• Google+
  • Commenta
22 maggio 2012

“Laurearsi in tempi di crisi” in Campania: boom di prime lauree e studenti sempre più preparati. Ma quando si “fatica”?

È proprio vero: la prima volta non si scorda mai!

Come si fa a dimenticare il suo profumo leggero, vorticoso, che riempiva l’aria. Come si può scordare il suo frusciare delicato, la prima volta che l’hai stretta tra le dita, o la luce che ti colora il viso ogni volta che apri la porta e lei è lì che ti aspetta, fisso, ogni santa volta, fiera e voluttuosa come la più ammiccante delle amanti.

Lei è sempre lei, la tua prima laurea. La vedi campeggiare in alto, sulla parete, sistemata come più ti aggrada, incastonata nella sua bella cornicetta. Luccicante, consolatoria. Ti vezzeggia e tu ci stai. Ti butti giù e lei è ti dice “Rialzati”, che non è niente, che tanto ce l’hai già fatta una volta e ce la farai ancora.

La prima laurea tua e di tutta la tua famiglia. Così tutti hanno il loro dottore, da lodare a tavola, dal parrucchiere, al bar e dovunque le proverbiali vie del Signore vorranno guidare i loro passi orgogliosi.

Esperienze comuni a molti, lo so, ma soprattutto ai giovani laureati campani.

È quanto emerge dall’ultimo rapporto AlmaLaurea, presentato solo pochi giorni fa a Napoli nel corso del convegno “Laurearsi in tempi di crisi”.

Mai dato fu così prevedibile! Il 75% dei laureati di primo livello, in Campania, non ha genitori laureati, e con loro il titolo di studio entra per la prima volta in famiglia.

La ricerca ha interessato un campione di 25.358 laureati di primo e secondo livello, selezionati all’interno delle diverse università del territorio campano: Università degli Studi di Salerno, Federico II, Parthenope, Seconda Università di Napoli, Orientale, Università del Sannio.

Molti i dati degni di nota. A partire dalle stime relative al grado di soddisfazione dei nostri laureati.

L’80% degli interessati si dice, infatti, complessivamente soddisfatto del proprio ciclo di studi e disposto a continuare la carriera intrapresa.

In linea col dato nazionale anche le medie età per la laurea di primo e secondo livello: rispettivamente attestate intorno ai 25,5 e 27,7 anni.

Quello che forse non c’aspettavamo e che i nostri ragazzi fossero anche degli accaniti “frequentatori”!

I risultati ci parlano infatti di una frequenza, tra lezioni e stage, piuttosto significativa, in netto rialzo rispetto alla statistica precedente e in chiara controtendenza in rapporto alle altre medie regionali.

Piccola nota a margine.

Alla presentazione del Rapporto 2011, era assente, per i classici “motivi istituzionali”, il Ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo, il quale, però, non ha mancato di far sentire la sua vicinanzaattraverso un breve comunicato, nel quale ricorda che “il 2012 sara’ un anno “palestra”, nel quale bisognerà portare a compimento la riforma del sistema accademico”.

Una vera e propria chiamata alle armi, quelle pulite e produttive dell’istruzione.

“Famiglie, insegnanti e università – invita il Ministro – dovranno orientare i giovani verso i settori trainanti dell’economia, le istituzioni dovranno favorire l’incontro tra domanda e offerta, mentre alle imprese toccherà il compito di riqualificarsi e attrezzarsi alla società delle competenze e delle nuove tecnologie”.

Ma spiegarlo ai nostri bravi giovani mi pare quantomeno pleonastico. Sarà che il loro l’hanno già fatto o lo faranno (a breve), ma i segnali, ora, sarebbe il caso arrivassero anche dall’altra parte (quella del Ministro e di chi governa questo pazzo paese).  Perché una laurea è bella, ma lavorare è anche meglio.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy