• Paleari
  • Bruzzone
  • Gnudi
  • di Geso
  • Casciello
  • Coniglio
  • Santaniello
  • Barnaba
  • Algeri
  • Baietti
  • De Leo
  • Vellucci
  • Andreotti
  • Leone
  • Chelini
  • Boschetti
  • Cacciatore
  • Abete
  • Ward
  • Crepet
  • Catizone
  • Quarta
  • Gelisio
  • Meoli
  • Bonanni
  • Valorzi
  • Del Sorbo
  • Liguori
  • De Luca
  • Buzzatti
  • Alemanno
  • Romano
  • Mazzone
  • Rossetto
  • Miraglia
  • Pasquino
  • Falco
  • Grassotti
  • Bonetti
  • Scorza
  • Rinaldi
  • Russo
  • Tassone
  • Romano
  • Quaglia
  • Dalia

Bonus 100 euro in busta paga: a chi spetta, requisiti e come richiederlo

Aniello Ianniello 26 Gennaio 2021

Come funziona il bonus 100 euro 2021: come funziona, a chi spetta, i requisiti per ottenerlo e reddito minimo per inoltrare la domanda.

Tra i numerosi aiuti economici previsti nella Legge di Bilancio rientra il bonus 100 euro 2021. La misura economica è un’ integrazione al reddito concessa ad alcune categorie di lavoratori. L’incentivo economico dei 100 euro è riconosciuto sia a lavoratori privati, ma anche al personale pubblico. Il nuovo premio sostituisce il credito fiscale da 80 euro previsto dal Governo Renzi.

Tutti coloro che possiedono un reddito minimo inferiore a 28.000 euro saranno beneficiari dell’agevolazione e riceveranno 100 euro direttamente in busta paga per un totale di 1200 euro annui. Invece, per tutti coloro che hanno un reddito compreso tra 28000 euro e 40000 euro è previsto un aiuto ridotto.

Esclusi dall’incentivo fiscale i lavoratori che percepiscono un reddito superiore ai 40.000 euro annui. Il taglio del cuneo fiscale per i redditi fino a 28.000 euro mira a stabilizzare la misura del provvedimento che già dal 2020 è andato a sostituire il famoso “bonus di 80 euro” promosso dal Governo Renzi. Sono stati stanziati circa 7 miliardi, da parte del Governo, da destinare al taglio del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti che dal 2021 diverrà stabile.

Bonus 100 euro in busta paga: a chi spetta e quali sono i requisiti INPS per richiederlo, limiti reddito

Del bonus da 100 euro tabella e grafico danno una chiara idea dell’aumento del compenso mensile per i dipendenti e i lavoratori. Infatti, il taglio del cuneo fiscale, che per un errore nella Legge di Bilancio, era stato dimezzato: le risorse indirizzate all’aumento degli stipendi erano la metà di quelle necessarie. La misura, però, resterà invariata nel 2021 grazie a un decreto correttivo alla Manovra, approvato dal Consiglio dei ministri. Decisivo l’intervento del Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.

A chi spetta e quali sono i requisiti per ricevere il bonus dei 100 euro in busta paga? I beneficiari dell’aiuto economico sono coloro che rispettano le seguenti caratteristiche:

  • avere un reddito complessivo non superiore a 28.000 euro annui;
  • essere un lavoratore che percepisce un reddito di lavoro dipendente di cui all’articolo 49, comma 1 e comma 2, lett. b), del TUIR
  • percepire un reddito assimilato a quello di lavoro dipendente, di cui al comma 1 dell’articolo 50, del TUIR. In tale categoria rientra chi lavora in società cooperative, chi percepisce somme a titolo di borsa di studio o di assegno e i lavoratori Co.Co.Co.

Non hanno diritto all’integrazione al reddito le seguenti categorie di soggetti:

  • coloro che percepiscono i redditi da pensione;
  • titolari di redditi professionali;
  • titolari di redditi prodotti da titolari di partita IVA in forma autonoma o di impresa.

Come fare domanda per avere il bonus 100 euro in busta paga

In una circolare l’INPS ha precisato che per accedere all’agevolazione non occorre fare domanda. L’aiuto economico di 100 euro mensili, infatti, viene riconosciuto in via automatica agli aventi diritto dai sostituti di imposta. Pertanto l’accredito avviene direttamente sullo stipendio.

In definitiva, per beneficiare dell’incentivo non occorrono domande sul sito Inps. Saranno i datori di lavoro a corrispondere l’incentivo direttamente in busta paga. Non a caso la misura economica agisce, sostituisce e amplia il vecchio taglio del cuneo fiscale da 80 euro mensili indetto dall’ex premier Renzi.

© Riproduzione Riservata
avatar Aniello Ianniello Ha 24 anni ed è neolaureato in Consulenza e Management Aziendale con il massimo dei voti. Ha passioni contrapposte, ma conciliabili: da una parte arde il fuoco verso i temi politici e l'economia, dall'altra parte è evidente un crescente interesse verso la musica e lo spettacolo. Ama definirsi un cittadino del mondo globalizzato e tecnologico, dove non esistono barriere culturali e sociali. Leggi tutto