Shut In: trama, recensione, cast completo e trailer del film

Mario Ragone 6 Marzo 2020

Ecco di cosa parla il film Shut In, diretto da Farren Blackburn, con Naomi Watts: trama, recensione, scheda tecnica, cast completo e trailer.

La pellicola in questione tratta la storia di una madre rimasta vedova dopo il brutto incidente che coinvolge il marito ed il figlio.

A distanza di anni la donna, nonchè psichiatra, si ritrova a dover prendersi cura di vari pazienti e del figlio in stato vegetativo. In una condizione continua di stress ed incapace di gestire tale situazione, la protagonista, con l’aiuto di un collega, riesce a venire a capo delle sue afflizioni derivanti da un’oscura e misteriosa presenza.

Il cast completo del film Shut In coinvolge attori quali Naomi Watts (“The Impossible”), Jacob Treambley, Oliver Platt, Peter Outerbridge, Charlie Heaton, David Cubitt.

Le tematiche affrontate sono quelle legate alla malattia mentale ed alla difficile condizione di chi sopravvive ad una sciagura familiare. La perseveranza nel non arrendersi alla piega tragica degli eventi, conduce la protagonista a divenire metafora di superamento di difficoltà esistenziali.

Trama e recensione Shut In: di cosa parla il film di Farren Blackburn con Naomi Watts

Dopo aver sviluppato tematiche e cast dell’opera cinematografica del regista Farren Blackburn, analiziamo ora trama e recensione del film Shut In. La storia ruota intorno alla famiglia Portman, composta da Richard, sua moglie Mary e il loro figlio Stephen. Un giorno, una distrazione al volante causa un tragico incidente che toglie la vita a Richard. Da quel momento in poi, la responsabilità di crescere Stephen (in condizione di coma vegetativo post incidente) ricade dunque unicamente su Mary.

La donna, psichiatra, che tiene in cura i suoi pazienti presso la sua enorme dimora nel Maine, svolge così il doppio compito di professionista e madre di Stephen. Inoltre, la protagonista prende particolarmente a cuore il caso del giovane Tom. Una condizione, questa, che tuttavia diventa sempre più difficile da gestire con l’andare del tempo. Sempre più sotto stress, Mary inizia a dare segni di cedimento, motivo per cui si rivolge ad un collega ed amico, Wilson. Questi, dopo averla visitata, le consiglia di rilassarsi ed evitare di sbattersi troppo, non credendo alla teoria della psichiatra di un’oscura presenza nella sua vita.

Una sera, però, durante un collegamento via webcam tra i due, in cui Wilson chiede a Mary perchè gli avesse mentito sull’assunzione di farmaci non prescritti, ecco ricomparire l’ombra misteriosa. Il dottore così si convince delle parole della psichiatra e del fatto che il suo stato non derivasse dallo stress ma bensì da qualcos’altro di ben più strano.

Il finale del thriller realizzato dal regista Farren Blackburn

Il dottore rivela a Mary che probabilmente le tracce di farmaci riscontrate nel suo sangue erano dovute a delle assunzioni che le erano state sottoposte a sua insaputa. La chiamata tra i due, però, viene bruscamente interrotta a causa delle condizioni climatiche avverse del luogo.

Così Wilson decide di raggiungere di persona la collega ed amica per accertarsi che stesse bene. Mary, nel frattempo, dopo aver cenato insieme al padre di un suo paziente, si reca in cantina poichè attratta da strani rumori. Qui vi trova il giovane Tom, dopodichè non ricordando nulla, si risveglia nuda ed imbavagliata all’interno di una vasca da bagno. Artefice del tutto, con un incredibile colpo di scena, è il figlio Stephen. Quest ultimo confessa alla madre di non aver mai riportato traumi in seguito all’incidente subito, ed aver mentito, dunque, sulle sproprie condizioni. In più, il ragazzo aggiunge di esser stato lui stesso ad aver causato il tragico evento che aveva portato alla morte del padre allo scopo di restare da solo con Mary.

Incredula delle parole ascoltate, la psichiatra, una volta rimasta sola, riesce a liberarsi, mettendosi alla ricerca di Tom, prossima vittima di Stephen. L’epilogo vede la donna assistere alla morte di Wilson, che raggiunto il luogo ed intervenuto nella lotta con il ragazzo viene pugnalato da quest utlimo. La scena conclusiva mostra Mary che salva la vita a Tom, sottraendolo alle grinfie di Stephen, ed uccidendo il figliastro. Il film di Blackburn si conclude con la protagonista che adotta il giovane paziente ricominciando da capo la propria vita.

Scheda tecnica del film Shut In e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
Un tragico incidente lascia da sola una madre ad occuparsi del figlio in stato vegetativo. La donna, nonchè psichiatra, conduce la propria esistenza accudendo i pazienti da casa, fino a che un giorno non scopre un'oscura presenza mettere in pericolo la propria vita.
TitoloShut In
Durata91'
Generethriller
CastNaomi Watts, Jacob Treambley, Oliver Platt, Peter Outerbridge, Charlie Heaton, David Cubitt
RegiaFarren Blackburn
Anno di prod.2016
Scheda tecnica
Un tragico incidente lascia da sola una madre ad occuparsi del figlio in stato vegetativo. La donna, nonchè psichiatra, conduce la propria esistenza accudendo i pazienti da casa, fino a che un giorno non scopre un'oscura presenza mettere in pericolo la propria vita.
TitoloShut In
Durata91'
Generethriller
CastNaomi Watts, Jacob Treambley, Oliver Platt, Peter Outerbridge, Charlie Heaton, David Cubitt
RegiaFarren Blackburn
Anno di prod.2016
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto