• Google+
  • Commenta
26 Aprile 2019

In arte Mina speciale musicale che fa ritornare la cantante in TV

In arte Mina
In arte Mina

In arte Mina

In arte Mina, produzione targata Rai, trasmessa lunedì 22 aprile 2019 su Rai3: di cosa si tratta, come sono andati gli ascolti e da dove è possibile rivederlo

Nuova produzione targata Rai durante la quale Pino Strabioli racconta la vita dall’artista ripercorrendo i luoghi simbolo della vita e ovviamente della carriera della Tigre di Cremona.

Il programma ha totalizzato il 6,8% di share nonostante il resto del palinsesto fosse ricco di programmi molto competitivi. La stessa Rai ha proposto come alternativa su Rai1 le avventure del commissario Montalbano nato dalla penna di Camilleri. Ma come sempre l’artista, con classe, ha vinto la sua sfida. Anche la fantastica Raffaella Carrà l’avrebbe voluta al suo “A raccontare comincia tu, ma come spiega la conduttrice, “non ho voluto chiedere per non mettere Mina in condizione di dire di no”.

In arte Mina speciale musicale della Tigre di Cremona nasce dalla volontà di raccontare questa grande artista lontana dalle scene ma sempre sulla cresta dell’onda. I suoi successi risultino intramontabili e la sua fama, mondiale. Ospiti della serata Fiorello, Giorgia e Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

Speciale musicale In arte Mina: ospiti, come sono andati gli ascolti e come rivederlo

Lo speciale su Mina è una nuova produzione targata Rai durante la quale Pino Strabioli racconta la vita dall’artista ripercorrendo i luoghi simbolo della vita. E ovviamente della carriera della Tigre di Cremona.

In arte Mina speciale musicale della Tigre di Cremona nasce dalla volontà di raccontare questa grande artista lontana dalle scene ma sempre sulla cresta dell’onda. I suoi successi risultino intramontabili e la sua fama, mondiale. Ospiti della serata Fiorello, Giorgia e Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro.

Anna Maria Mazzini, in arte Mina, decide di non apparire più in tv alla fine dell’agosto del 1978. Alle spalle ha già vent’anni di onorata carriera, ma è con questo colpo di scena che Mina diventa un vero mito della musica italiana. La sua sparizione dalle scene diviene un caso mediatico.

Il pubblico perde il contatto visivo con l’artista, ma le sue canzoni continuano a farsi strada e le notizie sui continui no di Mina alle richieste di partecipazioni si fanno sempre più insistenti. Mina afferma infatti di aver preso questa decisione dopo aver visto che la tv stava, a detta sua, prendendo una “direzione a lei poco gradita”.

Il programma ha totalizzato il 6,8% di share nonostante il resto del palinsesto fosse ricco di programmi molto competitivi. La stessa Rai ha proposto come alternativa su Rai1 le avventure del commissario Montalbano nato dalla penna di Camilleri. Ma come sempre l’artista, con classe, ha vinto la sua sfida. E’ possibile rivedere lo speciale su Mina dal video sul sito RaiPlay.

Mina e il possibile “Ritorno in tv”: ancora oggi tutti la vogliono

Le voci di oggi la vorrebbero come direttore artistico di Sanremo 2020. Infatti è proprio suo figlio, Massimiliano Pani a parlare di questa possibilità che sembra essere molto reale e alla quale, a quanto sembra, la grande Mina non rifiuterebbe. Il perchè è presto detto, l’artista ha infatti sempre visto la musica in tv come anima, sangue e cuore e forse è proprio attraverso la musica e il festival che potrebbe ritrovare il contatto con il suo pubblico.

Anche la fantastica Raffaella Carrà l’avrebbe voluta al suo “A raccontare comincia tu”, ma come spiega la stessa Raffaella, non ho voluto chiedere per non mettere Mina in condizione di dire di no, forse proprio visto il programma dedicato già inserito in palinsesto.

Non ci resta che attendere gli sviluppi di queste vicende. Di sicuro la Rai sta lavorando molto su questo progetto che sembra non essere così impossibile.

Google+
© Riproduzione Riservata