• Google+
  • Commenta
25 gennaio 2017

Blog di Matteo Renzi: di cosa parla e a cosa serve, Renzi riparte dalla Rete

Il Blog di Matteo Renzi
Il Blog di Matteo Renzi

Il Blog di Matteo Renzi

On line il Blog di Matteo Renzi: ecco di cosa parla e a cosa serve, quali sono gli argomenti che affronta e perchè Renzi riparte dalla Rete!

L’ex Premier riparte da un diario online. A distanza di due mesi dall’addio a Palazzo Chigi, Renzi riappare sulla scena politica. Lo fa inaugurando un nuovo spazio, in cui racconta quella che sarà la sua vita dopo l’esperienza di governo.

D’altronde l’ex Premier con i suoi tweet ci aveva già lasciato intendere di essere a suo agio con la Rete. E proprio alla rete che il Matteo nazionale affida alcune riflessioni sulla sua uscita dal governo dopo la bocciatura del referendum costituzionale.

Nel lungo scritto parla di futuro, di un futuro che deve tornare ed apre ad un dibattito sul cammino che il centrosinistra deve intraprendere per ricostruirsi.

Il blog di Matteo Renzi ha fatto subito notizia.

Molti hanno colto l’occasione per attaccarlo, criticando la sua scelta. Per molti è solo uno strumento per riacquistare una visibilità personale dopo la calata del sipario sul suo governo. Altri ancora ricordano che lui stesso aveva chiesto a Grillo, capo del partito dell’opposizione, di abbandonare il blog.

Insomma a distanza di poche ore dal suo primo post, renzi fa di nuovo parlare di sè. E’ iniziato, così, il suo ritorno alla vita pubblica, dopo un paio di mesi dedicati alla famiglia.

Blog di Matteo Renzi OnLine: di cosa parla e quali sono gli argomenti che affronta l’ex premier

Si rimette in moto Matteo Renzi. Lui stesso nel lungo post racconta che l’esperienza scout gli ha insegnato che dopo ogni arresto bisogna rimettersi in cammino. Il suo cammino parte da alcune riflessioni sul lavoro svolto durante i 1000 giorni di governo.

Rivendica molti successi. Dall’aumento dell’occupazione con il Jobs act, all’abolizione dell’Imu. Dal completamento di importanti opere infrastrutturali agli 80 euro di aumento stipendiale.

Esprime, poi, amarezza per il fallimento del referendum che ha avuto come conseguenza la sua uscita dalla politica. Dice, però, di essere desideroso di guardare avanti, nonostante il rammarico di non aver potuto attuare tutte le riforme progettate.

Il blog di Matteo Renzi si propone dunque come uno spazio aperto, un luogo di dibattito. Al centro ci sarà la discussione sul ruolo dell’Europa. Secondo la visione del segretario pd occorre ripartire dal concetto di Europa come elaborato nei primi documenti del 1941 a Ventotene. Una comunità, insomma, dove le regole siano rispettate, ma non ci siano diktat da parte di “euro burocrati”.

C’è anche spazio per una riflessione sul Partito democratico. L’attuale segretario si augura che il partito metta in atto una rivoluzione delle idee, investendo sui giovani ma con uno sguardo attento alla povertà e ai soggetti emarginati.

Infine, apre il blog al dibattito, lasciando intendere che sarà di nuovo in campo per portare avanti le sue idee.

Il blog di Matteo Renzi usa la piattaforma Medium: come funziona

L’ex premier e attuale segretario del Pd ha scelto la piattaforma Medium per lanciare il suo nuovo progetto in Rete.

Una scelta a ben vedere in linea con la preferenza espressa da sempre per il social network Twitter. Durante la sua esperienza di governo, Renzi, ha dimostrato subito di essere un premier 2.0. La sua volontà di interfacciarsi in maniera immediata con i cittadini l’ha condotto a servirsi dei famosi cinguettii per illustrare questo o quel progetto. Non stupisce, dunque, che per il suo diario online abbia scelto Medium, che è un ibrido tra Twitter e una piattaforma di blogging. Inoltre, è stata creata dal cofondatore di Twitter.

Il blog di Matteo Renzi è quindi affidato ad una piattaforma di facile ed intuitivo utilizzo.  Medium consente di organizzare bene i contenuti, con topic e categorie specifiche. Inoltre, consente di personalizzare i post evidenziando le frasi più significative ed aprendo gli argomenti alla discussione. L’interazione è, infatti, uno dei profili più importanti per chi usa la rete.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy