• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2013

Università Mediterranea. Architettura, topografia e rituali funerari nelle necropoli

Necropoli Italia meridionale

Università Mediterranea – Architettura, topografia e rituali funerari nelle necropoli dell’Italia meridionale e della Sicilia fra antichità e medioevo. Convegno all’Università Mediterranea

Necropoli Italia meridionale

Necropoli Italia meridionale

Da sempre il momento della morte, come passaggio ineluttabile della vita, ha giocato un ruolo importante nella cultura di ciascuna società, in ogni luogo e in ogni tempo.

Dalla preistoria alle grandi civiltà greche e romane, fino a quelle trasformazioni tardo antiche che, con l’avvento del Cristianesimo, diedero inizio all’età medievale, le popolazioni del bacino del Mediterraneo hanno manifestato una particolare cura per i rituali funerari, sia nell’affidare alla terra i resti mortali del defunto nel suo passaggio nell’aldilà, sia per conservare e rappresentare la sua immagine alla collettività.

Il Convegno internazionale organizzato dal Soprintendente per i Beni Archeologici della Calabria, Simonetta Bonomi, e dal docente di Storia dell’architettura antica e medievale del Dipartimento d’ArTe dell’Università Mediterranea, Carmelo G. Malacrino, ha l’obiettivo di portare nella Città dello Stretto un nutrito gruppo di esponenti dell’archeologia italiana per discutere su questo tema, focalizzandone l’attenzione sui contesti dell’Italia meridionale e della Sicilia fra antichità e medioevo.

Un grande evento scientifico quello dell’Università Mediterranea, nel quale quasi duecento relatori provenienti da università, soprintendenze e centri di ricerca italiani ed esteri porteranno studi e nuove scoperte, al fine di illustrare gli obiettivi raggiunti, presentare testimonianze inedite e confrontarsi sulle problematiche rimaste ancora insolute.

La manifestazione dell’Università Mediterranea, accolta e supportata dal Rettore Pasquale Catanoso, e dal direttore del Dipartimento di Architettura e Territorio, Gianfranco Neri, si svolgerà nell’Aula Magna dell’Università Mediterranea ‘Antonio Quistelli’, presso la Cittadella Universitaria, dal 22 al 25 ottobre 2013.

L’auspicio di questa iniziativa dell’Università Mediterranea, nata dalla sinergia di due istituzioni dedite allo studio e alla valorizzazione del patrimonio culturale calabrese, non sarà solo quello di riunire a confronto numerosi studiosi sui temi dell’architettura, della topografia e dei rituali funerari antichi e medievali, ma anche di coinvolgere studenti e appassionati nelle problematiche storico-archeologiche, nonché di sensibilizzare la cittadinanza alla conoscenza e alla conservazione del proprio patrimonio archeologico. Programma al link Università Mediterranea

Google+
© Riproduzione Riservata