• Google+
  • Commenta
24 giugno 2012

Settimana Pride in chiusura

Giorno 21 Giugno in diversi luoghi della città di Palermo è stato proiettato il film documentario “ABBIAMO UN PROBLEMA. La costruzione del nemico omosessuale di canecapovolto”.

Trattando la tematica LBGT, in relazione ad un sospiro più ampio, abbracciando le dimensioni politico, sociale, religioso si è tracciato uno scenario (comune) fatto di voci, di posizioni, di pensieri raccolti nelle testimonianze degli intervistati serbate nello stesso documentario.

Una analisi fatta di frammenti di vita quotidiana entro il quale poter ravvisare il pregiudizio e la paura, lo scandalo provenienti dalla distanza che intercorre tra le parti.

L’obiettivo di tale proiezione diffusa va marcando un modo “altro”, non alieno della progettualità, da immettere nel circuito cittadino, favorevole ad un interscambio, alla collaborazione, alla condivisione di intenti ed idee .

Quelle idee che hanno veicolato la parata finale del PridePalermo di ieri pomeriggio, tornando per le piazze al seguito di quarantamila partecipanti, agli esponenti delle comunità LGBT e al brusio di 13 carri. La marcia palermitana rivelatasi la più numerosa, stavolta partendo dal Foro italico, ha dato forma e fiato alla coscienza di tutte quelle cause rimaste invisibili, evocanti ascolto.

Sempre giovedì 21, un dibattito – cui han preso parte i giovani artisti del collettivo canecapovolto e Valentina Ricciardo (responsabile comunicazione – ufficio stampa per Navarra editore) – ha preceduto alla visione del corto, seguito via streaming in dieci diversi punti della città – Palazzo Castrofilippo, Spazio Cannatella, Teatro Putia d’arte Malvina Franco di Villa Pantelleria, Centro del tè, Freschette, Harira Bistrot, caffè letterario Malavoglia, Harira Bistrot, l’isola e il Tredici Tapas bar.

Libertà, dunque, in un frastuono di colori.

Google+
© Riproduzione Riservata