• Google+
  • Commenta
17 agosto 2012

Matrimonio gay shock di civiltà: ecco perchè

Matrimonio gay
Matrimonio gay

Matrimonio gay

Non si placano le discussioni cattoliche sul matrimonio tra omosessuali. Ad accendere l’ennesimo fuoco estivo sulla questione è il vescovo Vincenzo Paglia, a capo del Pontificio Consiglio Per la Famiglia.

Ed è proprio la famiglia il tema scottante che fa infuocare gli alti prelati, nell’eterna lotta tra matrimoni cristiani e civili, tra unioni di fatto e unioni trascritte nei registri comunali. All’interno della contesa vi sono i bambini, verso i quali si è pregato in Francia nel giorno dell’Assunzione (ovvero 15 agosto) in modo che non siano considerati più <<oggetti di desiderio e di conflitto degli adulti per beneficiare pienamente dell’amore di un padre e di una madre>>.

Non sono mancate le polemiche per l’intromissione dei vescovi cattolici negli affari di uno stato laico, discussioni frenate da Paglia che ai microfoni di Radio Vaticana – riportate sul quotidiano L’Avvenire – ha difeso la preghiera verso i bambini fatta dai cattolici francesi, affermando che parlare di matrimoni tra omosessuali è uno shock di civiltà :

<<Sento di essere solidale con la Conferenza episcopale francese, con il cardinale Vingt-Trois che esorta a pregare perché i bambini crescano con un padre una madre: perché poi di questo si tratta. E ha ragione il cardinale Barbarin nel dire che parlare di matrimonio gay vuol dire uno shock di civiltà. Nessun vuol negare i diritti individuali: assolutamente no!>>

Se il vescovo difende i matrimoni cattolici, suo diritto, non considera forse la legiferazione (laica) circa le unioni di fatto, le quali garentirebbero ai coniugi alcuni diritti come eredità e assistenza medica in ospedale da parte di uno dei due coniugi omosessuali in caso di malattia. Eccessivo ancora il connubio tra unioni civili di fatto (o matrimoni, visto che il termine piace molto) e adozioni, tema degli ultimi giorni nel nostro paese confinante e sul quale bisognerebbe discuterne un passo alla volta :

<<Ma il matrimonio è un’altra cosa – ha continuato il prelato – e la famiglia nasce dal matrimonio. Ecco, tenere insieme questo plesso che è culturale – ma per noi è anche religioso – credo che sia una grandissima sfida che dobbiamo affrontare in tutti gli angoli del nostro pianeta>>.

E dentro ci mette anche la crisi economica, ponendo le unioni civili tra omosessuali come ostacolo alla famiglia cattolica fondata sul matrimonio :

<<In Italia, se non ci fosse stata la realtà familiare, questa crisi economica sarebbe stata drammatica, soprattutto per i più giovani. Ecco perché io credo che dobbiamo recuperare la concezione della famiglia come risorsa indispensabile per l’umanità.

Si sta rafforzando sempre più la convinzione che la famiglia sia un peso e non una risorsa. Ed è questa una battaglia enorme e centrale che dobbiamo fare tutti>>.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy