• Google+
  • Commenta
20 maggio 2013

Concorso Scuola 2013. Inizio prova orale del concorso scuola: Come e quando si svolgerà il concorso docenti

Gli scritti del concorso scuola 2013 sono terminati il 1° marzo ed hanno visto la partecipazione di 126,496 candidati.

I risultati della prova scritta del concorso scuola 2013 sono on line.

Si aspettano i risultati e le date della prova orale del concorso scuola 2013.

Sembra che la correzione delle prove del concorso scuola si stia svolgendo in modo disomogeneo non tutte le regioni hanno pubblicato le graduatorie.

Le previsioni del Miur di terminare le correzioni delle prove del concorso scuola entro il 15 maggio non sembrano andata a buon fine.

I candidati sono preoccupati perché se le correzioni dovessero ancora tardare gli orali del concorso scuola che dovrebbero tenersi fra giugno e luglio potrebbero coincidere con gli esami di Maturità e creare un ‘’corto’’ nel sistema data la sovrapposizione degli incarichi.

Commissari degli esami di stato del secondo ciclo. Gli Esami di Stato di II ciclo potrebbero potrarsi fino al 18 luglio e la normativa consente ai commissari di assentarsi solo per un giorno per non dover sospendere i lavori della commissione.
In assenza di uno dei commissari non è possibile svolgere tutte le operazioni, ma solo alcune. In ogni caso è necessaria la presenza in commissione del presidente o del suo sostituto e di almeno due commissari per ciascuna area disciplinare. Queste sono alcune delle operazioni che devono essere svolte in presenza di tutti i docenti:

  • formulazione dei criteri di correzione e di valutazione delle prove scritte e del colloquio
  • correzione della terza prova scritta
  • attribuzione del punteggio alla prima e alla seconda prova scritta e colloquio
  • attribuzione del punteggio.

Commissari del Concorso Scuola 2013

Da parte loro, i commissari del Concorsone Docenti, hanno la necessità di assentarsi per due giorni consecutivi perché dovranno essere presenti nella sede di svolgimento della prova 24 ore prima per estrarre la traccia della lezione simulata, in quanto va considerato che per molti di loro ciò comporta lo spostamento nel capoluogo di regione.

In ogni caso il concorso scuola sta procedendo, i singoli Uffici Scolastici Regionali pubblicano le graduatorie con i risultati delle varie classi di concorso a cattedra, il calendario delle prove orali e, in alcuni casi, i primi risultati dei colloqui.

Cominciano a trapelare i primi dettagli da regioni che, come la Valle d’Aosta, sono più avanti nell’iter del concorso scuola. Le prime graduatorie sono state pubblicate dalle regioni : Marche, Campania (per la scuola dell’Infanzia) Lombardia e Abbruzzo.

Come si svolgerà la prova orale del concorso scuola 2013. A chiarire in modo ufficiale questa nuovissima modalità di svolgimento delle prove è arrivata nei giorni scorsi una circolare del MIUR nella quale si specificano alcuni dettagli relativi allo svolgimento della prova.

La prova orale del concorso scuola consiste in una una lezione simulata di 30 minuti, la reale novità del concorso docenti su una traccia estratta dal candidato 24 ore prima della data prevista per la prova orale.

Il Miur chiarisce poi che i 30 minuti fissati per la lezione simulata “non sono né un tempo massimo, né un tempo minimo, ma un tempo da rispettare”. In questo senso, il vincolo temporale si può considerare rispettato  ”quando il candidato svolge e completa la lezione simulata in un tempo incluso fra i 25 minuti e i 35 minuti”. In questo lasso di tempo la commissione non dovrà interrompere mai possibilmente il candidato.

Le commissioni di esame al concorso scuola saranno all’opera “anche in orario antimeridiano” ossia di mattina, ci sarà la possibilità di estrarre la traccia della lezione simulata “la domenica” per permettere lo svolgimento degli esami anche di lunedì.

L’attività antimeridiana è esclusa tassativamente ” per le commissioni i cui componenti sono impegnati pure nei concomitanti esami di maturità” (Miur) ma sembra che le date siano molto vicine.

Lezione simulata del concorso scuola: la prova verterà sulle “discipline di insegnamento” e non sui “programmi d’esame”. Le tracce devono consentire al candidato di dimostrare di saper progettare un’attività didattica reale nei suoi elementi essenziali (il tema prescelto; l’ordine o l’indirizzo scolastico; l’età degli alunni; la durata; gli strumenti e i materiali previsti anche con riferimento a tecnologie avanzate e alla presenza eventuale di alunni con bisogni educativi speciali). Inoltre, si specifica che la lezione simulata non significherà esporre un argomento “come se ci si rivolgesse a degli studenti”, cosa troppo artificiosa, e che durante i minuti previsti, il candidato non verrà interrotto dalla commissione, in modo da consentirgli di esprimere al meglio le sue capacità.

Alla prova orale del concorso scuola seguirà un altro colloquio anch’esso della durata di 30 minuti stavolta come limite massimo.

Colloquio successivo del concorso scuola: L’impostazione del colloquio è a discrezione della commissione, ma la finalità è comunque quella di analizzare i contenuti e le scelte metodologiche relativi alla lezione simulata, con approfondimenti di carattere disciplinare e inerenti le scelte didattiche illustrate, facendo anche riferimento alle modalità di documentazione e alle prove di verifica.

Ci sarà poi la valutazione dei titoli – aggiunge Stellacci – e le graduatorie definitive del concorso scuola dovranno essere pubblicate entro il 25 agosto per poter procedere all’immissione in ruolo del primo contingente di personale il 1° settembre 2013.

Google+
© Riproduzione Riservata