cui osservare gli altri senza esserne danneggiato. Egli si fa spettatore passivo di una realtà che sembra non volerlo, e quando ha l’opportunità di cambiare le cose in suo favore scatena il caos.

Andrew non è altro che un moderno Anakin Skywalker in preda alle sue più oscure paure che si accanisce contro chi gli vuole bene perdendo completamente il controllo della ragione. Anche in questo caso è un evento luttuoso a provocare una reazione a catena che fa precipitare gli eventi. Un omaggio al grande Lucas? Probabile.

Regia ottima, gli espedienti usati per giustificare la continua presenza dell’occhio della telecamera geniali. Effetti speciali buoni e mai eccessivi. Una gioia per gli occhi. Attori in parte e convincenti. Meglio di cosi non si poteva fare.

Da un grande potere derivano grandi responsabilità” diceva lo zio Ben al giovane Parker, e forse non aveva tutti i torti.

Voto 8+

Titolo Originale: Chronicle
Paese / anno: USA, UK / 2012
Regia: Josh Trank
Sceneggiatura: Max Landis
Fotografia: Matthew Jensen
Montaggio: Elliot Greenberg
Scenografia: Stephen Altman
Produzione: Adam Schroeder Productions, Davis Entertainment
Distribuzione: 20th Century Fox
Durata: 83 minuti
Data di uscita: 9 maggio 2012
Interpreti: Dane DeHaan, Michael B. Jordan, Alex Russell, Michael Kelly, Ashley Hinshaw, Anna Wood, Joe Vaz, Bo Petersen

Google+
© Riproduzione Riservata