• Google+
  • Commenta
26 Luglio 2019

Anna Frank: storia, mappa concettuale, analisi del testo e frasi

Anna Frank
Anna Frank

Anna Frank

Ecco chi era Anna Frank: storia della sua vita, trama del suo Diario, mappa concettuale e approfondimenti con breve analisi del testo e le più belle frasi si Anna Frank.

Deportata e scrittrice ebrea tedesca, è divenuta un simbolo della Shoah per il suo Diario, scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti.

Numerosi sono gli adattamenti del Diario di Anna Frank, per il teatro, il cinema e la televisione utilizzati anche nel mondo della scuola e università.

Il più famoso è quello teatrale di Frances Goodrich e Albert Hackett che nel 1955 ebbe un enorme successo.

Sulla base di questo lavoro teatrale sono nate le prime versioni cinematografiche e televisive, incluso il film di George Stevens che nel 1959 fece conoscere a livello internazionale la vicenda dell’Olocausto.

Scopriamo dalle più belle frasi di Anna Frank, chi era e cosa ha fatto nella sua vita, analisi del testo del Diario, mappa concettuale da scaricare gratis e le più citazioni e aforismi.

Chi era Anna Frank: storia, trama e analisi del testo per esami  di scuola – scarica PDF

Annelies Marie Frank nasce il 12 giugno 1929 a Francoforte sul Meno. Da piccola vive nell’edificio in Marbachweg al n.307, successivamente si trasferisce nella Ganghoferstraße al n.24. La famiglia era ebrea riformata, ossia molte tradizioni ebraiche venivano conservate ma solo alcune praticate. Il padre Otto, ex ufficiale per l’esercito tedesco durante la Prima guerra mondiale, era un imprenditore.

Alle elezioni comunali del 13 marzo 1933 il Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori ottiene la maggioranza: iniziano così le prime dimostrazioni antisemite. Otto si trasferisce nei Paesi Bassi, dove viene poi raggiunto dalla famiglia; qui abitano in un palazzo condominiale in Merwedeplein al n.37, nel quartiere di Rivierenbuurt. Nonostante tutto Otto mantiene il suo ottimismo; ottimismo che si trasforma in paura quando, con l’attacco alla Polonia nel settembre 1939, scoppia la Seconda guerra mondiale.

Il 10 maggio 1940 l’Olanda viene occupata dalla Wehrmacht tedesca: presto gli ebrei dei Paesi Bassi avrebbero subito lo stesso destino di quelli delle altre zone occupate.

Il 12 giugno 1942, per il suo tredicesimo compleanno Anna riceve un quadernino: qui inizia a scrivere il Diario, inizialmente sotto forma di annotazioni. Otto Frank prepara un nascondiglio nella casa retrostante l’edificio in cui aveva la ditta, in Prinsengracht n.263. Tuttavia il 4 agosto 1944 la Gestapo irrompe nell’alloggio segreto, in seguito ad una segnalazione.

Esattamente un mese dopo Anna e gli altri clandestini sono caricati sull’ultimo treno merci in partenza per Auschwitz. Anna e la sorella passano un mese ad Auschwitz-Birkenau, poi  a Bergen-Belsen: qui muoiono di tifo esantematico. La data della loro morte non è tuttavia nota con certezza: solitamente indicata nel mese di marzo, nuove ricerche del 2015 la collocano nel febbraio 1945.

Le più belle frasi di Anne Frank, citazioni e aforismi famosi

Raccolta delle più belle frasi di Anna Frank, citazioni famose sulla vita e aforismi da condividere su Facebook e Twitter.

  • Pensa a tutta la bellezza ancora intorno a te e sii felice;
  • Quanto sarebbero buoni gli uomini, se ogni sera prima di addormentarsi rievocassero gli avvenimenti della giornata e riflettessero a ciò che v’è stato di buono e di cattivo nella loro condotta!
  • So quello che voglio. Ho uno scopo, un pensiero, ho la fede e l’amore. Permettetemi di essere me stessa e sarò soddisfatta. So che sono una donna, una donna piena di coraggio e di forza d’animo;
  • Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora;
  • Viviamo tutti con l’obiettivo di essere felici; le nostre vite sono diverse, eppure uguali;
  • Capii che la paura non aiuta e non serve a nulla;
  • Trovo meraviglioso quello che mi succede, e non soltanto quello che è visibile all’esterno del mio corpo, ma quello che vi si compie internamente;
  • […]  a me piace scrivere e soprattutto aprire il mio cuore su ogni sorta di cose, a fondo e completamente;
  • Come è meraviglioso che non vi sia nessun bisogno di aspettare un singolo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo;
  • Una cosa però l’ho imparata: per conoscere bene la gente bisogna averci litigato seriamente almeno una volta. Solo allora puoi giudicarne il carattere;
  • Se un cristiano compie una cattiva azione la responsabilità è soltanto sua; se un ebreo compie una cattiva azione, la colpa ricade su tutti gli ebrei;
  • A dispetto di tutto quanto credo ancora che la gente abbia davvero un buon cuore;
  • I genitori possono solo dare ai figli buoni consigli o indirizzarli sulla buona strada, ma la formazione definitiva della personalità di una persona è nelle mani della persona stessa.

Mappa concettuale di Anna Frank per esami e compiti in classe a scuola

Appunti Anna Frank

Google+
© Riproduzione Riservata