Azali: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer del film

Mario Ragone 26 Febbraio 2020

Ecco di cosa parla il film Azali, diretto da Kwabena Gyansah, con Ama K.

Abebrese: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer.

Il drammatico racconto cinematografico di Kwabena tratta le vicende di una ragazza del Ghana di nome Amina. La vita difficile della giovane protagonista diventa oggetto della storia attraversate da tematiche forti ed ancora oggi attuali. La prostituzione, la lotta con le tradizioni e la povertà in cui versano popoli disagiati come quelli africani, sono tutti elementi di focus narrativo.

Il cast del film Azali conta soprattutto sulla sua figura principale interpretata dall’attrice Asana Alhassan. A contornare il personaggio principale vi sono poi Ama K. Abebrese (Joan), Adjetey Anang (Akatok), Akofa Edjeani Asiedu (Rukaya). Interpreti che restituiscono fedelmente la realtà del popolo e dell’ambientazione che fa da sfondo al racconto.

Le location del film alternandosi tra Ghana ed Accra mostrano tutta la tristezza e la sofferenza dei rispettivi abitanti.

Trama e recensione del film Azali di Kwabena Gyansah con Asana Alhassan

Dopo aver discusso delle tematiche principali e del cast del lavoro cinematografico di Kwabena Gyansah, passiamo ora all’analisi di trama e recensione del film Azali. L’intero arco narrativo verte sul percorso esistenziale di una giovane abitante del Ghana, Amina. La giovane conduce una vita tranquilla presso il suo villaggio contornata dagli affetti di mamma, nonno e zio. Tuttavia, un giorno si accende una discussione tra i parenti di Amina riguardante il suo prossimo futuro.

Le divergenze di vedute tra la nonna e la madre della protagonista portano Amina ad allontanarsi dal luogo natio. Ciò accade perchè la madre della ragazza preferisce dare la figlia a degli stranieri con la speranza di una vita per lei migliore, piùttosto che sacrificarla ad un matrimonio forzato come da tradizione. Durante il viaggio Amina fa amicizia con un ragazzo di nome Seidu, anch’egli nelle stesse condizioni della protagonista. I due quindi cercano di darsi una mano a vicenda per sopravvivere e trovare un lavoro in grado di permettergli una vita dignitosa.

Se per Seidu le cose procedono tutto sommato bene, trovando quest ultimo un lavoro come facchino, duro ma proficuo, non accade lo stesso per Amina. La ragazza essendo debole fisicamente non riesce a svolgere il proprio compito al pari dell’amico. Così le circostanze spingono pian piano la protagonista alla prostituzione come mezzo di mantenimento.

Il finale del dramma d’autore di Kwabena Gyansah

Durante questo periodo di tempo, i familiari di Amina ed in particolare la madre, non ricevendo più notizie della figlia incaricano lo zio Akatok di cercarla. Dopo ben tre mesi l’uomo riesce a trovare un indizio valido per l’individuazione della ragazza.

La protagonista, nel frattempo, appare sempre più decisa a confessare a Seidu l’intenzione di tornare a casa. Proprio mentre sta per fare ciò, però, Amina incontra il capo di Seidu che la invita ad attendere insieme il rientro del ragazzo da lavoro. A questo punto l’uomo cerca di approfittare della protagonista e dopo averne abusato viene sorpreso dall’intervento di Seidu che picchia con forza il proprio capo. Come se non bastasse, Amina viene a sapere successivamente di essere incinta, notizia che la obbliga a lasciare l’abitazione secondo le regole imposte dal proprietario.

Trascorsi diversi mesi per strada, la ragazza è ormai prossima a partorire. Intanto lo zio, Akatok, raggiunge Accra, dove si trova la protagonista e la scorge in mezzo ad una folla alle prese con un incendio. In realtà si tratta di un uomo a cui era stato dato fuoco e che si scopre essere attraverso gli occhi di Amina, il suo amico Seidu. Un finale straziante vede poi la giovane madre dare alla luce il figlio nel suo villaggio natio e lo zio proferire parole di “sprezzo” nei confronti del nascituro poichè generato da un rapporto non convenzionale.

Scheda tecnica del film Azali e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
Una giovane ragazza di nome Amina, abitante in un villaggio del Ghana, si trova ad affrontare una vita difficile fatta di prostituzione e lontananza dalle radici, per sfuggire agli obblighi della tradizione del proprio paese.
TitoloAzali
Durata92'
Generedrammatico
CastAsana Alhassan, Ama K. Abebrese, Adjetey Anang, Akofa Edjeani Asiedu
RegiaKwabena Gyansah
Anno di prod.2018
Scheda tecnica
Una giovane ragazza di nome Amina, abitante in un villaggio del Ghana, si trova ad affrontare una vita difficile fatta di prostituzione e lontananza dalle radici, per sfuggire agli obblighi della tradizione del proprio paese.
TitoloAzali
Durata92'
Generedrammatico
CastAsana Alhassan, Ama K. Abebrese, Adjetey Anang, Akofa Edjeani Asiedu
RegiaKwabena Gyansah
Anno di prod.2018
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto