• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2013

Saldi 2014: calendario e date saldi invernali e saldi estivi 2013

Manca ormai meno di un mese ai saldi invernali 2014, partiranno nella maggior parte delle regioni il 4 gennaio e dureranno 60 giorni cioè 15 giorni in più rispetto a quelli estivi 2013.

Ecco il calendario aggiornato e congli utili

Secondo Confesercenti, gli italiani non vogliono rinunciare alle compere e ai regali di Natale e paradossalmente si assiste a un cambio di rotta.

Quest’anno ogni famiglia spenderà in media 170 euro per gli acquisti natalizi. Gli italiani quindi sono pronti a spendere di più rispetto all’anno scorso e stando ai dati forniti il 31% manterrà invariato il budget dedicato ai regali, anche qui una leggera miglioria.

Un segnale sicuramente positivo per l’economia italiana, ma questo non significa che gli italiani potranno concedersi ciò che vogliono o che tale situazione riguardi l’intera penisola e per questo la maggior parte delle persone è in attesa degli sconti invernali 2014.

Attendono con ansia questo momento perché solo durante i saldi invernali 2014 potranno concedersi qualche “vizio” in più. Purtroppo migliaia e migliaia di famiglie quest’anno non trascorreranno il solito Natale costretti con la crisi a sopravvivere più che a vivere, dove la privatizzazione che sta investendo giorno dopo giorno le aziende e in particolare dei trasporti porta con sé un nuovo spettro quello del licenziamento e della cassa integrazione.

Scioperi su scioperi confermano la situazione disastrata dell’Italia, ma al Natale gli italiani non rinunciano, anche se devono attendere gli sconti per poter acquistare qualcosa per sé o per i propri figli.

Ecco le date dei saldi 2014 per ogni regione:

  • Saldi invernali Abruzzo: 4 gennaio-4 marzo
  • Saldi invernali Basilicata: 4 gennaio- 2 marzo
  • Saldi invernali Calabria: 4 gennaio – 28 febbraio
  • Saldi invernali Campania: 2 gennaio – 90 giorni successivi
  • Saldi invernali Emilia Romagna: 4 gennaio – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Friuli Venezia Giulia: 4 gennaio – 31 marzo
  • Saldi invernali Lazio: 4 gennaio -15 febbraio
  • Saldi invernali Liguria: 4 gennaio -18 febbraio
  • Saldi invernali Lombardia: 4 gennaio – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Marche: 4 gennaio – 1 marzo
  • Saldi invernali Molise: 4 gennaio – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Piemonte: 4 gennaio – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Puglia: 4 gennaio – 28 febbraio
  • Saldi invernali Sardegna: 6 dicembre – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Sicilia: 4 gennaio -15 marzo
  • Saldi invernali Toscana: 4 gennaio – 5 marzo
  • Saldi invernali Umbria: 4 gennaio – 60 giorni successivi
  • Saldi invernali Valle D’Aosta: 4 gennaio
  • Saldi invernali Veneto: 4 gennaio- 5 marzo
  • Saldi invernali Trentino Alto Adige: sono i commercianti a scegliere il periodo dei saldi

Dal calendario e date saldi invernali 2014 sappiamo che la prima regione in cui verranno applicati i saldi è la Sardegna.

L’iniziativa è stata promossa in segno di solidarietà per la terra sarda che dopo le problematiche che ha dovuto affrontare a causa del maltempo cerca come può di ricostruire la sua amata terra.

Un’altra regione in cui i saldi verranno applicati prima, è la Campania in cui gli sconti sono stati anticipati al 2 gennaio, ma per la maggior parte delle regioni i saldi inizieranno il 4/5 gennaio.

I saldi invernali 2014 dureranno 60 giorni e in questo periodo i commercianti sperano in un boom di acquisti dopo un periodo assai magro per le vendite. Per favorire le stesse alcuni hanno già applicato i noti “saldi interni” o “sconti privati”, che prevedono uno sconto sui servizi acquistati prima dei saldi invernali 2014.

Ricordate inoltre che i negozianti per l’inizio dei saldi hanno l’obbligo di apporre su tutti i loro servizi e prodotti un cartellino indicante:

  • il prezzo iniziale – percentuale di sconto applicata – prezzo scontato

Ma quali sono state le date dei saldi estivi 2013?

  • Basilicata: Potenza, Matera: 7 luglio
  • Calabria: Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia: 7 luglio
  • Campania:  Napoli, Avellino, Caserta, Benevento, Salerno: 7 luglio
  • Emilia Romagna:  Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini: 7 luglio
  • Friuli Venezia Giulia: Gorizia, Pordenone, Trieste e Udine: 7 luglio
  • Lazio: Frosinone, Latina, Rieti,  Roma, Viterbo: 7 luglio
  • Liguria:  Genova, Imperia, La Spezia, Savona: 7 luglio
  • Lombardia: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova,  Milano, Pavia, Sondrio, Varese: 7 luglio
  • Marche: Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro e Urbino: 7 luglio
  • Molise: Campobasso, Isernia: 7 luglio
  • Piemonte: Torino, Asti, Cuneo, Novara, Vercelli, Alessandria, Verbanio Cusio Ossola: 6 luglio
  • Puglia:  Bari, Foggia, Brindisi, Lecce, Taranto 7 luglio
  • Sardegna: Cagliari, Carbonia-Iglesias, Nuoro, Olbia Tempio, Oristano, Medio Campidano, Sassari, Ogliastra: 6 luglio
  • Sicilia: Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina,  Palermo: 7 luglio
  • Toscana: Arezzo, Firenze, Grosseto, Livrono, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena: 6 luglio
  • Umbria: Perugia, Terni: 7 luglio
  • Valle D’osta: Aosta: 7 luglio
  • Veneto: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza: 6 luglio
  • Trentino Alto Adige:  Bolzano: 29 giugno
  • Abruzzo: L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti: 7 luglio

Ecco i nostri consigli pre-acquisto dei saldi invernali 2014 – per fare shopping in maniera intelligente:

  • Non fatevi prendere dall’ansia dell’acquisto, confrontate il prezzo girando più negozi e acquistate sempre i prodotti che vi servono.
  • Andate dai vostri negozianti di fiducia, acquistando preferibilmente la merce di cui conoscevate già il prezzo, per poter valutare lo sconto effettivo.
  • Diffidate da chi pone uno sconto eccessivo pari o addirittura superiore al 60%, non si tratterà mai di un reale sconto.
  • Ricordate che ogni prodotto o bene dovrà avere il cartellino indicante tutte le informazioni necessarie per capire l’effettivo sconto.
  • I negozianti non hanno l’obbligo di far provare i capi, il consiglio quindi è quello di evitare compere di tal genere.
  • Conservate sempre lo scontrino perché in caso di merce “non conforme” il negoziante sarà costretto o a sostituire la merce o al rimborso di quanto pagato in precedenza.
  • In caso di falsi sconti invernali 2014 potete rivolgervi a diverse entità quali vigili urbani, ufficio comunale per il commercio o ad associazioni per consumatori.
Google+
© Riproduzione Riservata