• Google+
  • Commenta
20 giugno 2012

Nuovo farmaco contro il tumore al seno

 

 

Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nella popolazione femminile. Secondo i dati diffusi dall’ Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) colpisce una donna su dieci con un tasso di mortalità del 17 per cento rispetto a tutti i decessi per causa oncologica.

Un nuovo farmaco dal nome T-DM1, frutto del progetto EMILIA sembrerebbe offrire nuove possibilità nella cura del carcinoma HER2-positivo. T-DM1 appartiene ad una nuova classe di potenti farmaci chiamati anticorpi armati o farmaci anticorpo coniugati (ADC).

La caratteristica di questo farmaco è la capacità di agire direttamente e solamente sulle cellule tumorali. Combina i benefici clinici dell’ anticorpo trastuzumab con la chemioterapia molto potente a base di DM1. Le cellule sane del paziente sono soggette solo ad un’ esposizione minima ai chemioterapici. Gli effetti tossici e collaterali sono molto minori.

Secondo i test svolti su 1000 donne affette da HER2-positivo il 35 per cento di queste ha ridotto il rischio di progressione della malattia rispetto a pazienti alle quali è stata somministrata la terapia classica.

Hal Barron uno dei responsabili dello sviluppo del farmaco in un’ intervista pubblicata su “L’ Unità” ha affermato: “i risultati di efficacia, sicurezza e minor tossicità ottenuti da questo studio sono incoraggianti e noi crediamo che T-DM1 possa avere un ruolo rilevante nella cura del tumore a seno metastatico HER2-positivo”.

Il farmaco è un prodotto dell’ azienda americana Genentech, parte del gruppo farmaceutico Roche e dovrebbe essere disponibile sul mercato a breve.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata