• Google+
  • Commenta
25 Aprile 2019

Formula 1 GP domenica 28 aprile 2019: Gran Premio d’Azerbaijan

Formula 1 GP domenica 28 aprile 2019
Formula 1 GP domenica 28 aprile 2019

Formula 1 GP domenica 28 aprile 2019

Anticipazioni della Formula 1 GP d’Azerbaijan di domenica 28 aprile 2019: strategie di gara e possibile Pole Position. 

Dopo due settimane di attesa tornano finalmente in pista le monoposto della Formula 1 che saranno impegnate sul circuito di Baku.

In un weekend ricco di eventi sportivi in programma, le Ferrari di Vettel e Leclerc proveranno ad insediare la Mercedes di Hamilton e Bottas.

I due piloti della scuderia inglese comandano infatti la classifica piloti con l’inglese in vantaggio di 6 punti sul compagno di squadra finlandese.

Quarto e quinto posto invece per il tedesco e il monegasco del team di Maranello.

Poco meglio la situazione per quanto riguarda la classifica costruttori che vede il team in rosso al secondo posto dietro all’irraggiungibile Mercedes.

Il Gran Premio d’Azerbaijan è il quarto appuntamento di questo mondiale, dopo quelli di Australia, Bahrain e Cina. 

Ma andiamo a vedere più da vicino come arrivano piloti e team alla gara del circuito azero.

Formula 1 GP domenica 28 aprile 2019: possibili Pole Position del Gran Premio d’Azerbaijan

Il Gran Premio d’Azerbaijan ha avuto inizio poco più di un’ora fa (precisamente alle 15:00 italiane) con la consueta conferenza stampa dei piloti. Le monoposto scenderanno però in pista solo domani, quando alle 11:00 italiane scatterà il primo semaforo verde per la prima sessione di prove libera a cui seguirà la seconda alle 15:00.

L’ultima sessione di prove libere è in programma sabato alle 12:00, dopodiché si farà sul serio con la Pole Position che scatterà alle 15:00. La gara ovviamente in programma domenica a partire dalle 14:10 in diretta esclusiva su Sky Sport F1 (canale 2017) e Sky Sport Uno (canale 201). 

Ancora una volta, come già accaduto due settimane fa a Shanghai, le Ferrari saranno costrette ad inseguire le Frecce d’Argento della Mercedes. 

Hamilton, che occupa la prima posizione, ha già 31 punti di vantaggio sul primo pilota del cavallino rampante che è Vettel, fermo al quinto posto. E le statistiche di certo non aiutano il team di Maranello dato che solo nel 2017 (vittoria di Ricciardo su Red Bull) il team inglese non è riuscito a vincere sul circuito azero.

Nel 2016 fu infatti Rosberg a trionfare, mentre lo scorso anno fu il solito Hamilton a portarsi a casa la vittoria. I pronostici quindi pendono, come sempre, a favore delle Frecce d’Argento inglesi che anche quest’anno sono sicuramente il team da battere. Leclerc e Vettel dovranno fare certamente meglio dei rispettivi terzo e  quinto posto conquistati in Cina se vorranno avere qualche speranza di competere con le Mercedes.

Strategie GP d’Azerbaijan di domenica 28 aprile 2019

Il circuito di Baku è senza alcun dubbio un tracciato di nuova generazione che, presentato nel 2014, presenta un’unicità esemplare in termini di caratteristiche e spettacolarità.

Secondo solo a Spa per quanto riguarda la lunghezza, il tracciato azero è lungo all’incirca 6 chilometri con un rettilineo di partenza lungo 2.

Caratterizzato da curve molto strette che renderanno la vita difficile alle monoposto, che quest’anno sono più larghe di almeno 20 cm, il tracciato obbligherà i team ad adottare strategie mirate e precise che garantiscano velocità e capacità di carico.  La Pirelli ha scelto inoltre, come set di pneumatici per la gara, le C2 (hard), le C3 (Medium) e le C4 (soft). I team di Ferrari, Mercedes e Red Bull hanno fatto, in questo senso, scelte diverse gli uni dagli altri.

E cosa da non trascurare in questa gara di Formula 1 GP d’Azerbaijan è il fatto che la stessa si svolgerà ad un orario diverso da quello delle prove e quindi con temperature un po’ più fredde.

Google+
© Riproduzione Riservata