• Google+
  • Commenta
10 Gennaio 2019

Date del Carnevale 2019: quando inizia, che giorno è martedì grasso

Date del Carnevale 2019
Date del Carnevale 2019

Date del Carnevale 2019

Ecco quali sono le date del Carnevale 2019: quando inizia, quanto durano le vacanze di Carnevale quest’anno e in che giorno cade martedì grasso.

Dopo la pausa natalizia, si inizia a pensare alla prossima festività, che è quella del Carnevale. Una ricorrenza che ogni anno si tiene in un giorno diverso. E quindi anche quest’anno bisogna vedere in che data viene carnevale 2019. In Italia poi questa ricorrenza è particolarmente sentita, ed i suoi festeggiamenti sfarzosi sono famosi in tutto il mondo. Una delle feste più celebri è il Carnevale di Venezia: è in questa suggestiva location che sfilano le maschere più famose della tradizione italiana. A Rio di Cannoregio è possibile assistere ad uno spettacolo unico al mondo: le maschere del carnevale veneziano sulle gondole.

Sapere in anticipo quand’è Carnevale, consente poi di organizzare anche un breve viaggio a Viareggio, dove alle maschere della tradizione, si aggiungono anche i carri allegorici.

I carri del Carnevale di Viareggio sono famosi in tutto il mondo. Sono realizzati con cartapesta e portano a sfilare la satira per le strade della città. C’è poi il carnevale di Fano, dove i carri allegorici sono guidati dal cosiddetto Pupo, che ogni anno apre il corteo. Oppure c’è il carnevale di cento,  famoso invece per il Gettito, che è il momento più atteso, quando vengono lanciati alla folla gadget e dolciumi.

Altra festa famosa in Italia è il Carnevale di Ivrea, dove si tiene la tradizionale battaglia a colpi di  arance. Oppure il Carnevale di Verona, Con il celebre Papà del Gnoco, maschera legata alla tradizione locale.  E poi c’è il Carnevale di Putignano, quello Ambrosiano, o quello di Monza.. Da Nord a Sud c’è solo l’imbarazzo della scelta. Vediamo quindi in quale giorno quest’anno cadono i festeggiamenti.

Date del Carnevale 2019: quali sono i giorni e quanto durano le vacanze di Carnevale

Il termine Carnevale significa “togliere la carne” e deriva dall’espressione carnem levare. Ciò perché il giorno successivo alla fine del Carnevale (Mercoledì delle Ceneri) inizia il periodo di Quaresima. Ed il Carnevale infatti nel calendario cattolico/romano si colloca necessariamente tra l’Epifania e l’inizio della Quaresima. Le date del Carnevale quindi cambiano ogni anno in quanto anche la Pasqua è una festa mobile. È per calcolare il giorno di Carnevale, è necessario conoscere anche in che giorno sarà Pasqua quest’anno .

Va detto che la data della Pasqua si celebra sempre in una domenica compresa tra il 22 marzo ed il 25 aprile. La Resurrezione si celebra sempre la domenica dopo il primo primo plenilunio successivo all’equinozio di primavera. Si parla di Pasqua bassa quando cade entro l’8 aprile. La Pasqua si dice alta quando invece cade dopo. Ecco le date del Carnevale 2019: Giovedì grasso: 28 febbraio; Carnevale: 3 marzo; Martedì grasso: 5 marzo; Mercoledì delle Ceneri, 1° giorno di Quaresima: 6 marzo.

Quando si festeggia carnevale 2019, Martedì e Giovedì Grasso

Martedì e Giovedì Grasso sono due giorni molto importanti. Sono le due date principali del periodo celebrativo del carnevale. Ma qual è il significato del Martedì e Giovedì Grasso e qual è la differenza? Il Mercoledì delle ceneri da’ inizia il periodo di penitenza e digiuno della Quaresima. Il giorno prima quindi, che è martedì grasso, è l’ultimo giorno in cui bisogna esaurire tutto il cibo che non si potrà mangiare nelle settimane successive. Il martedì è quindi il giorno quindi in cui si può esagerare perché “giustificati”, per evitare lo spreco. E’ consentito qualche eccesso prima di chiudersi nella Quaresima di penitenza.

In realtà tutti i giorni del Carnevale sono celebrativi, ma il cosiddetto Giovedì Grasso più degli altri per alcune tradizioni. Secondo alcuni, il motivo è che il Giovedì Grasso è il giorno in cui si celebrava la vittoria della Serenissima, quella del doge Vitale Michiel II sul Patriarca Ulrico di Aquileia. Per ricordarla fu stabilito che ogni giovedì grasso macellai e fabbri avrebbero tagliato la testa ai tori, simbolicamente l’idea è il togliere ogni ostacolo.

A Venezia è «marti» grasso, ed è il giorno in cui viene proclamata la Maria del Carnevale, la prescelta fra le 12 fanciulle povere cui il Doge regalava la dote per andare spose. Sempre in questo giorno si teneva lo svolo del Leon: un telo dipinto vola dal campanile sopra il pubblico in piazza San Marco. Ma in Italia le differenze del Carnevale sono anche a tavola. Come per il nome dei dolci tipici, simili fra loro solo nell’aspetto: chiacchiere, bugie, sfrappole, cenci.

Google+
© Riproduzione Riservata