• Google+
  • Commenta
25 marzo 2015

Il laureato il 28 e 29 Marzo al Teatro La Ribalta di Salerno

Locandina Il laureato

Il Laureato è la prima opera scritta e curata interamente da Valentina Mustaro, la regista salernitana, capace di mettersi alla prova su temi delicati ma soprattutto attuali

Locandina Il laureato

Locandina Il laureato

Segui le news sugli spettacoli  della tua città anche dalla Fan Page Ufficiale di Controcampus

Arriva al Teatro La Ribalta di Salerno lo spettacolo Il Laureato, opera curata dalla regista salernitana Valentina Mustaro.

Ma di cosa parla lo spettacolo Il Laureato?  Chi sono gli altri attori presenti nello spettacolo? Quando e dove è possibile vedere lo spettacolo teatrale il Laureato? Ecco recensione  della commedia di Valentina Mustaro al Teatro La Ribalta di Salerno il  28 e 29 Marzo 

La commedia teatrale Il laureato di Valentina Mustaro al Teatro La Ribalta di Salerno

La commedia Il laureato si presenta divisa in due atti, scorrevoli e divertenti, capaci di tenere lo spettatore incollato sulla sua poltroncina.

La protagonista, Elisa, si troverà di fronte a capovolgimenti che la renderanno priva di certezze e soprattutto la metteranno di fronte ad una scelta: piegarsi all’ipocrisia e al compromesso oppure far valere la verità? In fin dei conti è una domanda a cui ognuno di noi è sottoposto quotidianamente.

La commedia Il laureato affronta, con comicità ed ironia, temi attuali e di non facile soluzione: il timore dei giovani di affacciarsi al mondo del lavoro, la vittoria del mecenatismo a dispetto della meritocrazia, l’amicizia e l’amore spesso legati alla menzogna, la sincerità derisa e denigrata.. temi che restano aperti, lanciando al pubblico interessanti punti di riflessioni.

Non mancheranno le figure macchiettistiche che rappresentato prototipi della vita reale: Alfredo l’eterno Peter Pan, Silvia l’appassionata per l’orientale, la Sig.ra Viola madre possessiva e gelosa.. un insieme di personaggi e sfaccettature della società in cui è possibile rispecchiarsi o riconoscere la nostra contemporaneità del resto “il teatro è l’arte del confronto, con noi stessi e con gli altri”.


© Riproduzione Riservata