• Google+
  • Commenta
14 giugno 2012

Piero Corsini al workshop “La storia siamo noi”

Presso il DMS (Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Universistà di Bologna) in via Barberia 4  al salone Marescotti si terrà un workshp dal titolo “La storia siamo noi”.

Domani venerdì 15 giugno a partire dalle ore 10.30 il workshop “Storia siamo noi” è tenuto da Piero Corsini, direttore di Rai Storia e autore di numerosi programmi Rai come La Storia siamo noi e Dixit. L’evento è organizzato da D. E-R Documentaristi Emilia Romagna con il patrocinio del Corso di laurea Dams.

Apriranno l’incontro Giacomo Manzoli, Dipartimento Musica e Spettacolo, Giangiacomo De Stefano, D.E-R, Documentaristi Emilia Romagna. E’ aperto ai soci D.E-R, agli studenti dell’Università di Bologna e ai professionisti del settore audiovisivo, fino ad esaurimenti di posti disponibili della sala. L’obiettivo è quello di fornire alle realtà emiliano-romagnole operanti in ambito documentaristico (case di produzioni, auori, registi), elementi per capire specificità del documentario storico e di approfondimento. Una giornata dedicata ai professionisti del settore e una riflessione sul documentario, il giornalismo e la televisione.

Apriranno l’incontro Giacomo Manzoli, del Dipartimento Musica e Spettacolo dell’Università, e Giangiacomo De Stefano, di D.E-R. L’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti, per i soci D.E-R e gli studenti; è necessario aderire, iscrivendosi sul sito  www.dder.org.

E’ importante che si svolga in Emilia Romagna, terra che vede giovani e brillanti documentaristi e professionisti del settore in erba. Non da ultimo, infatti, il successo di A casa non si torna – Storie di donne che svolgono lavori maschili, lungometraggio di Lara Rongoni e Giangiacomo De Stefano. E’ stato presentato qui a Bologna il 4 aprile con Susanna Camusso, segretaria generale della Cgil, il sindacato che insieme alla Fondazione Argentina Bonetti Altobelli ha promosso l’evento. “La capocantiere, la camionista, l’elettricista e tanti altri ritratti di donne sul posto di lavoro testimoniano le difficoltà, ma anche l’orgoglio della propria condizione. Nulla è trasformato in esibizionismo e neanche in autocommiserazione, ma è un racconto che consente di capire come queste donne affrontino la vita” affermano Rongoni e De Stefano. E’ possibile visionare il trailer nel sito del Fattoquotidiano.it.

Fondamentale anche il documentario girato da Lisa Tormena e scritto dai forlivesi Lisa Tormena stessa, Matteo Lolletti e Michelangelo Pasini: Licenziata!, dedicato alla vicenda Omsa di Faenza. E’ stato prodotto – in collaborazione con il Teatro Due Mondi di Faenza – da Sunset, la giovane cooperativa forlivese di produzione cinematografica e documetaristica, di comunicazione e formazione, nata due anni fa e già premiata, grazie ai documentari prodotti, in diversi festival nazionali e internazionali. Ha ottenuto il Premio Ilaria Alpi nel 2009 e il Premio Fedic al Sedicicorto International Film Festival del 2010, data l’inizio delle riprese al 2010, ossia agli inizi della vicenda, e racconta, in maniera inusuale, le modalità con cui le coraggiose e battagliere operaie dell’Omsa hanno deciso di rispondere alla perdita di un diritto: il lavoro. E’ stato il momento in cui attorno a queste donne coraggiose ha cercato di concentrarsi  un intero mondo, in una sola città e in una sola settimana.

Sembra davvero importante il valore del documentario, frontiera tra la biografia e la cronaca, la metatestualità ed il giornalismo d’inchiesta. Costituisce un linguaggio dal significato polivalente di analisi e memoria, di creatività e osservazione, di realismo e di pensiero. Tante invenzioni per parlare soprattutto di lavoro che c’è e di lavoro che non c’è più nella condizione precaria in cui viviamo ma resta il fatto che siamo noi a vivere questo momento, siamo noi la storia.

Google+
© Riproduzione Riservata