• Google+
  • Commenta
14 Luglio 2012

Legalize love è la campagna antiomofobia di Google

Il motore di ricerca Google sta portando avanti la campagna contro le discriminazioni sessuali dal titolo Legalize love.

Google Legalize love

Google Legalize love

L’azienda di Mountain View è tra i siti (se non il primo) più visitati al mondo e presta la sua visibilità per i diritti delle persone omosessuali, una grande campagna via web per cercare di arginare il morbo di questo particolare tipo di ignoranza.

Dall’azienda arriva un commento sulla campagna anti-omofobia in atto, così come riportato dal sito webnews: “Siamo orgogliosi di essere riconosciuti come leader negli sforzi di accettazione di lesbiche, gay e transgender ma c’è ancora una lunga strada da fare. Legalise Love è il nostro richiamo a decriminalizzare l’omosessualità ed eliminare l’omofobia nel mondo“.

Un impegno forte quello di Google e che avrà molti passi da fare per provvedere a sfoltire l’omofobia che dilaga nel mondo, cerando di cambiare il modo di vedere di queste persone che non accettano il diverso ma la conformità, l’uguale a se stesso.

Questa iniziativa umanitaria parte dai paesi meno gay-friendly del mondo, a partire dalla Polonia dove quasi l’80 % della popolazione è contraria ai matrimoni gay e da Singapore.

Ad oggi sono molti i paesi a non aver eliminato le leggi anti omosessuali, e diverse sono le nazioni dove quotidianamente avvengono aggressioni contro i gay. Bisognerebbe “godere delle stesse libertà – ha detto Mark Palmer Edgecumbe delle pari opportunità di Googlecui hanno diritto i nostri impiegati nei nostri uffici

L’iniziativa sbarcherà anche in Italia, e l’obiettivo primario è che in tutti i paesi del mondo le persone omosessuali godano dei propri diritti così come gli impiegati di Google :

Vogliamo che i nostri dipendenti gay, lesbiche o transgender – ha continuato Mark Palmer Edgecumbegodano della stessa esperienza in ufficio anche fuori dall’ufficio. È ovviamente un lavoro molto ambizioso. […] Singapore, ad esempio, vuole essere un centro finanziario globale e un leader mondiale e noi possiamo fare pressioni sul fatto che un centro globale e un leader mondiale debba trattare le persone tutte allo stesso modo, indifferentemente dal loro orientamento sessuale“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy