• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2012

Nasce il Campus Bocconi: intervista al Consigliere Delegato Pavesi

Giovedi 29 novembre 2012, è stato presentato il progetto del Campus dell’Università Bocconi di Milano, nell’area dell’ex centrale del latte nel cuore della città. Il progetto partirà a gennaio con la bonifica e avrà durata di un anno.

Secondo sindaco di Milano Giuliano Pisapia “L’Università Bocconi, restituisce alla città un’area storica attraverso un progetto importante che nasce anche grazie al confronto con il quartiere e i cittadini. Siamo molto soddisfatti del fatto che il nuovo Campus con le sue aree verdi e il suo centro sportivo sarà aperto a tutta la cittadinanza e non ad uso esclusivo del mondo universitario. Questa è la Milano che vogliamo, una città nella quale convivono in armonia tutte le parti sociali, gli studenti, con i bambini, gli anziani con i lavoratori”.

Per un approfondimento sul tema,  intervistato Bruno Pavesi, consigliere delegato dell’Università Bocconi.

In cosa consiste esattamente il progetto ” campus Bocconi “?

Si tratta del completamento, entro il 2018, del Campus urbano della Bocconi attraverso lo sviluppo dei 35.000 metri quadri dell’Ex Centrale del latte, nell’area che da Via Castelbarco, va a lambire il Parco Ravizza e da sud a nord, tra Viale Toscana e Via Sarfatti. Si verrà così a comporre un campus omogeneo di circa 90.000 metri quadri che ci consentirà di rispondere al meglio alle esigenze di chi, si rapporta, ogni giorno, con l’Università. La Bocconi ha bandito un concorso internazionale di idee, al quale ha invitato a partecipare dieci dei piu’ prestigiosi studi di architettura al mondo e il progetto vincitore dello studio giapponese SANAA, è stato presentato lo scorso 29 novembre.

Quali sono gli obiettivi del progetto?

Il progetto risponde a tre priorità della Bocconi, riuscendo allo stesso tempo, a fornire servizi preziosi al quartiere. La prima priorità è di accorpare tutte le attività della SDA Bocconi School of Management, rispettando le diverse esigenze dei diversi utenti, grazie a tre edifici dedicati rispettivamente ai programmi Mba e Master, ai corsi executive e all’amministrazione, oltre a una piccola area comune per i servizi. La seconda è di mettere a disposizione della comunità Bocconi, ma anche della cittadinanza, una volta che saranno stipulate le necessarie convenzioni, un centro sportivo ricreativo con piscina olimpica, palestre e un centro fitness. La terza priorità è soddisfare la crescente domanda residenziale proveniente soprattutto da studenti e docenti stranieri. Lo si potrà fare a un pensionato capace di ospitare 300 studenti e visiting professor. Le strutture, inoltre, sorgeranno in un’area verde aperta al pubblico. Dei 35.000 metri quadri, ben 21.500 saranno verdi. Di questi 17.500, saranno lasciati a parco i restanti 4.000 metri saranno invece di verde costruito, ovvero risultato della ricopertura verde di un parcheggio sotterraneo che consentirà alla nuova realizzazione di non pesare sul quartiere in termini di congestione.

Cosa cambierà per l’Università Bocconi con la nascita del Campus?

La SDA Bocconi School of Management, che si occupa della formazione continua dei manager e e degli Mba e master, troverà una casa. Oggi è divisa tra Via Bocconi e Via Balilla, con inevitabili inefficienze in termini di tempo, di trasferimento e di ricchezza delle interazioni. Inoltre si verrà a completare un grande campus delimitato, a grandi linee, da Viale Bligny , Via Roentgen, Via Bocconi e viale Toscana, che offrirà tutti i servizi dei più moderni campus universitari internazionali, compresa finalmente l’attività sportiva, in uno spazio ragionevolmente compatto e nel cuore di una città vibrante e importante per l’economia come Milano. In Europa i Campus universitari paragonabili a questo, pagano l’inevitabile distanza dalle città di riferimento.

 Cosa si aspetta dal progetto?

E’ davvero la realizzazione di un sogno già delineato dal Piano Bocconi 2000, che risale al 1999 e che ha portato al progressivo adeguamento delle strutture alla rilevanza e alla fama che l’Università si è guadagnata a livello internazionale. Per la realizzazione del Campus ci attendono anni di lavoro impegnativo ma ricchi di soddisfazioni.

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy