• Quarta
  • Bonanni
  • Dalia
  • Alemanno
  • Pasquino
  • Miraglia
  • Liguori
  • Barnaba
  • Bruzzone
  • Cacciatore
  • Grassotti
  • Gelisio
  • De Leo
  • Rossetto
  • Leone
  • Andreotti
  • De Luca
  • Casciello
  • Romano
  • Baietti
  • Carfagna
  • Bonetti
  • Crepet
  • Cocchi
  • Meoli
  • Tassone
  • Ward
  • Falco
  • Scorza
  • di Geso
  • Valorzi
  • Ferrante
  • Califano
  • Gnudi
  • Chelini
  • Paleari
  • Boschetti
  • Algeri
  • Mazzone
  • Coniglio
  • Quaglia
  • Catizone
  • Romano
  • Rinaldi
  • Napolitani
  • Santaniello
  • Buzzatti

Come migliorare la voce per parlare, dizione, esercizi e respirazione

Cristina Siciliano 2 Marzo 2021
C. S.
28/07/2021

Consigli e tecniche per come migliorare la voce rauca, nasale per parlare dal vivo, nei video, in chat, dizione ed esercizi di respirazione del doppiatore Alessandro Quarta.

La capacità di impegnarsi in una conversazione significativa e di fare la differenza o avere un impatto sulle decisioni chiave passa anche dall’essere bravi a parlare. Chi sa come fare per avere una voce bellissima o più profonda, ha la capacità di influenzare i risultati e manipolare i contesti con le parole che pronuncia. Nel momento in cui apriamo la bocca per parlare, veniamo giudicati. Man mano che le parole vengono pronunciate, si fanno supposizioni su chi siamo: le presunzioni sulla nostra intelligenza, desideri, determinazione, fiducia e influenza sono tutte dedotte da come usiamo le nostre voci.

Le ragioni per cui si vuole migliorare il proprio timbro vocale sono tante, motivi sia personali che professionali. Pensiamo ad attori, doppiatori, speaker radiofonici, cantanti e conduttori televisivi, professioni che richiedono un bel timbro. Per cantare ad esempio è necessario seguire corso di formazione e di dizione.

Non mancano motivazioni professionali, pensiamo a politici, professori o rappresentanti aziendali, persone che hanno un contatto con il pubblico con cui devono parlare bene.

Non è meno importante, l’intento personale. Il tono vocale può essere utile anche per scoprire un tradimento. E ancora a chi non è capitato di chiedersi come avere una bella voce più profonda in audio WhatsApp o per registrare un video.

Naturalmente, nessuno vieta di seguire su YouTube le nozioni basilari su come fare a migliorare la voce per il canto e come  aumentare l’estensione vocale.  Ma se si vuole approfondire nel dettaglio, nulla potrà equiparare un corso di dizione. In questo modo, si acquisiranno non solo tutte le tecniche vocali, ma anche esercizi di respirazione utili per allenare il proprio strumento vocale.

A dirci come migliorare la voce per parlare meglio dal vivo, al telefono, in un video o in un audio vocale per WhatsApp e Clubhouse, saranno il doppiatore Alessandro Quarta e l’attrice teatrale Sara De Santis. 

Come migliorare la voce per parlare e perché avere una bella voce e parlare bene è importante

Oggigiorno, sapere come migliorare la voce per parlare bene, così da avere un timbro vocalico bello, è molto importante perché influenza il modo di comunicare e la percezione che gli altri hanno di noi.

Per migliorare il proprio strumento vocale, bisogna acquisire maggiore consapevolezza delle proprie capacità vocali. A spiegarci come il doppiatore Alessandro Quarta e l’attrice teatrale Sara De Santis.

“Lo strumento vocale è una parte molto importante della comunicazione tra le persone. – Ci fa notare l’attore Alessandro Quarta –  Essendo questo uno strumento che genera emozioni e comunicazione, deve essere curato. Soprattutto bisogna imparare a conoscerlo.”

“Dal mio punto di vista – Spiega l’attrice Sara De Santis – E’ molto importante capire realmente qual è la propria identità vocalica, perché non è sempre quella che si usa. In genere si è aiutati da vocal coah, oppure esperti che hanno l’orecchio abbastanza allenato e quindi sono in grado di lavorare sulla vocalità. In molte situazioni il tono vocale risponde anche all’emotività. Alle situazioni in cui si parla e quindi  spesso quando uno ci lavora scopre la propria identità vocale”.

La prima cosa da curare nel timbro vocale – Continua Sara De Santis – è la parte della respirazione. Per sapere come migliorare la voce per parlare, bisogna andare o da un’insegnante di dizione o seguire corsi di dizione on-line su YouTube. In casi più seri occorre andare da un logopedista”.

Come parlare bene dal vivo o in un vocale audio da inviare

Spesso risulta difficile sapere come parlare bene dal vivo, una paura che si chiama glossofobia. Sapere come parlare bene in un audio whatsapp o per ClubHouse o diversamente in pubblico, indipendentemente dalla professione che si esercita, è l’aspirazione di molti. Il nostro tono, la sua qualità e inflessione indicano che tipo di persona siamo. Trasmettono umore e sensazioni, e avere la capacità di proiettare suoni appropriati può fare la differenza nel modo in cui veniamo percepiti. Se usata in modo efficace, lo strumento vocale può lavorare a nostro favore e migliorare le nostre relazioni personali e professionali. Pertanto, avendo la consapevolezza di come usare correttamente la voce, possiamo controllare come parliamo, migliorare l’efficacia e sembrare più sicuri.

Molte persone che non sanno come migliorare la voce per parlare bene in un audio vocale, si riducono ad inviare un sms.

Anche l’emotività è decisiva: più siamo consapevoli di noi,  più è facile che il  nostro suono vocale abbia una buona portata. Mentre, quando siamo in imbarazzo, ad esempio in pubblico, in video call o quando facciamo un audio vocale WhatsApp, il nostro tono può essere tremula e stridula. Ma perché? Cosa bisogna fare per parlare bene dal vivo o in un vocale audio da inviare? Quali sono gli esercizi di respirazione che possono migliorare la nostra espressività vocale?

“Uno degli esercizi di respirazione molto importante per il timbro vocale è quello di imparare a respirare di diaframma. – Ci spiega l’attrice Sara De Santis –  Poi, un’altra cosa importante è quella di fare tanto esercizio di ascolto, non del proprio strumento vocale ma di quello altrui.

Non esistono esercizi specifici per sapere come migliorare la voce per parlare in pubblico. – Continua l’attrice – Semplicemente, bisogna respirare in maniera profonda ed abbandonarsi ad un respiro naturale. Poi, come seconda cosa,  bisogna tener sempre presente l’interlocutore e non se stessi. Il motivo per cui la comunicazione non funziona è che una persona pensa a sé e a quanto sia preoccupata. Questo è sbagliato perché se si concentra sul proprio interlocutore la comunicazione in genere funziona. Il suono vocale deve uscire in avanti e quindi va verso l’altro, per cui lo si porta proprio fisicamente verso fuori”.

Come migliorare la voce per parlare dal vivo

Di seguito alcune regole per migliorare il tono e sapere come avere una bella voce per parlare:

  • Respirare correttamente e tenere la postura giusta. Mentre si inspira ed espira, bisogna gonfiare l’addome e la zona dei reni con il fiato. Le spalle non dovrebbero muoversi su e giù quando si respira.
  • Usare gli addominali. Usare i muscoli della parte bassa della schiena (nella zona dei reni) nello stesso modo, per controllare la respirazione.
  • Imparare la postura corretta. Bisogna fare attenzione alla posizione dei piedi e bisogna tenerli distanti. Tenere le ginocchia rilassate e leggermente piegate e l’addome rilassato, pronto a essere contratto. Le spalle dovrebbero scivolare indietro verso il basso, così da tenere la schiena dritta. Tenere il petto leggermente verso l’altro e verso l’esterno, tenendo il mento parallelo al pavimento.
  • Essere rilassati.
  • Tenere la bocca aperta ma rilassata.
  • Vocalizzare tutti i giorni per 5 minuti.
  • Bere la giusta quantità d’acqua. 
Come migliorare la voce per parlare al telefono o in audio da inviare
  • Respirare di diaframma.
  • Modulare il tono e le pause.
  • Esprimersi in modo chiaro e lento, ma non senza ritmo.
  • Non bisogna temere di intervallare le frasi con piccoli attimi di silenzio.
  • Respirare profondamente crea armonia acustica: rilassa se stessi e chi ci ascolta.
  • Evitare di generalizzare e di parlare per dogmi assoluti.
Come migliorare la voce rauca per parlare dal vivo o al telefono

Una delle cause maggiori di tono vocalico rauco è lo sforzo eccessivo delle corde vocali. La prevenzione rappresenta l’arma vincente contro qualsiasi malanno. Ecco perché tutelare le vie respiratorie, ci rende meno sensibili a problematiche. Ma perché succede? Come migliorare la voce rauca per parlare dal vivo, al telefono o in un vocale?

“Quando si parla di afonia e quindi, tono rauco, bisogna fare delle distinzioni. – Commenta l’attore Alessandro Quarta – C’è chi sforza così tanto il proprio strumento vocale da farlo diventare rauco e chi invece lo possiede normalmente. In quest’ultimo caso la persona non utilizza la cassa armonica del proprio corpo ma utilizza la gola e quindi sforza le corde vocali. Che poi a lungo andare possono avere delle lesioni o noduli che necessitano l’intervento di un foniatra.

“Infatti – Sottolinea l’attrice Sara De Santis – quando si parla di afonia, ma soprattutto quando c’è un’infiammazione alla gola, bisogna andare dal foniatra per valutare il problema. Spesso è necessario restare in silenzio e far riposare le corde vocali. Magari dopo un’oretta e due si possono già notare dei miglioramenti”.

Come migliorare la voce nasale dal vivo, telefono o vocale

Correggere un tono vocale nasale è qualcosa che interessa non solo i cantanti, gli attori o i doppiatori, ma anche le persone comuni. Infatti, questo particolare tipo di tono vocalico è “un atteggiamento” che può presentarsi non solo nel canto, ma anche nel parlato.

Esiste qualche tecnica specifica? L’attrice Sara De Santis ci fornisce un utile esercizio e qualche consiglio.

“Un esercizio che si potrebbe fare per sapere come migliorare la voce per parlare è quello con la cannuccia. Bisogna soffiare dentro la cannuccia ed emettere un suono, ad esempio “u”. Se si riesce a fare questo suono “correttamente” questo tipo di esercizio aiuta a spostare il proprio suono vocale dalla parte nasale a quella che si chiama “la maschera”, perché si riesce a timbrarla“.

Un consiglio che mi sento di dare – Continua l’attrice Sara De Santis –  è soprattutto quello di fare qualcosa per conoscere e migliorare il proprio strumento vocale. Ad esempio seguire le lezioni di canto, tecniche vocali oppure andare da un logopedista che può farti scoprire come lo strumento vocale può cambiare suono

“I motivi che condizionano il proprio strumento vocale – Conclude – possono essere vari: emotivi, ormonali, di crescita, problemi posturali, di corde vocali. Possiamo dividerli in due grandi categorie: alcuni riguardano la struttura corpo altri invece, l’emotività e solitamente lavorano insieme, o l’uno è causa dell’altro“.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Cristina Siciliano Sono laureata in Lettere Moderne e specializzanda in Filologia Moderna (curr. Umanistica Digitale). Ho esperienza nell'ambito della comunicazione ed ho svolto l'attività di pubblicista per diverse testate giornalistiche online, anche all'Estero. In questi ultimi due anni ho potuto lavorare come assistente part-time all'Università. Ho un'ottima conoscenza della lingua inglese e buone capacità informatiche e di Team working. Attualmente il mio punto di forza è sicuramente la mia modestia, che mi permette di conoscere tutti i miei limiti. Ho una grande passione per la scrittura, che è nata sulla carta ed è migrata sulla tastiera. Infatti, mi piace scoprire, conoscere, imparare e amo qualsiasi cosa racconti una storia. Leggi tutto