• Google+
  • Commenta
15 marzo 2013

I sistemi di trasporto delle merci, della logistica e la sostenibilità ambientale

Università degli Studi di BARI – Investimenti massicci europei e nazionali nelle infrastrutture per una nuova Puglia dei trasporti

I sistemi di trasporto delle merci, della logistica e la sostenibilità ambientale

Il 70% circa del trasporto delle merci in Italia (e in Puglia) avviene attraverso la rete stradale, su gomma. Il 15% su nave, il 10% mediante la rete ferroviaria, poco più del 4% attraverso condotte (gas, petrolio), meno dell’1%, con il trasporto aereo (Istat).

Garantire una maggiore efficienza dei trasporti per assicurare la futura prosperità dell’Europa è uno dei temi chiave della politica europea. Alla luce delle nuove e crescenti sfide che si vanno delineando, i trasporti devono diventare più sostenibili. Ciò anche perché nei prossimi decenni si ridurranno le scorte di petrolio, quest’ultimo sarà sempre più caro e le fonti di approvvigionamento saranno meno sicure. Sul piano ambientale, l’Unione europea si è prefissa di ridurre le emissioni di gas serra dell’80-90% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2050. Il settore dei trasporti dovrà quindi abbattere le proprie emissioni di gas serra di almeno il 60%.

La strategia dell’Europa per la crescita economica e il recente Libro bianco sui trasporti della Commissione pongono al centro della politica dei trasporti dell’Unione europea la sostenibilità e l’efficienza in termini di risorse. Di conseguenza, la “decarbonizzazione” dei mezzi di trasporto, che porterà ad una drastica riduzione delle emissioni di gas serra nel settore, è oggi una priorità assoluta dell’agenda economica ed ambientale dell’Europa.

A tal riguardo, il Programma Operativo Nazionale “Reti e Mobilità”, finanziato dall’Italia e dall’Unione Europea, interviene in Puglia, Campania, Calabria e Sicilia per rendere la rete dei trasporti più veloce e sostenibile. Obiettivo: migliorare i collegamenti ferroviari e stradali, potenziare gli aeroporti, i porti e gli interporti ed integrare nuovi sistemi di trasporto intelligente (ITS). Le Regioni del Sud, per la loro posizione geografica, rappresentano, infatti, nodi fondamentali nelle comunicazioni e negli scambi commerciali tra l’Europa e gran parte del mondo.

Il Programma “Reti e Mobilità” ha stanziato 2.749 milioni di euro, cofinanziati dall’Unione Europea, per interventi su ferrovie, porti, interporti, aeroporti, strade, sistemi di trasporto intelligenti e per il sostegno alle imprese della logistica.

“Uno dei problemi principali legati al trasporto delle merci – dice il prof. Michele Ottomanelli, docente di “Trasporti” presso il Politecnico di Bari – riguarda l’impatto ambientale dovuto alla ripartizione squilibrata verso il trasporto stradale e uno scarso utilizzo della modalità ferroviaria. I conseguenti impatti – continua – non riguardano solo gli aspetti ambientali ma anche quelli di sicurezza della circolazione e del carico.  La definizione di corridoi o reti “verdi” per il trasporto merci è un tema centrale a livello europeo ed ha come obiettivo quello di individuare soluzioni per il trasporto delle merci e la logistica che forniscano alternative il più possibile rispettose dell’ambiente garantendo anche gli obiettivi di maggiore accessibilità, minor rischio e maggiore affidabilità. Tale problematica –conclude – è cruciale nei programmi europei che sono incentrati sulla definizione di politiche per l’incentivazione dell’intermodalità, l’utilizzo del trasporto ferroviario, marittimo e per vie d’acqua interne”.

A tal riguardo, martedì, 19 marzo prossimo, si terrà al Politecnico di Bari, alle ore 10:30, presso l’aula Videoconferenza dell’Ateneo (via Amendola, 126/b), la ‘Lectio Magistralis’, prevista nelle regioni Obiettivo Convergenza, sul tema della sostenibilità ambientale in relazione allo sviluppo delle infrastrutture e al sistema di movimentazione delle merci. La lezione, anticipata dall’intervento del Rettore del Politecnico, Prof. Nicola Costantino e dalla responsabile dell’Autorità di Gestione Programma Operativo Nazionale “Reti e Mobilità” (PON), Arch. Cynthia Fico, che illustrerà gli interventi finanziati nell’ambito del Programma nella Regione Puglia, sarà curata dal Prof. Ing. Michele Ottomanelli, docente di “Trasporti” – Dipartimento Civile, Ambientale del Territorio, Edile e di Chimica del Politecnico e avrà come titolo, “I sistemi di trasporto delle merci, della logistica e la sostenibilità ambientale”. Nell’incontro, verrà presentato inoltre, dall’Arch. Maria Rita Antonini, il concorso fotografico e video sul tema “Visioni sostenibili”, “PON Photo & Video Award 2013, promosso dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, rivolto ai giovani dai 18 ai 35 anni delle regioni Puglia, Campania, Calabria e Sicilia.

L’iniziativa, conclude un percorso di presentazione del Programma Operativo Nazionale su temi diversi, avvenuta presso gli atenei di Reggio Calabria, Napoli e Catania.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy