• Google+
  • Commenta
16 Maggio 2012

I virtuosismi alla tromba di Jeff Silberschlag a Varese

Varese, 16 maggio 2012 – Un programma piacevole ricco di melodie riconoscibili e pirotecnici fuochi d’artificio andrà in scena per il concerto di chiusura della Stagione Concertistica di Ateneo, venerdì 18 maggio 2012 ore 18 nell’Aula Magna dell’Università dell’Insubria (via Ravasi 2, Varese).

Il trombettista Jeffrey Silberschlag e il pianista Simone Sarno offrono all’ascolto una carrellata di brani che pone in netta evidenza gli stretti legami che intercorrono tra la musica nord-americana e gli stili propri della musica classica, del teatro musicale e del jazz.

I brani di George Gershwin e una suite di song estratte dagli spettacoli di Broadway di Leonard Bernstein (“West Side Story”, “On the town”, “Wonderful Town” e “Candide”), ritmicamente travolgenti e ammiccanti al musical e al jazz, sono accostati per contrasto alle composizioni più serie e spiritualmente appassionate del compositore newyorkese Eric Ewazen, le cui composizioni per vari ensemble, specialmente con ottoni, sono ormai frequentemente eseguite in tutto il mondo.

Il brano di Mieczysław Weinberg, compositore sovietico di origini ebreo-polacche la cui produzione gode di un rinnovato interesse da parte del pubblico, è un collage capriccioso di famosi “passi d’orchestra” per tromba e dà a Jeffrey Silberschlag, già prima tromba dell’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino, la possibilità di mostrare tutto il suo virtuosismo. Il programma include anche un lirico monologo per tromba di Ned Rorem, coetaneo e vicino a Bernstein, conosciuto oltre che come compositore anche come scrittore, vincitore del Premio Pulitzer.

«Anche quest’anno la Stagione Concertistica ci ha regalato momenti musicali di grande valore – sottolinea il maestro Corrado Greco, direttore della kermesse musicale – voglio esprimere tutta la mia gratitudine all’Ateneo che ha sempre creduto in questa iniziativa e al nostro pubblico che ha accolto ogni proposta con curiosità e salutato ogni concerto con calore ed entusiasmo».

 

L’ingresso, come di consueto, è libero e gratuito.

Google+
© Riproduzione Riservata