• Mazzone
  • Algeri
  • Ward
  • Coniglio
  • Carfagna
  • Baietti
  • De Luca
  • Cocchi
  • Boschetti
  • Buzzatti
  • Dalia
  • Rossetto
  • Rinaldi
  • Alemanno
  • Napolitani
  • Bruzzone
  • Paleari
  • Romano
  • Catizone
  • Romano
  • Quaglia
  • Califano
  • Scorza
  • Bonanni
  • Grassotti
  • Valorzi
  • Santaniello
  • Pasquino
  • Barnaba
  • De Leo
  • Falco
  • Andreotti
  • Miraglia
  • Crepet
  • Chelini
  • Gnudi
  • Meoli
  • Liguori
  • Tassone
  • Quarta
  • di Geso
  • Leone
  • Gelisio
  • Cacciatore
  • Bonetti
  • Casciello

Chi è Sandra Amurri: età, marito, figli, libri e contatti e libri

Francesca Di Stasio 21 Marzo 2021

La vediamo spesso ospite e opinionista a Non è L'Arena, chi è Sandra Amurri, biografia, età, famiglia, marito, figli, vita privata, carriera, inchieste e libri della giornalista.

Giornalista professionista dal 1991, ha scritto per diversi quotidiani e settimanali prima di diventare una firma de Il Fatto Quotidiano.

Nel corso degli anni ha realizzato inchieste importanti occupandosi di mafia, politica e malaffare.

Ospite di diverse trasmissioni, opinionista a Non è L’Arena su La7, non è mancata una breve parentesi in politica.

Tante le interviste esclusive tra cui a Madre Teresa di Calcutta, a Hugo Chavez e a Yasser Arafat.

Consulente della Fondazione Francesca Morvillo e Giovanni Falcone, ha scritto il libro “L’Albero Falcone” ed ha realizzato lo speciale: storia di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino.

La sua partecipazione a Non è L’Arena in passato, non è piaciuta al direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio, con cui ebbe un acceso dibattito.

Ma a dirci di lei, non saranno solo i fatti quali il veto di Marco Travaglio, Sandra Amurri chi è oggi, quanti anni ha, con chi è sposata, marito, figli e vita privata, sarà la sua biografia a dircelo.

Chi è Sandra Amurri: biografia, curriculum, età, origini, vita privata, marito e figli della giornalista

Per scrivere una biografia e sapere chi è Sandra Amurri, Facebook, Instagram e Twitter, ci saranno d’aiuto per scoprire innanzitutto, marito, figli e vita privata della giornalista.

E’ nata ad Ascoli Piceno il 16 settembre 1957. Ha 64 anni ed è del segno zodiacale della Vergine. Porta spesso capelli biondi e ha occhi chiari. Cambia spesso montatura di occhiali, indossandone spesso forme particolari e originali.

Su Instagram, il profilo è privato. Nella bio ha scritto: “Giornalista…non lo spegni il mare quando brucia nella notte…senza umanità è un inganno”. Su Facebook ha più di 10 mila followers. Qui condivide il suo lavoro e i suoi pensieri.

Tra gli altri libri, ha scritto “L’Albero Falcone”, libro acquistato dal Ministero di Grazia e Giustizia e dal Ministero della Pubblica Istruzione e distribuito nelle biblioteche delle scuole italiane.

Ha scritto il capitolo “Confesso che ho creduto” nel libro “Io Gioco Pulito” di Antonio Padellaro. Ha realizzato due speciali: storia di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino e storia della Camera dei Deputati.

Come relatrice ha partecipato ad alcuni vertici nazionali antimafia della Fondazione Antonino Caponnetto e inoltre fa parte del comitato scientifico “Progetto Legalità”.

Nel corso della sua carriera da giornalista non sono mancati alcuni problemi giudiziari che l’hanno coinvolta. Nel giugno del 2017 il Tribunale di Palermo la condanna a risarcire per diffamazione l’ex governatore Salvatore Cuffaro.

Per quanto riguarda la vita privata, non si sa chi sia il marito di Sandra Amurri, ne tanto meno se abbia figli, dai profili, social come Facebook e Instagram, nessuna notizia sulla sua vita sentimentale.

La giornalista Amurri da Travaglio a Giletti: cosa è successo

Chi la conosce la associa al programma di Giletti Non è L’Arena, per il quale si è accesa un grosso dibattito con il direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio, Sandra Amurri chi è oggi lo sappiamo anche per via di queste notizie. Ma non tutti sanno cosa è successo veramente.

Giornalista esperta in antimafia siciliana era stata invitata da Massimo Giletti nella puntata in cui si parlava del caso Alfonso Bonafede–Nino Di Matteo.

Il direttore Travaglio negò alla Amurri di parlare del caso Bonafede e quindi di partecipare alla trasmissione. La notizia fu data dalla stessa giornalista, con un post pubblicato sul suo profilo Facebook.

Scrisse: “Domenica dalle ore 22 sarò ospite a Non è l’arena con me fra gli altri il Consigliere del CSM Sebastiano Ardita, Luigi De Magistris…. Preciso che parteciperò a titolo personale in quanto non sono stata autorizzata dal direttore a partecipare in qualità di caposervizio-inviato del Fatto. Se avete impegni, rimandateli”.

Fu lei stessa a dichiarare che non era stata licenziata da Il Fatto Quotidiano, ne tanto meno era andata in pensione, ma semplicemente era inattiva, non scriveva. Alcuni giornali si posero anche la domanda se si trattasse di mobbing o meno.

Inchieste e programmi, chi è Sandra Amurri giornalista

Non solo giornalista Sandra Amurri chi è oggi, lo deve non solo a inchieste sulla mafia e il malaffare, ma anche a diversi libri che ha scritto.

Ripercorriamo ora la carriera da giornalista e scrittrice attraverso le varie inchieste e quotidiani per cui ha scritto.

E’ iscritta all’ordine dei giornalisti professionisti dal 15 gennaio 1991. Ha iniziato scrivendo sul mensile Historia.

Successivamente è passata ad EpocaPanoramaSetteCorriere della SeraLa Repubblica ed infine l’Unità dove è rimasta otto anni. Da settembre 2009 è caposervizio-inviato de Il Fatto Quotidiano.

Da giornalista si è occupata di inchieste sul narcotraffico in Colombia, sugli intrecci tra mafia, politica e appalti, sull’Anas e sulle Ferrovie.

Ha intervistato: Madre Teresa di Calcutta, il capo dell’Fbi Louis Free, Ninetta Bagarella-Riina, Yasser Arafat, il giurista Giuseppe Dossetti, il presidente del Venezuela Hugo Chavez.

È stata ospite di diverse trasmissioni sulla RAI. Ha realizzato assieme al collega Francesco La Licata de La Stampa speciali per Rai 2.

Non è mancata poi una breve parentesi politica quando alle elezioni politiche del 2013 si è candidata al Senato nella lista Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia, ma non è stata eletta.

Anagrafica Principale
Giornalista professionista dal 1991, ha scritto per diversi quotidiani e settimanali prima di diventare una firma de Il Fatto Quotidiano. Nel corso degli anni ha realizzato inchieste importanti occupandosi di mafia, politica e malaffare. Ospite di diverse trasmissioni, opinionista a Non è L'Arena su La7, non è mancata una breve parentesi in politica.
Nome e CognomeSandra Amurri
Data di nascita16/09/1957
Luogo di nascitaAscoli Piceno
ProfessioneGiornalista
Anagrafica Principale
Giornalista professionista dal 1991, ha scritto per diversi quotidiani e settimanali prima di diventare una firma de Il Fatto Quotidiano. Nel corso degli anni ha realizzato inchieste importanti occupandosi di mafia, politica e malaffare. Ospite di diverse trasmissioni, opinionista a Non è L'Arena su La7, non è mancata una breve parentesi in politica.
Nome e CognomeSandra Amurri
Data di nascita16/09/1957
Luogo di nascitaAscoli Piceno
ProfessioneGiornalista
© Riproduzione Riservata
Francesca Di Stasio Ho una laurea in Lingue e Culture straniere e una passione per la scrittura che coltivo da diversi anni. Amo imprimere idee, eventi, storie non solo sulla pagina ma anche attraverso la fotografia. Sono un'esploratrice appassionata di luoghi, culture e tradizioni. Vado alla scoperta di nuovi sapori e io stessa mi diletto in cucina nella creazione di piatti originali. Adoro viaggiare. Credo che i viaggi e le nuove esperienze siano una fonte preziosa di arricchimento personale. Impegno e dedizione mi contraddistinguono. I miei interessi spaziano ​dalla cultura allo spettacolo, dall'attualità alla musica. Con minuziosità e accuratezza sono alla costante ricerca di informazioni, fatti, avvenimenti, curiosità da trasmettere ai lettori. Per il Portale Controcampus curo la rubrica "Il Personaggio." Ritratti e biografie di personaggi noti. Una lente di ingrandimento sulla loro vita alla ricerca di segreti inconfessati e lati nascosti senza tralasciare alcun dettaglio e lasciando emergere, attraverso la scrittura, solo ciò che è autentico e veritiero. Leggi tutto