Giornata del sonno: origini, storia World Sleep Day e frasi

Carolina Campanile 13 Marzo 2020

Il 13 marzo quando si festeggia la Giornata mondiale del sonno: e importante ricordare quali sono le origini, storia e significato del World Sleep Day: frasi sul sonno e dormire, citazioni e aforismi si condividono per celebrare l'evento.

Istituita nel 2008, la il World Sleep Day è una ricorrenza mondiale che sin dalle origini vuole lanciare un appello affinché si agisca su tutte le situazioni cliniche di chi non dorme.

Sebbene infatti non venga percepito come un problema importante, circa il 45% della popolazione mondiale soffre di insonnia o altri problemi.

Solo in Italia una persona su cinque riposa male, e uno su quindici soffre di insonnia cronica. Secondo gli specialisti la maggior parte dei problemi è prevenibile o curabile, ma solo un terzo delle persone decide di rivolgersi a professionisti.

Questi ultimi ci informano poi che per migliorare la qualità del riposo è importante adottare piccole precauzioni, come assicurarsi la lontananza da dispositivi elettronici. Per il nostro bene è quindi importante prestare attenzione a questi piccoli dettagli, in modo da prevenire problemi futuri. L’insonnia, ad esempio, può danneggiare l’apprendimento, la memoria e i riflessi.

Scopri ora le origini e il significato del World Sleep Day, cos’è, quando nasce e cosa vuole sensibilizzare. Leggi inoltre la nostra raccolta di frasi sul sonno, citazioni e aforismi da condividere per sensibilizzare le persone sull’argomento. 

Origini della Giornata del sonno:  quando nasce il World Sleep Day: frasi per celebrare

La Giornata mondiale del sonno è un evento annuale che si celebra il venerdì della seconda settimana di marzo. Istituita nel 2008 dalla World Association of Sleep Medicine, vede la collaborazione dell’Associazione Italiana di Medicina. Sin dalle sue origini la Giornata vuole celebrare i benefici del sonno, e richiamare l’attenzione sulle problematiche legate ai disturbi. Essa serve inoltre per diffondere la necessità dell’informazione e delle cure relative alla prevenzione di tali disturbi. Lo scopo è quello di aumentare la conoscenza della società in modo da ridurre il problema delle insonnie, esteso ormai a livello globale. Il modo in cui dormiamo è fondamentale per garantirci una buona salute fisica e psicologica. Secondo gli studi la qualità del dormire, piuttosto che la quantità, ha un impatto enorme sulla qualità della vita.

I problemi di salute legati al fatto di non dormire hanno ricadute economiche significative. Si stima infatti che l’insonnia minaccia la salute e la qualità di vita del 45% della popolazione mondiale. Così il World Sleep Day è pensato per sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi e sui relativi costi sociali per la collettività. Si impegna inoltre a promuovere la necessità di una dormita sana e rigenerante. In che modo? Attraverso gli eventi che vengono organizzati in tutti i Paesi del mondo, incluse tutte le città italiane. Durante questi eventi sono intatti effettuati degli screening gratuiti nei centri che si occupano di apnee notturne, sonnambulismo, bruxismo e insonnie. La ricerca medica sta infatti indagando sempre di più sul legame tra sonno e patologie fisiche e psichiche. Dalla pediatria alla neurologia, dall’oncologia all’endocrinologia, dalla medicina estetica alla ginecologia, fino alla psicologia e psichiatria.

Cos’è il World Sleep Day, a cosa serve e cosa vuole sensibilizzare

Immagini con frasi della giornata del sonno

Immagini con frasi World Sleep Day

Conosciuto come la Giornata mondiale del sonno, cos’è veramente il World Sleep Day? A cosa serve e cosa vuole sensibilizzare? L’obiettivo della giornata è, come detto, quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui disturbi del non dormire.

Si tratta, quest’ultimo, di un elemento fondamentale per la nostra salute fisica e mentale. Nell’uomo esso svolge funzioni essenziali e primarie, serve ad esempio per reintegrare il tessuto cerebrale.

E’ inoltre importante per la regolazione del metabolismo e può influenzare i processi di memoria. Gli studiosi delle associazioni che hanno istituito la Giornata sono degli specialisti della clinica del sonno in settori scientifici provenienti da tutto il mondo. Sin dalle sue origini il World Sleep Day è stata creata affinché l’opinione pubblica capisca che l’insonnia coincide con i disturbi della salute. Non si tratta quindi di una semplice ricorrenza dedicata agli amanti del letto, ma di un’occasione per sottolineare l’importanza del dormire.

Secondo un’indagine ogni mese Google registra circa 22.200 ricerche con il termine insonnia. E’ stato inoltre rilevata una difficoltà a dormire nelle persone di età tra i 35 e i 44 anni. Non bisogna sottovalutare i rischi che essa comporta: di recente è stata scoperta una patologia che incide tantissimo, parliamo della sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSA).

Caratterizzata da russamento e apnee durante il riposo notturno, si tratta di una riduzione dei valori di ossigeno nel sangue con problemi cardio-respiratori. Sempre secondo uno studio da una sana dormita deriva anche un sano invecchiamento. In poche parole come dormiamo nelle prime fasi della vita influenza profondamente il nostro stato di salute nella terza età. Ma come curare questi problemi? A spiegarcelo è un decalogo di consigli sul dormire bene, che inoltre ci spiega che le qualità del sonno dipendono da tre fattori: profondità, durata e continuità.

Citazioni Giornata del sonno: frasi e citazioni per il World Sleep Day

Raccolta delle più belle citazioni sulla Giornata mondiale del sonno, frasi sul World Sleep Day, aforismi da condividere.

  • Quando dormiamo siamo tutti uguali, morfeonauti inermi nel colorato gorgo, e non conta cosa si sogna, se no saremmo tutti in galera.Stefano Benni
  • Ti guardo dormire e non so se chi sogna sono io o sei tu.Fabrizio Caramagna
  • Dormire in due rende la notte meno opaca.Malcolm de Chazal
  • Le notti in cui abbiamo dormito è come se non fossero mai esistite. Restano nella memoria solo quelle in cui non abbiamo chiuso occhio: notte vuol dire notte insonne.EM Cioran
  • Se un giorno la mia capacità espressiva diventasse così vasta da ospitare tutta l’arte, scriverei un’apoteosi del sonno. Non conosco maggior piacere, la cancellazione totale della vita e dell’anima, il commiato dall’essere e dagli uomini, la notte senza memoria e senza illusione, la mancanza di passato e di futuro. Fernando Pessoa
  • L’amore è dormire con lei ogni notte. Anche se non nello stesso letto. – Heart_Hamal on Twitter
  • Se fossimo stati creati per schizzare fuori dal letto appena svegli, dormiremmo tutti nel tostapane.Garfield
  • Perché si dorme? Non tanto per riposare, quanto per dimenticare.EM Cioran
  • Dormo così poco che non faccio sogni, ma trailer.marcosalvati on Twitter
  • Dormire fino a mezzogiorno, mangiare, buttarsi sul divano e ri-dormire fino a sera. Perché la vita è una e va dormita fino in fondo.masse78 on Twitter
Evento del giorno: Giornata mondiale del sonno
Giornata voluta dalla World Association of Sleep Medicine in collaborazione con l'Associazione Italiana di Medicina, essa si celebra il venerdì della seconda settimana di marzo.
Nome EventoGiornata mondiale del sonno
Data istituzione14/03/2008
Origine e significatoCelebrare i benefici del sonno e sensibilizzare sui problemi causati dalla mancanza dello stesso
ScopoDiffondere la necessità dell'informazione e delle cure relative alla prevenzione dei disturbi del sonno
Evento del giorno: Giornata mondiale del sonno
Giornata voluta dalla World Association of Sleep Medicine in collaborazione con l'Associazione Italiana di Medicina, essa si celebra il venerdì della seconda settimana di marzo.
Nome EventoGiornata mondiale del sonno
Data istituzione14/03/2008
Origine e significatoCelebrare i benefici del sonno e sensibilizzare sui problemi causati dalla mancanza dello stesso
ScopoDiffondere la necessità dell'informazione e delle cure relative alla prevenzione dei disturbi del sonno
© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto