• Google+
  • Commenta
10 Agosto 2019

Come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo: dove e quando

Come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo
Come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo

Come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo

Utili consigli per come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo dal 10 agosto ai giorni che seguono: dove andare, quali sono i giorni migliori e quando vedere il fenomeno nel cielo stellato.

Scopriamo insieme quali sono i giorni migliori in cui vedere le stelle cadenti, dove andare e in che direzione guardare il cielo.

Potrebbe inoltre interessarti una raccolta di frasi da dedicare e condividere in occasione della ricorrenza.

La notte di San Lorenzo ricade annualmente il 10 agosto, ed è tradizionalmente associata al passaggio dello sciame meteorico delle Perseidi.

In quei giorni l’atmosfera terrestre è attraversata da piccole meteore, il cui numero è molto più alto del normale.

Il fenomeno risulta particolarmente visibile alle nostre latitudini, in quanto il cielo estivo risulta spesso sereno.

La notte del 10 agosto è tradizionalmente chiamata delle stelle cadentiLe sue origini sono molto antiche, e solo successivamente ha preso il significato religioso del martirio di San Lorenzo. La leggenda narra che il santo fu arso vivo su una graticola, e le stelle cadenti non erano altro che i carboni ardenti che lo uccisero. La notte del 10 agosto prende pertanto il nome di Lorenzo, in ricordo del santo che fu arso vivo sui carboni ardenti.

Come vedere stelle cadenti nella notte di San Lorenzo e nei giorni successivi: quando guardare in cielo

Contrariamente a quanto si pensa la notte del 10 agosto non è l’unica notte in cui è possibile assistere al fenomeno delle stelle cadenti. Infatti, la Terra inizia ad attraversare lo sciame meteorico già verso la seconda metà di luglio. Ecco quindi utili consigli per come vedere stelle cadenti dal agosto.

Secondo gli esperti nelle giornate dell’11 e del 12 agosto sarà possibile assistere al fenomeno in modo più frequente. Gli orari migliori sono quelli della notte fonda; inoltre, come tutti sanno, le luci artificiali disturbano la vista notturna.

Occorre quindi allontanarsi dalla città e scegliere luoghi poco illuminati o del tutto bui: più si gode del buio e più possibilità si hanno di vedere le stelle cadenti.

Individuiamo ora la direzione esatta da guardare: le Perseidi sono così chiamate perché sembrano venir giù dalla costellazione di Perseo. Questa si trova in direzione orientale rispetto al Grande Carro, in prossimità della costellazione a “W” di Cassiopea.

Il consiglio è quindi quello di guardare in direzione nord est, e di tenere lontani gli apparecchi emananti luce artificiale. E’ inoltre importante avere delle condizioni meteorologiche favorevoli, in modo da avere piena visibilità del cielo.

Dove andare la notte di San Lorenzo per vedere il cielo stellato

La notte di San Lorenzo cade il 10 agosto: essendo in piena estate si tratta di un periodo perfetto per osservare il cielo e le stelle. Tuttavia non tutti i posti sono perfetti per vedere le Perseidi infuocarsi, è infatti importante che vi sia molto buio.

Le Perseidi devono il loro nome alla costellazione di Perseo, che altro non è che il radiante dal quale sembrano cadere giù le stelle. Bisogna quindi sperare che non sia una notte di luna piena, perché in quel caso il cielo sarebbe troppo illuminato.

Generalmente il luogo migliore per vedere le stelle cadenti è la montagna: più si sale e più ci si avvicina al cielo. Andando in alta quota si hanno sicuramente più probabilità di assistere a tale spettacolo, in alternativa basta allontanarsi dalla città. Rivolgendo lo sguardo verso l’estremità orientale del Grande Carro, esattamente in direzione nord-est dov’è situata Cassiopea, si avranno maggior possibilità di assistere a tale fenomeno.

Quali sono i giorni delle stelle candenti da San Lorenzo il 10 agosto

Anticamente il 10 agosto era il giorno perfetto in cui si poteva ammirare lo spettacolo del cielo stellato, tuttavia le cose sono leggermente cambiate.

La notte di San Lorenzo resta un appuntamento fisso per tutti coloro che vogliono restare con il naso all’insù, tuttavia è nei giorni successivi che si può ammirare un maggior numero di stelle cadenti.

Sebbene le Perseidi siano le più facili da vedere, nonché le più famose, le stelle cadenti sono visibili anche in altri periodi dell’anno.

Di seguito l’elenco degli sciami meteoritici che la Terra attraversa nell’arco di un anno, e le date in cui è possibile avvistarli:

  • La prima settimana di gennaio: quarantidi;
  • Tra il 20 e il 24 aprile: Lyridi;
  • La prima settimana di maggio: Eta Aquaridi;
  • Dal 16 al 30 ottobre: Orionidi.

Come già detto la notte di San Lorenzo è ormai un appuntamento fisso, una tradizione, favorita anche dal clima e dal cielo generalmente limpido.

Tuttavia è possibile ammirare lo spettacolo degli sciami meteoritici anche in autunno, in inverno e in primavera.

Google+
© Riproduzione Riservata