• Google+
  • Commenta
4 novembre 2018

Come diventare medico legale: quale laurea serve e guadagno

Come diventare medico legale
Come diventare medico legale

Come diventare medico legale

Ecco come diventare medico legale: percorso di formazione, che cos’è la perizia medico legale, il ruolo del medico legale nel processo penale.

Chi è, cosa fa, quanto guadagna, come si diventa medico legale, cosa può fare un medico legale?

Perché fare il medico legale? Queste le domande a cui risponderemo in questa guida oggi.

Una delle professioni legali più richieste e del futuro è quella del medico legale. Quella della medicina legale è una branca che si congiunge al diritto. Attraverso l’applicazione di conoscenze mediche al diritto, si effettuano perizie e consulenze tecniche in ambito civile e penale. Il medico legale è contattato dal giudice per effettuare perizie (spiegazioni tecnico-scientifiche) nel ruolo di Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU).

Quali sono le principali attività di un medico legale?

  • visite medico-legali con relazioni scritte;
  • ispezioni di controllo;
  • perizie giudiziarie, le CTU ed i pareri medico-legali.

Grazie alla sua figura professionale è possibile stabilire le cause di un avvenimento sia sotto il profilo medico che giuridico. Ma facciamo un esempio per comprendere nel dettaglio cosa fa un medico legale.

Un uomo viene trovato morto ne suo appartamento. Per risalire alle cause dell’accaduto la procura richiede una perizia di un medico legale. Egli dovrà accertare le cause del decesso facendo un’autopsia sul cadavere. Da queste approfondite analisi è possibile comprendere le cause della morte (cause naturali o meno).

Come diventare medico legale: percorso di formazione, laurea e specializzazione

Abbiamo compreso cosa fa, chi è e quando viene richiesto l’intervento di questo professionista, ma come diventare medico legale? Quale il percorso formativo?

Il percorso per diventare medico legale ha inizio con l’iscrizione ai test di accesso programmato MIUR. Superati i test sarà possibile iscriversi alla Facoltà di Medicina, della durata di sei anni. Concluso il percorso di studi ed acquisito il titolo di laurea, bisognerà iscriversi all’Albo dei Medici per poter iniziare ad esercitare la professione, ma dopo aver superato anche l’esame di abilitazione. 

Altro passo importante per avere la giusta formazione è iscriversi ad una scuola di specializzazione di Medicina Legale. Al termine del percorso di quattro anni sarà possibile esercitare la professione a tutti gli effetti. Ma oltre alle principali attività di perizia, cosa viene richiesto ad un medico legale?

Ad un medico legale sono richieste anche:

  • certificazioni mediche;
  • visite mediche di controllo;
  • invalidità Inps e Inail;
  • diritto di famiglia;
  • danno alla persona;
  • valutazioni delle capacità civili e lavorative.

Quanto guadagna un medico legale: stipendio medio e retribuzione

La professione di medico legale richiede molto impegno, dedizione, motivazione e soprattutto grandi competenze. Per risalire alla verità dei fatti in ambito giuridico bisogna avere conoscenze scientifiche e giuridiche idonee a comprendere a fondo gli avvenimenti. Quasi sempre l’esito di un processo sulle cause del decesso sono fondamentali agli occhi di un giudice. 

L’ambito medicina generale è uno dei rami più interessanti soprattutto dal punto di vista economico. Grazie all’ampia professionalità di questa figura i guadagni possono variare da 0 a 10.000 euro al mese. Essendo un libero professionista stabilisce lui il costo dei suoi servizi, ma generalmente più la specializzazione è forte e più il tariffario è alto.

Un medico legale che lavora nei tribunali può guadagnare dai 3000 ai 7000 euro al mese, invece se il medico legale lavora come CTU, il guadagno è fissato dal giudice in base alla lettura di tabelle su cui sono inseriti compensi specifici. 

Il percorso per come diventare medico legale è molto interessante, richiede una grande passione ed attitudine. A differenza di altri percorsi medici richiede soprattutto competenze giuridiche forti.

Google+
© Riproduzione Riservata