• Google+
  • Commenta
10 maggio 2012

In Calabria si legge di più

La Calabria si posiziona tra le prime regioni del Mezzogiorno d’Italia in cui si legge di più. Un ottimo risultato che lascia ben sperare per il futuro di questa terra che non si è lasciata trovare impreparata. L’assessore regionale alla Cultura, professor Mario Caligiuri, presidente della Commissione Cultura della Conferenza delle Regioni, ha espresso ieri 9 maggio la sua soddisfazione nel Salone internazionale del libro di Torino, giunto alla 25° edizione :

Soltanto nel 2007 – fa sapere – eravamo i penultimi in Italia. L’aumento dei lettori è frutto del lavoro prodotto in questi due anni anche dalla Giunta regionale che, con iniziative costanti, finanziamenti significativi e messaggi continui, ha riservato un’attenzione significativa verso questo settore strategico non solo per la cultura ma anche per l’economia e la democrazia. Non è infatti casuale che nell’aprile del 2010 il primo atto della Giunta Scopelliti è stato la partecipazione al Salone del Libro di Torino”.

Tramite una nota diffusa dall’ufficio stampa della giunta regionale Calabria, l’assessore ha sottolineato la volontà e “la necessità di individuare forme efficaci di sostegno alla cultura“. I lavori del Salone, che finiranno il 14 Maggio, ospitano quest’anno due paesi, Spagna e Romania. Durante questa venticinquesima edizione, battezzata “Primavera digitale”, il tema conduttore è la rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo tra reti, piattaforme sociali come Facebook e Twitter, blog, tablet, eBook e clouds e, se vi è crisi per il libro di carta, la libreria on line Ibs ha presentato un progetto per portare gli e-reader nelle librerie legate a Gems e Giunti (e dunque non solo nei negozi di elettronica), dove oltre al libro cartaceo sarà possibile acquistare i gli e-reader, con libri digitali annessi.

Dal nord Italia dunque buone notizie per la regione Calabria che si è ritagliato un piccolo spazio tra 1.200 espositori e stand, sale e spazi dedicati ad incontri e dibattiti:

Il tema del Salone sulla Primavera digitale – ha continuato Caligiuri nel suo comunicato – sarà l’occasione giusta per i nostri editori per confrontarsi con quanto di nuovo si sta muovendo a livello internazionale. L’impegno continuo profuso dalla Regione per Torino si pone in continuità con quanto fin qui fatto per promuovere l’editoria e la lettura in Calabria e che, in due anni, si è concretizzato in una serie di importanti iniziative”. La Calabria modernizza la sua biblioteca regionale con un portale telematico per l’accesso ai cataloghi del sapere scritto ospitato nelle biblioteche calabresi, e tra le iniziative proposte vi sono la redazione del “Libro verde sulla lettura”, per incentivare e promuovere la lettura nella regione che ha dato i natali allo scrittore e giornalista Corrado Alvaro, un milione di euro per finanziari progetti per la lettura scolastica, un archivio di documenti sulla ‘ndrangheta ospitato presso la biblioteca del consiglio regionale, la mostra sul libro antico e un bando di fondi europei per la formazione della figura del bibliotecario ed archivista.

Google+
© Riproduzione Riservata