• Google+
  • Commenta
30 agosto 2012

Apertura straordinaria dei Musei e dei Giardini al Campus di Bari

Apertura straordinaria dei musei e visite guidate presso i suoi giardini. Queste le iniziative promosse dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e dal Cismus, Centro interdipartimentale di servizi per la museologia scientifica, in occasione delle prove di ammissione ai corsi di studio a numero programmato 2012-2013.

L’Università di Bari, dunque, mette a disposizione il suo ricco patrimonio museale scientifico e naturalistico con un fitto calendario di appuntamenti all’interno del Campus, che dal 4 al 14 settembre accompagneranno gli studenti che si accingono a iniziare un nuovo percorso di studi.

Innanzitutto, ci sarà l’apertura straordinaria del Museo del Dipartimento di Biologia, del Museo di Scienza della Terra e del Museo Orto Botanico. Inoltre, sarà possibile visitare i Giardini di Villa La Rocca e di Villa Sbisà.

Il Museo del Dipartimento di Biologia, nato negli anni Venti insieme all’Università di Bari e alla Cattedra di Biologia della Facoltà di Medicina, oggi è una struttura espositiva di circa 170 mq, ripartita in due sale, che contiene circa 300 preparati a secco e in fluido dei principali gruppi zoologici, in particolare quelli della fauna locale. Il Museo contiene, inoltre, una collezione di scheletri di vertebrati, alcune preparazioni anatomiche di animali, reperti umani del neolitico locale, e acquari marini e d’acqua dolce con esemplari di fauna locale ed esotica.

Il Museo Di Scienze della Terra, invece, raccoglie importanti collezioni mineralogiche, tra cui quella di Alberto Pelloux, considerata una delle più ricche d’Italia, una collezione di rocce magmatiche, metamorfiche e sedimentarie, una raccolta di antichi strumenti scientifici legati allo studio delle scienze della terra, fossili di vertebrati e invertebrati, e carte geografiche storiche.

Il Museo Orto Botanico, infine, ospita diverse tipologie di piante: ornamentali, acquatiche, officinali, esemplari di vegetazione spontanea pugliese ed esotica. Per l’occasione, è prevista l’iniziativa “Una pianta per…”, che comprende visite guidate a tema sulle piante officinali: il 4 settembre sarà possibile conoscere le diverse specie di Mentha, il 10 settembre la pianta dell’assenzio (Artemisia Absynthe), l’11 settembre il Conium Maculatum, nota come la pianta che uccise Socrate, e il 14 settembre la Mandragora, definita come la più magica delle piante.

Per il programma dettagliato degli incontri in programma, è possibile contattare direttamente le strutture che partecipano all’iniziativa.

Foto tratta dal sito http://www.ridolfo.it/scorese/Img/BA_Univ.jpg

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy