• Google+
  • Commenta
5 novembre 2013

Fumetti in cattedra all’Università degli Studi Insubria

Università degli Studi INSUBRIA Varese-Como – Fumetti  in cattedra all’Università degli Studi Insubria

Università degli Studi Insubria

Università degli Studi Insubria

La Storia del fumetto di fantascienza e Nathan Never al centro dell’incontro con il creatore e il curatore del personaggio della casa editrice Bonelli Editore

“Il fumetto di fantascienza” è il tema del sesto incontro su “Scienza e fantascienza nei media e nella letteratura” a cura del professor Paolo Musso del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate dell’Università degli Studi Insubria.

Protagonista dell’incontro all’Università degli Studi Insubria è il celebre personaggio “Nathan Never” dell’omonima collana, interverranno il creatore e il curatore del fumetto: Antonio Serra e Glauco Guardigli, della Sergio Bonelli Editore.

L’appuntamento è in programma mercoledì 6 novembre alle 14,30 nell’Aula Magna di via Ravasi 2, a Varese. La conferenza è gratuita e aperta alla cittadinanza e si rivolge, specificamente, agli studenti degli ultimi anni delle superiori, affinché possano conoscere la realtà dell’Università degli Studi Insubria e, in particolare, il Corso di laurea in Scienze della Comunicazione, promotore dell’iniziativa.

«Questo – afferma il professor Musso dell’Università degli Studi Insubria – è certamente l’incontro più atteso dell’intero ciclo, dato che entrano in scena i fumetti, che rappresentano senza dubbio l’aspetto più innovativo di questo ciclo già di per sé molto di avanguardia: è infatti la prima volta in Italia che si tiene un corso universitario che abbia al centro il fumetto di fantascienza. Non si tratta comunque di una stravaganza: la fantascienza, compresa quella a fumetti, ha infatti spesso anticipato, a volte anche di decenni, problemi filosofici e sociali di grandissima importanza, come l’intelligenza artificiale, la clonazione umana, l’ingegneria genetica, la vita nelle megalopoli e, in generale, il difficile quanto inevitabile rapporto tra l’uomo e la tecnologia».

Il personaggio di Nathan Never non è stato scelto a caso come protagonista principale del corso: «ma in funzione della particolare profondità e sensibilità che questo fumetto dimostra nell’affrontare le grandi domande dell’esistenza, senza tirarsi indietro neanche davanti alle più spinose ed evitando sempre la duplice trappola dello scetticismo da un lato e del moralismo e del politically correct dall’altro, preferendo a volte lasciare la domanda in sospeso piuttosto che rinunciare a porla o darvi una risposta banale» aggiunge Musso dell’Università degli Studi Insubria.

L’incontro dell’Università degli Studi Insubria di mercoledì è dedicato alla “Storia del fumetto di fantascienza”, poi, per quattro settimane, Nathan Never è l’assoluto protagonista degli incontri: sarà analizzato da tutti i punti di vista: dalla sua ideazione alla sua realizzazione tecnica, dal suo rapporto con la scienza reale fino al suo significato umano e filosofico.

Per approfondire

Antonio Serra: Antonio Serra nasce ad Alghero il 16 febbraio 1963 e muove i suoi primi passi nel mondo dell’editoria e della fiction di carta alla fine degli anni Settanta, quando cura la rivista amatoriale di fantascienza “Fate largo”. Nel 1982, presso il Centro Culturale cagliaritano “Il Circolo”, conosce Michele Medda e Bepi Vigna, che formeranno con lui quella che, nel mondo della letteratura disegnata, è nota ai più come “la Banda dei Sardi”. Accomunati dalla passione per il fumetto, i tre fanno parte del gruppo “Bande Dessinèe”(insieme ad altri futuri autori, quali Vanna Vinci e Otto Gabos), per poi entrare da professionisti nel settore vedendosi sceneggiare da Alfredo Castelli alcuni soggetti scritti per Martin Mystère. Sempre lavorando insieme, Medda, Serra e Vigna realizzano altre sceneggiature per il detective archeologo e per Dylan Dog. Infine, dopo avere elaborato insieme il progetto di Nathan Never e Legs Weaver, si dedicano separatamente alla sceneggiatura delle singole storie. Serra è anche curatore redazionale delle due testate, cui si è aggiunta la serie dedicata all’Agenzia Alfa. Nel 1999, l’Editore Sergio Bonelli approva a Serra l’idea per un “nuovo” personaggio. Gregory Hunter (un tempo Gregory Hammer, creato all’epoca della “Bande Dessinèe”) che raggiunge le edicole nel 2001. Nel 2007 è alle redini anche del nuovo semestrale legato al mondo di Nathan Never: Universo Alfa. Nel 2009, esordisce in edicola “Greystorm”, miniserie creata da Serra insieme a Gianmauro Cozzi.

Glauco Guardigli: Nato nel 1967 a Milano, è l’attuale curatore editoriale di Nathan Never per la Sergio Bonelli Editore. Per la stessa Casa editrice ha curato tra il 2011 e il 2013 la miniserie Shanghai Devil, creata da Gianfranco Manfredi. È inoltre docente di Editoria del Fumetto per il Master “Professione editoria cartacea e digitale” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha scritto articoli per le riviste Nocturno Cinema, Film Tv, Manga academica, Fumo di China, Mangagiornale e Fumetti d’Italia. Per Comicon Edizioni di Napoli è curatore delle collane “I Libri di Comicon”, “Gli Audaci” e “I Fondamentali”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy