• Google+
  • Commenta
28 agosto 2012

Rocco Papaleo: il ritorno dietro la macchina da presa

Basilicata coast to coast è stato senza dubbio un successo che ha superato le aspettative, un film low budget che è riuscito a competere al botteghino con le grandi e sfarzose produzioni hollywoodiane senza scontentare la critica.

Replicare l’impresa non sarà facile ma Rocco Papaleo più volte ha già dimostrato di saper stupire.

Hanno preso il via in Sardegna, tra la penisola di San Giovanni di Sinis e Cabras,  le riprese di UNA PICCOLA IMPRESA MERIDIONALE, il nuovo film di Rocco Papaleo.

Nel cast del film Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova e Rocco Papaleo, Sarah Felberbaum, Claudia Potenza, Giuliana Lojodice, Giovanni Esposito, Mela Esposito, Giampiero Schiano e Giorgio Colangeli.

Tra i realizzatori, Papaleo  è tornato a collaborare con Valter Lupo per il soggetto e la sceneggiatura, e con Rita Marcotulli per le musiche; la fotografia sarà di Fabio Zamarion, i costumi di Claudio Cordaro, la scenografia di Sonia Peng e Elio Maiello, il montaggio di Christian Lombardi.

Una piccola impresa meridionale è prodotto da Arturo Paglia e Isabella Cocuzza per la Paco Cinematografica e sarà distribuito in Italia da Warner Bros. Pictures Italia.

Il film racconta la storia di un ex prete, Don Costantino (Rocco Papaleo), che viene confinato dalla madre Stella (Giuliana Lojodice) in un vecchio faro dismesso, per evitare che in paese sappiano che si è spretato. Mamma Stella, infatti, ha già un altro scandalo da affrontare: sua figlia Rosa Maria ha lasciato il marito, Arturo (Riccardo Scamarcio), ed è scappata con un misterioso amante.

Il vecchio faro in disuso, che appartiene alla famiglia di Costantino e che dovrebbe garantirgli l’isolamento, come un magnete attira altra gente, trasformandosi in un refugium peccatorum. Dopo l’ex prete arriva anche una ex prostituta, Magnolia (Barbora Bobulova), poi il cognato cornuto, infine una stravagante ditta di ristrutturazioni chiamata per riparare il tetto del faro…

Rocco Papaleo ha commentato il suo ritorno alla regia affermando:”Fare film è come fare l’amore, dopo averlo fatto per la prima volta non vedi l’ora di rifarlo”. Nessuna paura dell’ansia da prestazione dunque… solo il desiderio di regalare piacere raccontando ancora una volta una storia umile, immersa nella acuta semplicità tutta italiana tipica di Papaleo.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy