• Google+
  • Commenta
29 giugno 2013

Novità Esame Patente 2013: ecco come superare l’esame patente: nuove regole e quiz da ottobre

Esame Patente

Una delle tappe più agognate da ogni adolescente del mondo è la patente di guida, il via libera per poter concretizzare in parte la propria indipendenza.

Patente

Patente

La possibilità di spostarsi in maniera autonoma e finalmente più comoda rispetto ai mezzi pubblici, costituisce per ogni ragazzo uno dei primi obiettivi da conseguire con la maggiore età. Infatti quella che comunemente viene chiamata la “patente”, è la patente B, conseguibile con la maggiore età, e che permette di guidare motoveicoli con cilindrata inferiore ai 125 cm3, gli autoveicoli, anche agricoli, veicoli adibiti a veicoli di emergenza che non superino le 3,5 tonnellate.

La patente B va rinnovata ogni dieci anni fino a 50 anni, successivamente ogni 5 anni, e dai 70 anni in poi ogni 3 anni. I neopatentati inoltre sono soggetti a limitazioni per quanto riguarda la velocità, infatti non possono raggiungere i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h nelle strade extraurbane. E’ utile ricordare inoltre che in seguito ad un’infrazione ai neopatentati verranno sottratti il doppio di punti previsti.

Oltre alla patente B esistono altre patenti conseguibili,tra cui le principali sono:

  • Esame Patente

    Esame Patente

    La patente AM , che è possibile ottenere dai 14 anni in su, permette di guidare ciclomotori,veicoli a tre ruote,quadri cicli con una velocità di costruzione non superiore ai 45 km/h

  • La patente A1, ottenibile dai 16 anni in su, permette di guidare i ciclomotori con cilindrata non superiore ai 125 cm3
  • La patente A2, conseguibile dai 18 anni ,permette di guidare motocicli con potenza non superiore ai 35 kW
  • La patenta A conseguibile a 20 anni se si ha già la patente A2 o a 21 se non la si ha , permette la guida di tricicli di potenza superiore a 15 kW, e motoveicoli ,senza carrozzetta o con carrozzetta, con velocità superiore ai 45 km/h.
  • La patente B1, permette dai sedici anni in su la guida dei quad
  • La patente BE consente la guida con rimorchio o semirimorchio con massa non superiore ai 3500 kg
  • La patente C1, può essere rilasciata con la maggiore età e in seguito all’ottenimento della patente B. Permette la guida di autoveicoli con un numero di passeggeri pari ad 8,e con un rimorchio la cui massa non deve superare 750 kg
  • La patente D, conseguibile dai 24 anni in su,permette la guida degli autoveicoli con più di otto passeggeri

Dal primo ottobre 2013, i quesiti relativi al conseguimento della patente B ed A subiranno una variazione, in particolare, il  quiz 2013 prevede 780 nuovi quesiti e 380 variazioni.

Imparare le norme per una corretta circolazione ed applicarsi pertanto nello studio delle stesse, è di vitale importanza, è proprio il caso di dirlo, poiché non bisogna mai dimenticare che alla guida di un veicolo si diventa responsabili della propria e della altrui incolumità. Tuttavia esistono dei metodi per poter apprendere più velocemente e affrontare con più serenità il test per la patente.

Quando durante il test o una simulazione, si incontra una domanda di cui non si conosce la risposta, la prima cosa da fare è individuare il “distruttore”, cioè la risposta errata che presenta delle caratteristiche tali da poter essere confusa con quella esatta. Il distruttore, espediente utilizzato non soltanto nei test per la patente, è riconoscibile sia ragionando sul contenuto della risposta sia attraverso delle caratteristiche:

  • Patente A

    Patente A

    La presenza di termini come “mai”,”sempre”, “esclusivamente” e parole che non tengono conto dei particolari e delle eccezioni che si possono riscontrare, soprattutto alla guida di un veicolo, sono da considerarsi false.

  • Sono altrettanto false le risposte che inducono ad atteggiamenti poco conveniente come accelerare o suonare il clacson
  • Sono false le risposte che consigliano di sostituire arbitrariamente parti del veicolo
  • Può essere utile memorizzare espressioni false come “è consentito sorpassare a destra se”, “è vietato ma”, “rallentare solo se”.

Per non confondere i segnali e il messaggio che questi contengono, è utile segnalare che i segnali di precedenza che si trovano a 150 m prima dell’incrocio presentano la punta all’insù, quelli che invece si trovano a 25 m presentano la punta all’ingiù, tranne il segnale di “dare precedenza” che presenta la punta in giù.

Per superare l’esame pratico di guida di un autoveicolo la prima cosa da fare è mostrarsi attenti e scrupolosi, pertanto si consiglia di :

  • Salutare l’esaminatore appena si sale in auto. Successivamente regolare il sedile, gli specchietti, indossare la cintura di sicurezza. Prima di partire abbassare il freno a mano,inserire la marcia e mettere la freccia.
  • Durante la partenza è importante non far spegnere il motore,ma soprattutto partire guardando avanti e non girati. Durante la guida si consiglia inoltre di guardare sempre gli specchietti, usare le frecce quando si cambia corsia,non superare i limiti di velocità.
  • Se si incontra un pedone è molto apprezzato da parte degli esaminatori lasciarli attraversare.
  • Quando, a conclusione dell’esame gli esaminatori chiederanno di fermarsi con il motore acceso,lasciare la macchina in folle. In alternativa potrebbero chiedere di eseguire un parcheggio.

Per superare l’esame pratica per il conseguimento della patente A che consente la guida dei motocicli dura non più di 25 minuti, durante i quali il candidato è chiamato ad una prova su piazzale ed una su strada.Durante la prova su piazzale il candidato deve dimostrare di:

  • Sapere mettere la moto sul cavalletto senza usare il motore
  • Parcheggiare il motociclo sul cavalletto
  • Sostenere due prove di equilibrio a bassa velocità
  • Manovre a velocità di 30 km/h in seconda e terza marcia.
  • Manovra a 50 km/h con superamento ostacolo
  • Prova di frenata da 50 km/h

La prova su strada prevede invece:

  • Partenza da fermo
  • Guida su strada rettilinea con particolare attenzione nei confronti di veicoli che vengono dalla direzione opposta
  • Guida in curva
  • Incroci
  • Cambiamento di direzione
  • Ingresso/uscita in autostrada o strade affini
  • Sorpasso
  • Precauzioni nello scendere dal veicolo

Le tariffe: per quanto riguarda i corsi di preparazione per la patente possono variare da un’autoscuola all’altra da nord a sud,ma in linea di massima per la patente B l’iscrizione costa intorno alle 300 euro. A questi, vanno aggiunti le lezioni pratiche di un’ora che in media costano 30 euro per gli autoveicoli,35 per le moto

Nell’indicare questi piccoli trucchi mnemonici, ricordiamo l’importanza dello studio delle regole della strada, il rispetto di quest’ultime ed una guida prudente

Google+
© Riproduzione Riservata