Come fare un curriculum vitae per studente – esempio CV PDF

Daniela Saraco 10 Maggio 2020

Ecco come fare un curriculum vitae per studente di scuola o università  come compilare un CV perfetto, senza errori, esempio gratis  C V PDF e modello di scrittura.

Il CV è  la presentazione di ogni lavoratore nel mondo professionale. Sono, infatti, raccolte tutte le esperienze lavorative e formative di una persona. Sei uno studente diplomato o universitario? Devi proporre la tua prima candidatura in una azienda? Come fare un curriculum vitae per studente senza esperienza? Proviamo a spiegare come compilare un CV  gratis.

Il primo passo da fare è compilare un CV perfetto, chiaro e semplice differenziando innanzitutto per tipologia lavorativa, ad esempio un CV professionale non può essere lo stesso di quello da inviare ad un prof a scuola o all’università.

Iniziare con il nome, il cognome e le informazioni di contatto prima di passare al profilo personale con il percorso di studio. E’ importante inserire qualsiasi esperienza di lavoro anche part-time o tirocinio. Un buon CV  di uno studente deve contenere oltre i dati anagrafici, una breve, ma potente introduzione di se stesso. E’ necessario spiegare chi sei, cosa stai cercando e  soprattutto quali sono le tue ambizioni. Non tutti i ragazzi , infatti, preferiscono giocare ai video giochi o ricercare buoni sconto per gli acquisti. C’è chi vuole impegnare il tempo con lavori part time. 

Come fare, dunque, un curriculum vitae per studente? Giovanna Nappi, consulente aziendale in sistemi di gestione e formazione, ci spiega: “Per ottenere l’attenzione del recruiter, bisogna creare un CV originale e  conciso, in cui tutte le competenze saltino immediatamente all’occhio. Le informazioni personali nel curriculum vitae, si devono susseguire con un preciso ordine. Dunque, il percorso formativo deve risultare coerente. Per facilitare il lavoro del candidato, è utile scegliere un buon modello, che sia adatto al settore del lavoro per cui si sta scrivendo il CV. Molto utile per gli studenti è specificare corsi di tirocinio acquisiti e competenze linguistiche e informatiche.”

Vediamo, dunque, come fare un curriculum vitae per studente.

Come fare un curriculum vitae per studente: cosa scrivere e cosa evitare – scarica esempio CV PDF

Per sapere come fare un curriculum vitae per studente, le prime informazioni da inserire nel tuo CV sono quelle personali. Quindi bisogna scrivere i dati anagrafici e inserire una foto. Attenzione, l’immagine deve essere seria, dunque niente selfie o foto in costume . È importante inoltre che  anche l’indirizzo email sia  professionale.  La scelta più semplice è un indirizzo che comprenda il proprio nome e cognome. Quale è il passo successivo? A risponderci è Giovanna Nappi, consulente aziendale: “Gli studenti, nella maggior parte dei casi, non hanno esperienze lavorative da elencare. Pertanto, è opportuno descrivere le doti di comunicazione, piuttosto che la partecipazione a un club studentesco o al  giornalino scolastico. E’ utile descrivere anche i propri hobby se sono pertinenti con la candidatura.”

La consulente conclude: “Anche la partecipazione ad un progetto scolastico può essere inserita nel CV. E’ importante descrivere i compiti, i ruoli, l’esito e i risultati. Se il progetto è stato di interesse a un grande pubblico o ad un articolo di giornale,includere link e fonti. Evitare, invece, di inventare lavori mai avuti solo per dimostrare più esperienza!

Su internet sono presenti tanti siti web che possono dare gli spunti su come personalizzare il curriculum vitae. È possibile modificare la grafica, il logo e altri elementi rendendolo più visibile rispetto a quelli di altri candidati. Un chiaro esempio è l’europass.

Come scrivere una lettera di presentazione CV studente

Chiarito come fare un curriculum vitae per studente, spieghiamo come scrivere una lettera di presentazione. Così come per il CV, anche la lettera di presentazione deve essere chiara e semplice. La lettera può essere  strutturata in tre paragrafi:

  • Introduzione: se state rispondendo a un annuncio potete scrivere  con: “Con riferimento al vostro annuncio su www.nomesito.it, ho il piacere di inviarVi il mio Curriculum Vitae per la posizione di ……Dopo il riferimento vi presentate con i dati anagrafici;
  • Corpo: è sicuramente la parte più importante della lettera perché individua la motivazione. In breve, deve chiarire perché vi state riferendo a loro e quale valore aggiunto portereste con la vostra esperienza studentesca. Inoltre potrete qui cogliere l’occasione di valorizzare alcune cose che nel CV non emergono. Non strafare!
  • Finale: è necessario ringraziare anticipatamente e porgere i saluti. Non dimenticate la firma!

Inoltre, è necessario parlare in prima persona e mai in terza. Rileggere sempre il CV e la lettera per controllare eventuali errori grammaticali. Infine,  non dimenticate il riferimento al trattamento dei dati personali.

© Riproduzione Riservata
avatar Daniela Saraco Sona una donna, una madre, una docente. Scrivo di scuola e di formazione perché è il mio mondo quotidiano. La Direzione di Controcampus mi ha affidato la rubrica sulla scuola, per aiutare a capire meglio le notizie che raccontano la realtà scolastica, con pochi e semplici passaggi: • Cronaca, ossia il racconto dei fatti interessanti accaduti nel mondo della scuola • Inchiesta, è l'approfondimento di un tema attraverso ricerche e interviste. • Intervista, è interessante fare due chiacchiere con una persona particolare che ci può raccontare un'esperienza o una sua opinione. Perché è così difficile raccontare la scuola sui giornali? Perché è difficile trovare giornalisti davvero specializzati nel settore, che ha le sue caratteristiche peculiari e anche il suo lessico giuridico. Far scrivere un articolo sulla scuola a qualcuno che non sa cosa sia un PTOF, ignora le direttive delle ultime circolari ministeriali, non conosce la differenza fra un concorso abilitante per entrare in ruolo e uno aperto solo agli abilitati è come affidare la spiegazione di un discorso finanziario a un giornalista che non mastica neppure i termini base dell'economia. Gli articoli che riguardano la scuola e i suoi problemi, solitamente, nelle redazioni ormai sono affidati in molti casi a cronisti generici. Questo perché, mancando pagine specializzate e un interesse continuativo per il settore, l'articolo parte quasi sempre da un fatto specifico di cronaca spicciola avvenuto in tale o tal altro istituto, e che viene portato a conoscenza dei media da persone estranee alla scuola stessa. Io, invece, essendo ferrata sulle normative del settore e sui termini tecnici e avendo una memoria storica consolidata di quanto è avvenuto in precedenza, racconto episodi e avvenimenti di cui capisco la reale sostanza. Una scuola non ha un ufficio stampa o un addetto ai rapporti con i media, il Ministero non interviene se non con scarni comunicati che riguardano cose sue, i Presidi si trovano a dover rispondere a domande che rischiano di toccare particolari aspetti della privacy degli alunni e che, se rivelati incautamente, possono avere pesanti ripercussioni sulle vite di ragazzi spesso minorenni. Ecco perché risulta importante e necessario far scrivere di scuola a chi la scuola la fa! Leggi tutto