• Google+
  • Commenta
5 settembre 2012

Biglietti a ruba per la mostra romana di Vermeer

Oltre 55 mila biglietti venduti, e stiamo parlando solo della prevendita: questo dato da solo basta per dire che la mostra Vermeer. Il secolo d’oro dell’arte olandese, che si terrà dal 27 settembre al 20 gennaio presso le Scuderie del Quirinale a Roma, sarà un successone.

Il motivo di questo trionfo è facilmente intuibile: Johannes, o Jan, Vermeer è universalmente riconosciuto come il massimo esponente della pittura olandese del XVII secolo e nessuna delle sue rare opere fa parte di una collezione italiana. La mostra romana che partirà tra una ventina di giorni esporrà otto quadri dell’artista fiammingo: poche, si dirà, ma se si tiene conto del fatto che Vermeer, nel corso della sua breve vita (nato nel 1632, morì nel 1675, ad appena 43 anni), dipinse circa 37 quadri, e che di questi 37 solo 26 possono essere trasportati, ci si rende conto che l’esposizione delle Scuderie del Quirinale conterrà poco meno di un terzo delle opere del grande pittore che, teoricamente, sarebbe possibile vedere in Italia. Nessuna meraviglia, dunque, che per gli appassionati d’arte questa mostra sia un’occasione da non perdere per niente al mondo.

Anche se mancheranno alcuni dei quadri più celebri dell’artista, come La merlettaia e L’astronomo (che restano, dunque, al Louvre) e il famosissimo Ragazza col turbante (che ha ispirato il romanzo di Tracy Chevalier La ragazza con l’orecchino di perla, da cui è stato tratto l’omonimo film interpretato da Scarlett Johansson), le opere esposte a Roma sono comunque del massimo interesse: tra queste, si possono citare La stradina di Delft, proveniente dal Rijksmuseum di Amsterdam, uno dei rari esterni dipinti da Vermeer, i due quadri in prestito dal Metropolitan di New York, vale a dire L’allegoria della fede e La suonatrice di liuto, e i due fatti arrivare dalla National Gallery di Londra, che sono Donna in piedi alla spinetta e Donna seduta alla spinetta.

Gli altri quadri dell’artista olandese in mostra a Roma saranno la Fanciulla con bicchiere di vino, proveniente dall’Herzog Anton Ulrich-Museum di Braunschweig (o Brunswick che dir si voglia) e la Santa Prassede (sulla cui attribuzione a Vermeer, va detto, non tutti i critici sono concordi), ma il vero pezzo forte della mostra arriverà dalla National Gallery di Washington e si intitola Fanciulla con cappello rosso (nella foto): questo famosissimo ritratto, che come il titolo lascia intuire rappresenta una ragazza, ripresa in mezzo primo piano, con in testa un vistoso cappello rosso ornato di piume, è stato infatti scelto per i manifesti e le locandine di questa mostra romana, forse anche per la sua somiglianza con il più celebre Ragazza col turbante a cui abbiamo già fatto cenno.

Non bastano però otto quadri, per quanto belli e significativi, a fare una mostra: infatti, oltre ai dipinti di Vermeer, l’esposizione delle Scuderie del Quirinale ospiterà le opere di diversi altri artisti vissuti, come il grande pittore olandese, nel XVII secolo, senz’altro meno famosi ma non per questo da tralasciare: tra questi, vale la pena di citare Carel Fabritius, riconosciuto maestro di Vermeer, che morì nel 1654 nell’esplosione della polveriera che distrusse gran parte della città di Delft, Pieter de Hooch e Emmanuel de Witte. Ce ne saranno molti altri, ma questi sono senza dubbio i più famosi del lotto: chi volesse saperne di più su questa mostra, ed eventualmente acquistare di biglietti, può farlo sul sito web delle Scuderie del Quirinale.

Fonte foto: http://www.romaexhibit.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy