• Google+
  • Commenta
22 ottobre 2013

Autobus a Idrogeno. Milano: mezzi pubblici che non inquinano ed emettono vapore acqueo

Arrivano gli Autobus a Idrogeno. Entrano in servizio dal deposito Atm di San Donato Milanese, nei dintorni del vicino capolinea della MM3, gli Autobus a Idrogeno transitano lungo le vie di Milano, fino a chiudere la propria corsa in Largo Augusto.

Autobus a Idrogeno

Autobus a Idrogeno

La tratta della linea 84, da come si apprende, è sempre la stessa e non subirà variazioni.

Quel che cambia sono gli Autobus a Idrogeno. O meglio, i loro motori che dai tradizionali modelli diesel passano ad idrogeno, la cui emissione di gas inquinanti in atmosfera sarà pari a zero.

Con la nuova flotta di Autobus a Idrogeno Atm, costituita da 3 Evobus Mercedes-Benz Citaro FuelCell Hybrid, si apre perciò un capitolo nuovo: per la prima volta il capoluogo meneghino avrà a disposizione dei mezzi pubblici a energia completamente rinnovabile che rilasceranno dagli scarichi soltanto vapore acqueo.

Una rivoluzione ecologica quella degli Autobus a Idrogeno – parimenti tecnologica – da 9,9 milioni di euro: Regione Lombardia e Comune di Milano hanno rispettivamente stanziato 4,2 e 1,4 milioni di euro, altri 3,5 milioni euro sono arrivati da un bando dell’Unione Europea e Atm ne ha messi a disposizione 800mila.

Benché lo sforzo monetario sia dunque imponente per gli Autobus a Idrogeno – basti pensare che il costo per l’acquisto di un autobus diesel di nuova generazione è circa un quinto di quello ad idrogeno, pari a 1 milione di euro – si raggiungeranno vantaggi decisivi in termini ambientali e quindi connessi anche alla salute delle persone.

Mezzi pubblici “H” che trovano concepimento in una delibera del 2009 emessa da Regione Lombardia per l’adesione della città all’ombra della Madonnina al progetto europeo CHIC (Clean Hydrogen in European Cities). E adesso, dopo ritardi di un paio di anni – comunque in anticipo rispetto ad altre capitali europee come Oslo e Londra – è partita la sperimentazione che avrà durata di 5 anni. A tal proposito è stato anche installato un impianto di rifornimento, denominato “elettrolizzatore” nel terminal Atm di San Donato Milanese. Così i bus ibridi con celle a combustibile (dispositivo elettrochimico che permette di ottenere elettricità direttamente da idrogeno ed ossigeno, estromettendo qualsiasi processo di combustione termica) da oggi sono in strada e quando transitano non obbligheranno più i cittadini a turarsi il naso.

Maurizio Zanoni

Google+
© Riproduzione Riservata