• Google+
  • Commenta
29 agosto 2012

A Trani con “Le Donne di Troia”

A Trani saranno messe in scena “Le Donne di Troia”, ispirato a “Le Troiane” di Euripide, giovedì 30 agosto, in piazza Monsignor Addazi alle ore 21 con  accesso gratuito (200 posti a sedere). Lo spettacolo si ripeterà anche il 1 settembre presso la Biblioteca Comunale Andria, alle ore 19,30.

La Lega navale di Trani, in collaborazione con l’Istituto nazionale del dramma antico di Siracusa, col patrocinio del Comune di Trani e dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” ha organizzato un prologo della rappresentazione del 30 agosto. Il dialogo su “Le Troiane” di Euripide che si terrà, troverà la partecipazione di Corrado Petrocelli (magnifico rettore dell’università di Bari), Andrea Lovato (docente di diritto romano presso l’università di Bari), Emanuele Stolfi (docente di storia del diritto romano e dei diritti greci presso l’università di Siena), Antonello Calore (docente di diritto romano presso l’università di Brescia), Piero Totaro (docente di storia del teatro greco e latino presso l’università di Bari) e Fernando Balestra (sovrintendente dell’Istituto nazionale del dramma antico, la fondazione onlus siciliana).

Al termine del workshop, i riflettori si sposteranno dunque in piazza Addazi per seguire la rappresentazione scenica della tragedia. Sul palco troveremo la giovanissima Giulia Diomede di Trani, Alessandro Aiello, Lucia Bianco, Laura Piazza, Elena Polic Greco e Valentina Territo, che impersonificheranno Cassandra, Agamennone, Andromaca, Neottolemo, Ecuba e Ulisse.

Si proporrà solo una rivisitazione dell’opera di Euripide contestualizzata nella pianura di Troia, ormai decaduta e conquistata dai greci. La magnifica e celeberrima opera risale al 414 a.C. racconta l’infelice sorte delle Troiane, ormai rese schiave. Le protagoniste però sono magnifiche per la loro eroicità, in contrasto alla loro sventura di fronte alla vittoria dei distruttori. Ognuna delle protagoniste dell’opera trova il modo di reagire, a proprio modo, alla tremenda sventura che le ha colpite. Le prigioniere troiane costituiscono il coro e si lamentano della loro sorte poiché verranno assegnate ai comandanti greci. L’esperienza teatrale de Le Troiane ricorderà al pubblico tranese da un lato quanta sofferenza penda sul capo di chi si ritiene felice e protetto dagli dei, e dall’altro quanto sia difficile essere degni protagonisti della propria storia.

Potete consultare il sito dell’Istituto Nazionale del Dramma Antica, dove è possibile visitare la galleria multimediale con foto e video delle rappresentazioni. L’Istituto provvede dal 1914 a far rivivere la tradizione degli spettacoli classici al Teatro Greco di Siracusa e a promuovere, attraverso un’opera di divulgazione e di ricerca scientifica, i fondamenti del pensiero greco-romano.

Per la locandina consultate qui!

Per info: chiamamiromanzo@gmail.com o +39 340 9171803

Fonte immagine: http://www.indafondazione.org/

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy