• Google+
  • Commenta
31 maggio 2012

Ricostruiamo l’Emilia: c’è bisogno di te!

Più di 13.000 sfollati. Così recita l’ultimo bollettino post-terremoto diramato qualche ora fa dalla Protezione Civile Regionale.

17 vittime, 350 feriti circa e uno stato d’allerta che s’aggrava ogni ora di più.

Un’emergenza umanitaria come se ne sono viste solo in Italia, dove la terra trema, le case cadono e tutti fanno il tifo per i buoni. Che tanto di cattivi non ce n’è, non se ne vede in giro…perché le case loro so’ venute meglio e poi perché, di questi tempi, col piffero che mettono il naso fuori dalla porta!

Ma se indicare colpe e colpevoli è cosa buona e giusta, fare qualcosa di più della solita retorica “nera” o del paternalismo qualunquista degli strumentalizzatori di turno è l’unico imperativo morale che conti davvero.

Cinquemila i posti già predisposti per l’accoglienza, 9 campi di assistenza, più un discreto numero di alberghi, scuole, palestre. Ma come sempre la solidarietà, per quanto bella, non basta mai.

C’è sempre bisogno di qualcosa di più. Ed è quel qualcosa che tutti posso fare, se solo lo vogliono.

Non si parla di gesti eclatanti, più televisivi che umani. Ma di piccole, grandi prove di umana fratellanza (di gran lunga meglio dell’altruismo buonista da Porta a Porta).

Cominciamo dal modo più semplice: l’sms solidale, da inviare al numero 45500, (attivato dalla Regione Emilia-Romagna e dalla Protezione civile nazionale), valido anche da rete fissa, che permette a chiunque voglia di donare 2 euro alle popolazioni delle zone colpite dai tremendi sismi degli ultimi giorni.

Di più. La Regione Emilia-Romagna ha attivato una raccolta fondi rivolta a quanti, privati e pubblici, volessero sostenere i costi, pazzeschi, dell’emergenza.

Per tutti i privati i canali disponibili sono i seguenti:

– versamento sul c/c postale n. 367409 intestato a: Regione Emilia-Romagna – Presidente della Giunta Regionale – Viale Aldo Moro, 52 – 40127 Bologna;

– bonifico bancario alla Unicredit Banca Spa Agenzia Bologna Indipendenza – Bologna, intestato a Regione Emilia-Romagna, IBAN coordinate bancarie internazionali: IT – 42 – I – 02008 – 02450 – 000003010203;

– versamento diretto presso tutte le Agenzie Unicredit Banca Spa sul conto di Tesoreria 1 abbinato al codice filiale 3182.

Per gli enti pubblici, presso la Banca d’Italia – Sezione Tesoreria di Bologna, è stata accesa la contabilità speciale n. 30864.

Causale unica: Contributo per il terremoto 2012 in Emilia-Romagna.

 

Abbiamo ricostruito l’Italia quando tutto sembrava perduto.

Ora ricostruiamo l’Emilia. Ricostruiamo gli Emiliani!

Google+
© Riproduzione Riservata