• Google+
  • Commenta
12 luglio 2012

Giornate di musica contemporanea ed eclettica a Chamois il 4 ed il 5 agosto

A 1815 mt nella valle del Cervino, unico comune d’Italia raggiungibile tramite funivia, in cui le auto non possono circolare. Raggiungibile anche a piedi (o in bici da La Magdeleine).
Programma realizzato grazie al sostegno dell’Assessorato Istruzione e Cultura Regione Autonoma Valle d’Aosta
I concerti sono gratuiti
In caso di maltempo i concerti si svolgeranno alla stessa ora nella Sala Polivalente del comune di Comune di Antey-Saint-André, presso il Centro Sportivo.

h.17.00
Massimo Giovara – Giorgio Li Calzi in: Lou Reed, il lato oscuro della metropoli

Massimo Giovara, eclettico autore, regista, attore, musicista e cantante torinese, presenta con l’ausilio della tromba e dell’elettronica in tempo reale di Giorgio Li Calzi, un reading-concerto dedicato a Lou Reed, o meglio agli scrittori e alle fonti da cui l’icona newyorkese ha maggiormente tratto ispirazione. I testi sono affiancati dalle canzoni che ne sono scaturite e con cui formano l’intelaiatura drammaturgica dello spettacolo.

h.18.30
Banda Osiris in: Fuori Tempo

Si può far ridere sbeffeggiando la musica, specie quella extra-colta? Ci riesce egregiamente la Banda Osiris, da 30 anni sulla breccia televisiva, teatrale e musicale. Autori di sigle radiofoniche (Caterpillar, su Radio2) e di spettacoli teatrali di successo (Guarda che luna, con Enrico Rava e Stefano Bollani), ospiti fissi del programma di Serena Dandini, Parla con me, ma anche serissimi e talentuosi compositori di colonne sonore (L’imbalsamatore e Primo amore di Matteo Garrone, Qualunquemente di Antonio Albanese), presentano a Chamois il loro ultimo spettacolo, Fuori Tempo.

h 15.00
Paolo Spaccamonti

“Chitarrista contemporaneo, compositore e sperimentatore, Paolo Spaccamonti suona musica senza parole, costruendo piramidi di note cristalline che al loro interno nascondono voci e silenzi. In questo percorso di esplorazione delle infinite possibilità espressive di una chitarra elettrica, l’artista torinese utilizza effetti a pedali e inserti elettronici per generare loop ipnotici e atmosfere eteree di raro candore, ma anche di ruvida durezza”. Guido Andruetto, La Repubblica

h 16.00
Paolo Angeli e Takumi Fukushima

Paolo Angeli, chitarrista, etnomusicologo e virtuoso di chitarra sarda, suona da qualche anno con la violinista e cantante giapponese Takumi Fukushima, con cui ha inciso un album nel 2011, Itsunomanika. Paolo suona una chitarra “preparata”, da lui costruita, con aggiunta di corde bordoni e corde “pedali”. Ha suonato, tra gli altri, con Fred Frith e Pat Metheny, per cui ha costruito una delle “sue” chitarre. Davvero unico.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy