• Google+
  • Commenta
17 Maggio 2012

“I Pezzi Mancanti”: archivio on line sui misteri della mafia

La lotta alla mafia – afferma Salvo Palazzolo, coraggioso cronista di Repubblica – dovrebbe essere soprattutto ricerca della verità. Ecco allora il contributo di questo archivio multimediale: è soprattutto l’occasione per fare il punto sui risultati giudiziari ottenuti e sulle verità ancora nascoste”.

Il Giornalista di Repubblica ha dichiarato inoltre dichiarato che “Questo è l’archivio che ogni cronista delle vicende di mafia conserva e continua a consultare per i suoi articoli e le sue inchieste”[…]”Vent’anni dopo le stragi Falcone e Borsellino, questo archivio costituisce un grande patrimonio che credo debba essere messo a disposizione delle scuole, delle università, delle associazioni della società civile, di tutti coloro che vogliono conoscere gli anni più drammatici della storia del nostro paese”.

Www.ipezzimancanti.it è il blog che svela alcuni fitti misteri della mafia. Liberamente consultabile on line, un intero archivio contenente atti giudiziari d’oltre vent’anni d’inchieste contiene il primo sopralluogo della polizia scientifica a Capaci, la relazione di servizio stilata dal primo poliziotto sopraggiunto in via d’Amelio, atti riguardanti il fallito attentato al giudice Falcone all’Addura, il delitto di Salvo Lima, le stragi Falcone-Borsellino.

Su questo portale nato dall’iniziativa di Salvo Palazzolo di rendere pubblico il proprio archivio di cronista a Palermo, vengono rese note procedure di indagine ed atti e sentenze (alle volte dimenticate) riguardanti l’ormai famosa trattativa Stato-Mafia, con alcuni risvolti del tutto inediti.

Fra le pagine si scorrono anche le nuove dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza, il quale si presume stia per riscrivere e delineare, nuovi inaspettati risvolti concernenti la strage-Borsellino. Sul sito c’è un capitolo interamente dedicato alla nuova inchiesta scaturita dalle dichiarazione del pentito.

Pubblicate le confessione di falsi pentiti come lo Scarantino, Candura, Andriotta. Fra le altre cose sembrerebbe che l’ex questore Arnaldo La Barbera, coordinatore del gruppo d’indagine Falcone Borsellino, avesse in passato occupato un presunto posto da collaboratore nei servizi segreti.

Sulle stragi del ’92-’93. A quanto pare ci sarebbe l’ombra di una talpa al palazzo di giustizia di Palermo. Inoltre sarebbero state individuati pezzi deviati dei servizi segreti, ed una chiara traccia di depistaggio lasciata dietro la trattativa e le stragi di stato.

Le sentenze sulle stragi del ’92-’93. C’è ancora ombra sui mandanti occulti e sugli altri concorrenti esterni alle due stragi che hanno sconvolto l’Italia e l’intero mondo della giustizia. “Pezzimancanti.it” pubblica provvedimenti di archiviazione relativi a Marcello Dell’Utri e Silvio Berlusconi. Chiama in causa Bruno Contrada, ed una presunta cellula deviata dei servizi segreti di Palermo, per quanto riguarda il filone d’indagine fra mafia ed appalti.

 

Google+
© Riproduzione Riservata