Loving: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer del film

Mario Ragone 23 Marzo 2020

Ecco di cosa parla il film Loving, diretto da Jeff Nichols, con Joel Edgerton: trama, recensione, scheda tecnica, cast completo e trailer.

Tale dramma sentimentale tratta la storia di una coppia formata da un uomo bianco ed una donna di colore: Richard e Mildred. I due s’innamorano ed iniziano una relazione che li porta ad avere un figlio. Non potendo tuttavia sposarsi a causa delle leggi della Virginia del 58′, che impediscono i matrimoni misti, i due si spostano a Washington D.C.

Qui la coppia trascorre con maggiore serenità la propria vita ma con la ferma volontà di voler rientrare ben presto nel luogo natio.

Il cast completo del film Loving conta su attori quali Joel Edgerton (“Il Re-The King”), Ruth Negga, Marton Csokas, Nick Kroll, Michael Shannon. La tematica principale della pellicola di Jeff Nichols è indubbiamente legata alle relazioni miste.

Ripercorrendo uno spaccato storico, il regista affronta una questione che col tempo ha trovato una soluzione: ovvero la possibilità di matrimonio tra persone di origini differenti. Un argomento delicato, questo, che tuttavia ha permesso alla società mondiale di allargare i propri orizzonti e limiti concettuali.

Trama e recensione del film Loving, con Joel Edgerton e Ruth Negga: di cosa parla

Dopo aver analizzato, dunque, cast completo e tematiche di fondo del prodotto cinematografico di Jeff Nichols, esaminiamo ora trama e recensione del film Loving. Una storia sentimentale vede protagonisti, nella Virginia del 1958, un operaio edile, Richard Loving, ed una donna di colore, Mildred Jeter.

I due approfondendo la conoscenza reciproca, facilitata da amicizie comuni, s’innamorano perdutamente. La loro relazione porta ben presto la donna a rimanere incinta, una notizia, questa, che sconvolge tanto Mildred quanto Richard. Entrambi consapevoli, infatti, delle leggi del paese in cui vivono, la Virginia, hanno pieno coscienza dell’impossibilità di concretizzare il reciproco rapporto in un matrimonio. Le regole locali, nello specifico, non permettono unioni civili tra persone di razze differenti.

Trovandosi, dunque, di fronte ad una simile problematica, i due decidono di trasferirsi momentaneamente a Washington D.C. per poter convolare a nozze. Richard, tuttavia, pensa bene di costruire una casa vicino la famiglia di Mildred, per poterle permettere di crescere loro figlio serenamente. Ciò nonostante, la coppia si ritrova ben presto a dover fronteggiare la minaccia rappresentata dall’autorità della Virginia, lo sceriffo. Quest ultimo arresta i protagonisti per essere entrati nello Stato da coniugi con un certificato di matrimonio non valido al di fuori di Washington.

Il finale del dramma sentimentale realizzato da Jeff Nichols

Richard e Mildred ricevono così l’assistenza di un avvocato che li aiuta nel loro caso portandolo all’attenzione del giudice. Questi decide di rilasciare la coppia invitandoli a non rientrare più in Virginia per i successivi venticinque anni. Tuttavia tale condizione viene nuovamente infranta dai coniugi che per lasciare il figlio, Sydney, alle cure della madre di lei, subiscono un nuovo arresto. Anche questa volta, però, Richard e Mildred riescono ad evitare il carcere grazie all’intervento del loro avvocato.

A distanza di tempo i giovani coniugi hanno altri due figli, Donald e Peggy, che non distraggono però Mildred dalla volontà di tornare nel paese d’origine. Così la donna scrive al procuratore generale Kennedy del loro problema e questi gira il caso all’American Civil Liberties Union. Qui Richard e Mildred ricevono tutela legale dall’avvocato Cohen, che analizzata la situazione, ha fiducia nel far valere la ragione della coppia. La questione legata ai matrimoni misti arriva fino alla Corte Suprema, la quale, tuttavia, si pronuncia contro l’ammissione dell’unione tra razze diverse.

A questo punto l’avvocato Cohen ed il suo assistente tentano il tutto per tutto sottoponendo il caso alla Corte Suprema Federale di Washington. Qui dopo diverso tempo i legali dei protagonisti riescono a superare il problema della mescolanza razziale. L’epilogo del lavoro filmico di Nichols vede Richard intento a costruire la nuova casa in Caroline aiutato dalla moglie e dai figli. La scena conclusiva, poi, mostra attraverso il testo come sono andate le cose per i due coniugi. Richard è morto in un incidente stradale sette anni dopo i fatti del film. Mildred, invece, è deceduta nel 2008, dopo aver vissuto il resto della propria vita nella casa costruita dal marito.

Scheda tecnica del film Loving e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
Nel 1958, una coppia di amanti formata da un operaio edile ed una donna di colore decidono di sposarsi dopo la notizia dell'attesa di un figlio. Il loro Stato, però, impedisce per legge i matrimoni misti: inizia così per i due una lotta per l'affermazione dei propri diritti.
TitoloLoving
Durata123'
Generedramma sentimentale
CastJoel Edgerton, Ruth Negga, Marton Csokas, Nick Kroll, Michael Shannon
RegiaJeff Nichols
Anno di prod.2016
Scheda tecnica
Nel 1958, una coppia di amanti formata da un operaio edile ed una donna di colore decidono di sposarsi dopo la notizia dell'attesa di un figlio. Il loro Stato, però, impedisce per legge i matrimoni misti: inizia così per i due una lotta per l'affermazione dei propri diritti.
TitoloLoving
Durata123'
Generedramma sentimentale
CastJoel Edgerton, Ruth Negga, Marton Csokas, Nick Kroll, Michael Shannon
RegiaJeff Nichols
Anno di prod.2016
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto