• Google+
  • Commenta
17 gennaio 2013

La ricerca della felicità – La formula di simposio

Dal 17 al 20 gennaio l’Auditorium Parco della Musica di Roma ospita il Festival delle Scienze che quest’anno si dedicherà ad un’interessante ricerca: quella della formula per la ricerca della felicità.

Una serie di esperti appartenenti a varie categorie del sapere e delle competenze degli uomini si riuniranno per cercare di stabilire quale sia, la ricerca della felicità.

Un simposio di esperti tra Filosofi, storici della scienza, scrittori, economisti, psicologi, da Sonam Phuntsho a Mark Williamson, da Amartya Sen a Darrin McMahon, da Gustavo Zagrebelsky a Ezio Mauro, da Shimon Edelman a Paul Bloom, proveranno ad inventare e teorizzare per noi la nuova formula, quella per il 2013 utile a rispondere al bisogno per  la ricerca della felicità.

Tra gli incontri, vi segnaliamo, Darrin McMahon, che divulgherà la propria teoria riguardo alla più recente “scienza della felicità. David Linden cercherà poi di analizzare le modalità con cui la mente reagisce al piacere, insieme a Paul Bloom, professore di Psicologia e Scienze Cognitive all’Università di Yale, che illustrerà come il corpo e la mente interagiscono con la sensazione della felicità stessa. Dallo spazio mentale a quello sociale ed economico, con “Felicità e democrazia, a cura di Ezio Mauro e Gustavo Zagrebelsky e Amartya Sen, premio Nobel per l’Economia nel 1998, che rifletterà sulla felicità come indicatore economico.

Chiediamo ad Arianna, studentessa di cinema all’Università di Roma La Sapienza, cosa ne pensacirca la ricerca della felicità:

La felicità non si conta, non si scambia,  non si dice, non si parla. Non si scrive, nemmeno, e neanche si ricorda tanto bene“.

Quanti non…!

Credo che la felicità non potrà mai essere una formula“.

E allora che cos’è?

E’ uno stato che si condivide, si vive, si sente. Si accoglie, direi“.

Quello che si domanda Arianna è quanto un simposio di esperti di fama mondiale, provenienti da ogni parte del globo, possa riuscire a fare, nel trovare finalmente la formula per una perfetta e duratura felicità individuale, ma soprattutto come si possa attuare una reale  ricerca della felicità.

E si augura, nel suo piccolo, di poter far qualcosa per se stessa anche lei. Per essere felice.

Google+
© Riproduzione Riservata