• Google+
  • Commenta
7 settembre 2017

Come presentarsi ad un cliente e farsi pubblicità: approccio e saluto

Come presentarsi ad un cliente
Come presentarsi ad un cliente

Come presentarsi ad un cliente

Le migliori tecniche per sapere come presentarsi ad un cliente nuovo o potenziale e per come farsi pubblicità in maniera efficace: regole di l’approccio, presentazione e saluto.

Diventare buoni venditori richiede tanta esperienza. In alcuni casi si tratta di una dote innata, ma ci sono anche tecniche di vendita che aiutano i commerciali a presentarsi al meglio e a rendere efficace la presentazione fin dai primi istanti.

Il primo contatto con un cliente è fondamentale, e nulla deve essere lasciato al caso. Infatti gli esperti indicano che è in questa fase che bisogna curare ogni dettaglio, e studiare sapientemente le mosse da compiere. Il primo approccio quindi diventa fondamentale per riuscire a fissare un appuntamento.

Non basta semplicemente essere bravi con le parole a sottolineare le capacità e qualità di un determinato prodotto.

Per riuscire ad ottenere la fiducia del proprio interlocutore, ci sono delle vere proprie tecniche e trucchi che aiutano a instaurare con successo una relazione.

Sapere come presentarsi ad un cliente nuovo o potenziale è il punto di partenza per portare a termine con successo una vendita. Impressionare positivamente una persona che non si conosce, riuscire ad ottenere un giudizio positivo da parte del proprio interlocutore sono i punti fondamentali per imparare a gestire un primo contatto. Ecco i consigli da tenere presenti quando ci si avvicina e si lasciano i propri contatti o un biglietto da visita ad una nuova persona.

Come presentarsi ad un cliente nuovo o potenziale: le migliori tecniche di approccio

Una buona vendita dipende da diversi fattori. L’approccio non deve essere sottovalutato perché rappresenta la base sulla quale poi si andrà instaurare una trattativa. Gli esperti di marketing e di comunicazione sono concordi nell’affermare che esiste un cosiddetto linguaggio statico del corpo che contribuisce a rendere ancora più efficaci alcune tecniche persuasive.

Una presentazione è di successo se riesce a suscitare una buona impressione nel suo interlocutore. Per fare colpo su un cliente o su una persona alla quale ci si presenta, non bisogna trascurare il linguaggio del corpo. Infatti alcune reazioni negative dipendono proprio da questo, da gesti inconsci che vanno ad influenzare nel bene o nel male chi ci si trova di fronte.

Chi si interroga su come presentarsi ad un cliente potenziale per concludere una vendita, non deve sottovalutare il proprio abbigliamento e la cura della propria persona. La prima cosa sulla quale bisogna puntare è proprio l’abbigliamento. Prediligere uno stile tradizionale assicura un buon grado d’accettazione della maggior parte delle persone con le quali si interloquisce. Un altro momento fondamentale di una  buona presentazione è la stretta di mano. È preferibile che sia il cliente a tendere per primo la mano, per evitare di essere troppo diretti. La stretta di mano deve essere ben calibrata. Quando è troppo forte si rischia di passare per aggressivi. Quando invece è poco vigorosa si da’ di impressione di essere sfiduciati. Se la stretta di mano è troppo prolungata, si rischia di sembrare invadenti. Se è troppo veloce, risulta essere poco incisiva.

Come presentarsi ad un cliente, dal biglietto da visita alla brochure

Altro momento fondamentale delle presentazioni è lo sguardo. Guardare negli occhi la persona alla quale ci si presenta è indice di sicurezza. È importante avere fiducia in se stessi e nel prodotto che si intende vendere. Il venditore è il primo a credere nelle qualità e nelle potenzialità del proprio prodotto. Ed è per questo che occorre trasmettere fin da subito una sensazione di sicurezza. Accogliere poi una persona nuova con un sorriso, trasmette simpatia e quindi benevolenza da parte del proprio interlocutore.

Ma come presentarsi ad un cliente e riuscire subito a fare pubblicità al proprio prodotto? Per essere sicuri che il potenziale acquirente comprenda il proprio nome e quello del prodotto che si intende vendere, è necessario scandire bene le parole quando le si pronuncia.

Per essere sicuri che il nome del proprio prodotto sia stato compreso bene, è possibile esibire un biglietto da visita, brochure o depliant, nel momento stesso in cui avviene la presentazione. Un trucco può essere quello di indicare con il dito la sigla o il nome del proprio prodotto, così da essere sicuri che il potenziale cliente lo abbia memorizzato. Un trucco che può tornare utile è quello di lasciare un biglietto da visita che la potenziale clientela possa avere l’occasione di rileggere quando si trova da sola.

Infine una buona presentazione termina quando si riesce a catturare l’attenzione dell’interlocutore. Puntare subito sull’eventuale risparmio o sull’eventuale vantaggio che comporterebbe l’acquisto del prodotto venduto. Per imparare ad usare le tecniche di vendita, il segreto è esercitarsi molto. Non bisogna scoraggiarsi se inizialmente sono poche le persone che mostrano fiducia o disponibilità.

Google+
© Riproduzione Riservata