• Google+
  • Commenta
25 luglio 2012

Master sempre Master fortissimamente Master

Master Unipv

Ce n’è per tutti gusti in Unical: sulla mediazione civile sul management e l’innovazione amministrativa nelle pubbliche amministrazioni, sul management sanitario, etc.

Master

Master

Li menzioniamo perchè ancora disponibile la data di scadenza per partecipare alla selezione. Master universitario di I livello in “Mediazione semio-linguistica e conciliazione interpersonale”.

Il Master universitario di I livello in “Mediazione semio-linguistica e conciliazione interpersonale”, è stato istituito per l’anno 2012/2013, su proposta della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Unical, su richiesta del dipartimento di Filosofia. Direttore è Giorgio Lo Feudo, docente di Filosofia del Linguaggio. Si parla di conciliazione in materia giuridica da almeno un paio di anni, che ha fatto fiorire una rosa quasi illimitata di proposte di corsi, se provate a digitare le due paroline magiche “mediatore civile”, qualunque motore di ricerca vi scarica notizie fino a non poterne più. Usualmente si tratta di corsi il cui team docente è rappresentato da giuristi, soprattutto, e professionisti della P.A. Il decreto legislativo n. 28/2010 ha dato importanza alla conciliazione obbligatoria che preceda, in caso di controversie, l’approdo nelle aule di giustizia. La mediazione è lo strumento per giungere alla conciliazione, con il supporto di enti pubblici o privati, abilitati a svolgere il procedimento di mediazione (senza l’autorità per imporre una soluzione), iscritti in un registro istituito con decreto del Ministro della Giustizia.

Nuovi profili professionali cui rivolgersi, dunque, quelli del mediatore civile e commerciale, che il diritto richiede, allo scopo di dirimere controversie insorte nell’ambito di alcune fattispecie giuridiche.

Il master si rivolge a laureati di qualsiasi facoltà, quindi, Lettere, Filosofia, Scienze della Comunicazione, Lingue, Dams e Psicologia etc., guardando con attenzione ai liberi professionisti (medici, ingegneri, notai, psicologi, geometri…).

Lo scopo del d.l., attuativo della riforma del processo civile (Legge 69/2009), è quello di alleggerire il sistema giudiziario italiano rispetto al carico degli arretrati e al rischio di accumulare nuovo ritardo.

Si tratta di una novità destinata a modificare la mappatura del processo civile. E’ definita mediazione l’attività, comunque denominata, svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti:

Sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia (c.d. mediazione compositiva);

Sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della controversia (c.d. mediazione propositiva).

C’è da dire, ritornando a questo master universitario in mediazione e conciliazione interpersonale, che ha un aspetto nuovo, non foss’altro perchè nato da un’angolazione di studio filosofico del linguaggio: in un mondo del lavoro in continua evoluzione si rivolge ai nuovi operatori della conoscenza, per prepararli su fronti completamente inesplorati, attraverso competenze e best practices da mettere in atto all’interno di questa attività professionale.

Il processo formativo, finalizzato all’acquisizione di capacità nell’ambito semio-comunicativo e psicosociale, perfettamente inserito in quelle che sono le linee guida del ministero della Giustizia sulle competenze dei mediatori, garantisce 60 crediti con la frequenza dei corsi e laboratori, curati da docenti universitari, alti dirigenti statali e liberi professionisti, e, infine, grazie ad una convenzione con Adr – Conciliando, organismo di mediazione, arbitrato e formazione, lo stage finale, obbligatorio di 54 ore di lezione, dopo il quale i partecipanti potranno ottenere l’attestato di Mediatore civile e commerciale, documento che abilita legalmente allo svolgimento dell’attività.

Il termine di iscrizione scade il 10 ottobre 2012. Il costo del master è di 1.800 euro.

Due Master di II livello “Management e l’innovazione amministrativa nelle pubbliche amministrazioni”; “Management sanitario”

Silvio Gambino, direttore della Scuola superiore di scienze della pubblica amministrazione e Walter Nocito, vicedirettore, illustrano le attività di alta formazione in programma per l’anno accademico 2012-2013 (intervista “Gazzetta del sud”, 24 luglio 2012).

La Scuola ha organizzato due Master di II livello, uno sul management e l’innovazione amministrativa nelle pubbliche amministrazioni (nazionali e territoriali) e uno sul management sanitario.

Destinatari dei due master sono operatori del settore (funzionari pubblici, medici, dipendenti, liberi professionisti e amministratori pubblici) e giovani che vorrebbero professionalizzarsi per entrare nel settore (come professionisti esterni o interni agli enti pubblici o anche come amministratori locali).

Per perseguire gli obiettivi formativi funzionali al Master in management P.A. viene utilizzata una metodologia pluridisciplinare, con individuazione di tre aree tematiche: “giuridico-amministrativa”, “tecnico-amministrativa”, “economico-manageriale”, grazie alle quali i corsisti potranno acquisire le competenze specialistiche per lo sviluppo delle capacità analitiche, valutative e decisionali, per entrare nell’organizzazione e nell’attività amministrativa P.A., sviluppando competenze tecniche di progettazione/gestione integrata dei servizi pubblici, fino ad affrontare le tematiche del management per obiettivi e dell’amministrazione per risultati.

La stessa metodologia rende individuabili le aree interessate al Master in management sanitario, giuridico-amministrativa, economico-manageriale e organizzativo-sanitaria, consentendo ai corsisti l’acquisizione di strumenti metodologici e conoscitivi per la gestione composita (gius-eco- organ) delle aziende della salute e del sistema sanitario regionale.

I due Master di II livello inizieranno con le attività d’aula il 17 novembre 2012 per terminare la fase in aula il novembre 2013.

Per entrambi i master il ciclo formativo si concluderà con la discussione dell’elaborato finale nel dicembre 2013.

Il Master in “Management delle amministrazioni pubbliche” prevede una quota di iscrizione di 3.000 euro, mentre il Master in “Management sanitario” di 4.000 euro.

I Bandi sono in fase di approvazione del Senato Accademico dell’Unical. Nelle schede seguenti si trovano le informazioni generali sui Master di II livello in:“Management delle Amministrazioni Pubbliche” e di “Management Sanitario”

Per non far torto ad alcuno, andiamo a illustrare i due Master approvati su proposta della Facoltà di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute e richiesta del dipartimento di Scienze Farmaceutiche.

Master di II livello in “Fitoterapia Clinica”. Direttore Master, Francesco Menichini.

Lo scopo del master in “Fitoterapia Clinica” è di fornire una specifica conoscenza e competenza nell’uso delle tecniche di preparazione dei farmaci vegetali oltre a una approfondita conoscenza sugli aspetti farmacotossicologici e terapeutici delle piante medicinali e loro preparazione.

Il master si propone di formare professionisti del settore che sappiano rispondere alle richieste di

Il master, ad alta caratterizzazione sanitaria, consente quindi di acquisire competenze specialistiche ed applicative da impiegare con immediatezza nella gestione quotidiana della propria attività professionale.

Il master universitario in fitoterapia clinica rappresenta un approfondimento post-laurea di alcuni corsi di insegnamento quali: biologia vegetale, botanica farmaceutica, fitofarmacia. fitochimica, tecnica farmaceutica e nozioni di carattere integrativo che riguardano la patologia e la clinica.

Costo del master, 1.700 euro.

Master di II livello in “L’integrazione nutraceutica: dal benessere alla cura”

Direttore Master, Maria Stefania Sinicropi.

Per il Master in “L’integrazione nutraceutica: dal benessere alla cura”, in particolare, verranno approfonditi gli aspetti biochimici, fitochimici, strutturali-farmaceutici e nutraceutici nonché l’azione biologica e farmacologico-tossicologica dei componenti che caratterizzano gli integratori funzionali.

Nei paesi più sviluppati, in questi anni si è assistito ad un sensibile cambiamento del quadro sociosanitario. Se, da un lato, si è registrata una diminuzione di malattie infettive, dall’altro, si assiste ad un aumento di malattie cardiovascolari, infiammatorie, neurodegenerative nonché di differenti forme di neoplasia. di diabete.

Per queste sindromi è stato riconosciuto, come importante fattore di rischio individuale e concausa scatenante, una dieta carente in particolari principi nutritivi, ovvero scarsa in nutrienti biodinamici e in fattori protettivi.

Costo del master, 2.200 euro.

Melina Rende

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy