6 Underground: trama, recensione, cast e trailer del film

Mario Ragone 16 Dicembre 2019

Ecco di cosa parla 6 Underground, film Netflix diretto da Michael Bay con Ryan Reynolds: trama, recensione, cast, scheda tecnica e trailer.

Il regista americano, autore di numerosi prodotti di successo (“Transformers”, “Bad Boys”), dirige un cast stellare per la pellicola targata Netflix.

L’esigenza di non dover apparire sul grande schermo, ma di sviluppare un prodotto destinato al pubblico a casa, ha permesso a Bay di esplorare un nuovo mondo. Con 6 Underground, infatti, quest ultimo ha dato libero sfogo all’azione ed agli effetti speciali che riempiono un racconto filmico dal ritmo incessante.

Protagonista assoluto (con tanto di richiamo interpretativo a Deadpool) è l’attore Ryan Raynolds. Calato nei panni del capo miliardario di una squadra di sei elementi dalle specifiche abilità, questi si lancia in una missione “rivoluzionaria” di rilevanza mondiale.

Ad affiancare nel cast il protagonista vi sono Melanie Laurent, Manuel Garcia Rulfo, Adria Arjona, Ben Hardy e Corey Hawkins. Riveste poi una piccola parte nelle fasi iniziali del film anche Dave Franco (fratello di James Franco).

Trama e recensione di 6 Underground, film Netflix con Ryan Reynolds: di cosa parla

Passando dunque ad elementi analitici come la trama e la recensione di 6 Underground, è possibile evidenziare con forza un elemento. Camminare sul filo sottile che separa il possibile dall’irreale, è ciò che costituisce la chiave di lettura del lavoro di Bay.

In tale ottica è assolutamente centrato il personaggio di Ryan Reynolds: “Uno”. Questi è il capo di una squadra dove ogni componente è dotato di una peculiarità. “Due” è una killer infallibile, “Tre” un sicario spietato, “Quattro” un ladro freerunner, “Cinque” una dottoressa e “Sei” un pilota d’auto eccezionale. Questo è il team che figura nella scena iniziale, durante una missione a Firenze,  in cui vengono distrutte, tra le altre cose, il David e molte opere d’arte famose. Tuttavia, in seguito alla morte del pilota che si schianta contro una barra d’acciaio, “Sei” lascia il posto a “Sette”. Quest ultimo è un militare in congedo che si mostra abile nell’uso di armi di diverso tipo.

Creato il nuovo gruppo, “Uno” presenta l’ultimo arrivato al resto della squadra riepilogando regole da rispettare ed obiettivi della nuova missione. Essa vede al centro del piano una coppia di fratelli dell’est Europa, Rovach e Murat Alimov, legata ad azioni criminali di vario tipo. In particolar modo è il primo il responsabile principale dei reati commessi, mentre il secondo funge quasi da ostaggio/garanzia di sopravvivenza per l’altro. I sei elementi del team, dunque, procedono con la fase di liberazione di Murat, tenuto “prigioniero” nell’attico di un grattacielo. Salvato da “Uno” ed i suoi collaboratori con non poche difficoltà, il fratello del criminale assume un ruolo fondamentale. Esso consiste nell’andare in onda in tv (dopo la manipolazione delle reti di comunicazione) per lanciare un messaggio di rivoluzione destinato al popolo mediorientale. 

Sviluppo della storia e finale del film di Michael Bay

Nel frattempo, il resto della squadra, abbatte con delle cariche esplosive le statue raffiguranti i vari dittatori ispiratori di Rovach. Gesto simbolico e di depistaggio, quest ultimo, che attira su di sè le attenzioni dell’esercito posto a guardia del criminale. A questo punto avviene il colpo ad effetto più grande della pellicola che vede uno yacht ospitante anche i generali oltre l’obiettivo del team, essere magnetizzato da One.

Il capo del gruppo, infatti, dietro l’apparenza da miliardario benefattore, nasconde la grande capacità di realizzare congegni che sfruttano calamite ed elementi simili. Sfruttando questa sua peculiarità, “Uno” aziona la sua ultima invenzione sullo yacht annientandolo e rendendo così più semplice il compito da portare a termine per gli altri.

Lo scopo del protagonista, infatti, è quello di mettere sè stesso da parte per far sì che la luce dei riflettori punti sui risvolti della missione e non su chi la compie. Rendere il mondo un posto migliore, liberandolo da coloro che come Rovach tentano di metterlo in ginocchio, è il fine ultimo di “Uno”. Il film di Michael Bay si attesta così come un prodotto di discreto successo (votato con un sei da Zlatan Ibrahimovic, testimonial della pellicola). Una pellicola che riesce a conciliare con dignità effetti speciali surreali e messaggi pacifisti di stretta attualità.

Scheda tecnica del film 6 Underground e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
La pellicola targata Netflix vede protagonisti sei elementi di una squadra d'assalto impegnati in una missione rivoluzionaria destinata a salvare le sorti del popolo mediorientale. Ryan Reynolds guida il team in qualità di leader affiancato da una killer, un sicario, una dottoressa, un militare ed un freerunner.
Titolo6 Underground
Durata127'
Genereazione
CastRyan Reynolds, Dave Franco, Mélanie Laurent, Adria Arjona, Manuel Garcia-Rulfo, Ben Hardy, Corey Hawkins
RegiaMichael Bay
Anno di prod.2019
Scheda tecnica
La pellicola targata Netflix vede protagonisti sei elementi di una squadra d'assalto impegnati in una missione rivoluzionaria destinata a salvare le sorti del popolo mediorientale. Ryan Reynolds guida il team in qualità di leader affiancato da una killer, un sicario, una dottoressa, un militare ed un freerunner.
Titolo6 Underground
Durata127'
Genereazione
CastRyan Reynolds, Dave Franco, Mélanie Laurent, Adria Arjona, Manuel Garcia-Rulfo, Ben Hardy, Corey Hawkins
RegiaMichael Bay
Anno di prod.2019
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto