• Google+
  • Commenta
27 giugno 2012

Blended learning all’Università di Bolzano

Frequentare l’Università lavorando è un’impresa e non solo per il carico di lavoro: spesso il problema più grande è la presenza a lezione. Il corso di laurea magistrale IRIS, che forma personale qualificato per il mondo del sociale, ha una soluzione da proporre e la presenterà agli interessati giovedì 5 luglio alle ore 17 nell’aula F003.

“Dall’inizio del prossimo anno accademico buona parte delle lezioni del corso magistrale in Innovazione e Ricerca per gli Interventi socio-assistenziali-educativi si potranno frequentare attraverso videoconferenza”, spiega la prof. Silvia Fargion, responsabile del corso di laurea. “Grazie alle nuove tecnologie sarà possibile seguire le lezioni in diretta, interagire con i docenti in aula e partecipare ad esercitazioni rimanendo a casa propria. Le lezioni rimarranno inoltre online, in modo che gli studenti possano rivederle in qualsiasi momento”, così Fargion, che sottolinea: “Ovviamente si tratta di un’opzione aggiuntiva, perché chi vuole potrà frequentare in modo tradizionale”.

Il blended learning è una modalità di apprendimento particolarmente adatta ad un corso che sin dalla sua attivazione, due anni fa, punta apertamente al coinvolgimento di coloro che già lavorano nei servizi sociali e sono quindi portatori di conoscenze avanzate nel settore nonché di esperienza vissuta.

A presentare le nuove modalità didattiche il 5 luglio ci saranno la prof. Silvia Fargion, il rettore Walter Lorenz e dott. Ivan Serina, esperto di formazione a distanza ed e-learning.

 

Il manifesto degli studi del corso di laurea IRIS è scaricabile dal sito dell’Università:

http://www.unibz.it/it/prospective/apply/application/manifestos.html

 

Google+
© Riproduzione Riservata