• Algeri
  • Grassotti
  • Gelisio
  • Liguori
  • Catizone
  • Crepet
  • Santaniello
  • Bonanni
  • Romano
  • Coniglio
  • Califano
  • di Geso
  • Falco
  • Scorza
  • Cacciatore
  • Buzzatti
  • Andreotti
  • Bonetti
  • Rossetto
  • Cocchi
  • Baietti
  • Tassone
  • Boschetti
  • Chelini
  • Bruzzone
  • Miraglia
  • Valorzi
  • Dalia
  • Paleari
  • Ward
  • De Luca
  • Pasquino
  • Romano
  • Quaglia
  • Ferrante
  • De Leo
  • Quarta
  • Meoli
  • Gnudi
  • Carfagna
  • Napolitani
  • Barnaba
  • Casciello
  • Rinaldi
  • Alemanno
  • Leone
  • Mazzone

Chi è Ritanna Armeni: biografia, età, marito, figlia e libri

Antonella Acernese 15 Giugno 2021
A. A.
02/08/2021

L'abbiamo vista a Non è L'Arena e Otto e Mezzo, chi è Ritanna Armeni, biografia, data di nascita, età, vita privata, marito, figlia, libri e orientamento politico.

Giornalista, saggista e conduttrice televisiva italiana. Si definisce una femminista: “Il femminismo ci dona la felicità, è la ricerca di se stessi e il coraggio di essere con se stesse.”

Diviene giornalista professionista nel 1976. Esordisce come redattrice a Noi Donne e collabora alla nascita de Il Manifesto.

Vanta diversi incarichi giornalistici, nella redazione de Il Mondo, vari telegiornali e radiogiornali Rai, Rassegna Sindacale, Rinascita e L’Unità, dove vi rimane dal 1990 al 1998.

Nel 1998 è portavoce del segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti. Dal 2004 al 2008 conduce su la7 il programma Otto e Mezzo insieme a Giuliano Ferrara.

Viene alla cronaca per una violenta lite con Marco Travaglio, nel 2005, in seguito alla partecipazione della giornalista e di Giuliano Ferrara ad una puntata di Otto e Mezzo.

E’ autrice di diversi libri, tra i quali Di questo amore non si deve sapere, che ha vinto il premio Comisso nel 2015. Ultimo romanzo pubblicato nel 2021 è Per strada è la felicità, ambientato nella Roma del ’68, travolta dal movimento del femminismo.

Ma a parlarci di lei non saranno solo i suoi libri, Ritanna Armeni chi è, quanti anni ha, vita privata, laurea, marito, figlia e orientamento politico, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Ritanna Armeni: biografia, data di nascita, età, marito, figlia, vita privata e orientamento politico

Per scrivere una biografia e sapere chi è Ritanna Armeni, libri, interviste e apparizioni in programmi tv, ci saranno utili per scoprire età, vita privata, marito, figlia, origini, laurea e orientamento politico della giornalista.

Nata a Brindisi il 12 Luglio 1947, sotto il segno zodiacale del Cancro. Della sua infanzia si sa poco. Viene da una famiglia piccolo-borghese. Il padre è socialista, proprietario di una sartoria. Sicuramente eredita dai genitori l’amore per la realtà socio-politica, così come la lunga e faticosa battaglia contro le costrizioni imposte dalla dominante cultura maschilista sulle donne.

Donna dall’aspetto distinto e curato, preparata ed elegante in ogni sua apparizione. Non si conosce né il suo peso né la sua altezza. Fisico longilineo, capelli mossi lunghi fino alle spalle, ben acconciati, spesso presenta un filo di trucco sugli occhi ed un rossetto sulle labbra. Indossa occhiali dalla montatura nera spessa, ed accessori di perle, collane ed orecchini.

Sin da giovane mostra di essere appassionata alla realtà del suo tempo. Consegue la maturità classica e  si trasferisce a Roma per l‘Università. Diventa giornalista pubblicista nel 1976 ed inizia così la sua carriera. E’ profondamente interessata alle tematiche femministe, discutendo spesso delle battaglie combattute dalle donne per raggiungere pari diritti in un mondo dominato dal maschilismo. Lo ha fatto anche sul caso della scomparsa della giovane pakistana Saman, “Non abbiamo detto nulla…” – Ha dichiarato -.

Dello stipendio di Ritanna Armeni, sappiamo che ai suoi esordi come collaboratrice a Il Manifesto, riceveva 70 mila lire al mese,meno dell’operaio metalmeccanico di terzo livello“.

Della sua vita privata sappiamo che la giornalista ha rivelato che il suo primo amore è stato il professore di filosofia al liceo, con il quale ha avuto una relazione, finita quando si è trasferita a Roma.

E’ sposata, il marito di Ritanna Armeni è Sergio Rovetta, un medico, hanno una figlia, Marta, ricercatrice di Filologia all’Università e madre di due bambini. I due si sono conosciuti da giovanissimi, nel ’68. Convolano a nozze nel 1970

Formazione, Laurea della Armeni e orientamento politico

Molti la conoscono per le sue apparizioni in tv come giornalista, Ritanna Armeni chi è oggi, i suoi esordi e la sua formazione e titoli di studio, non tutti li conoscono. Ripercorriamo le tappe della sua carriera.

Dopo la maturità classica i genitori insistono per mandarla all’Università a Bari o Lecce, ma alla fine riesce a trasferirsi a Roma ed inseguire i suoi sogni. Non sappiamo però quale facoltà abbia frequentato nella capitale. Diventa pubblicista nel 1976.

Inizia la sua carriera come redattrice al periodico Noi Donne. Collabora alla nascita de Il Manifesto, che poi abbandona. Per un anno lavora a Pace e Guerra, giornale creato da coloro che avevano lasciato il Manifesto.

Collabora in seguito a Il Mondo, ai Tg, ai Gr, a Rassegna Sindacale. Lavora per quattro anni  in un’agenzia confindustrial-democristiana, l’Asca. In seguito, lavora per un anno nella redazione di Rinascita, chiamata dall’amica Franca Chiaromonte.

Dal 1990 al 1998 è giornalista de L‘Unità e al contempo diviene portavoce del segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti, al quale è legata da una profonda amicizia.

Collabora con il Corriere della Sera Magazine e con il quotidiano di Rifondazione Comunista, Liberazione. Atualmente scrive per l’Osservatore romano, Il Foglio, Rocca.

Per quanto riguarda l’orientamento politico di Ritanna Armeni, sappiamo che in gioventù fu simpatizzante della formazione extraparlamentare Potere Operaio. Si definisce “operaista”, di sinistra. Definisce la politica “una droga”. “Non ho mai conosciuto un parlamentare che accettasse di perdere status, soldi, privilegi“, rivela nell’intervista.

Libri di Ritanna Armeni, chi è la scrittrice nelle sue frasi e pagine

Non solo per aver condotto Otto e Mezzo, Ritanna Armeni chi è come scrittrice, i suoi libri, frasi e citazioni, ci saranno utili per conoscerla meglio.

Autrice di acclamato successo, riceve diversi riconoscimenti nel corso della sua carriera da scrittrice. Pubblica il suo primo libro nel 1980 Noi vivremo del lavoro. Viaggio al tramonto di un mito, ma è con gli ultimi che raggiunge la sua fama.

A partire dal 2015 pubblica Di questo amore non si deve sapere. La storia di Inessa e Lenin. Nel 2018 Una donna può tutto. 1941: volano le Streghe della notte; Marina (2018) ; Mara. Una donna del Novecento (2020); Per strada è la felicità (2021).

Nei suoi libri affronta la dimensione femminile della storia, racconti di emancipazione nell’epoca fascista, negli anni 70, fino ad arrivare all’attualità.

Ecco alcune citazionie frasi di Ritanna Armeni tratte dai libri:

  • Non c’era più la ragazza fiduciosa che contava su una robusta rete di protezione. I comportamenti, i gesti, le parole di chi era accorso nella stanza si rivolgevano già a un’altra Mara.
  • Gli impercettibili ma concreti equilibri che regolavano i rapporti, i sentimenti, si erano modificati. La morte rimaneva garbata ma produceva cambiamenti veloci.
  • Abbiamo visto il Duce, innanzitutto, che ha pronunciato un discorso magnifico. È straordinario, forte e buono, il suo volto dà fiducia, quando fa il saluto romano strappa un urlo di gioia. Il grido «Duce, Duce» viene proprio dal cuore.
  • Quelli prima di addormentarmi, quando la giornata è finita, sono momenti belli. Nessuno interrompe il flusso dei pensieri che si muovono liberamente e, lasciati vagare dove vogliono, si alzano in volo, a volte mi stupiscono, a volte vorrei fermarli, spesso mi regalano momenti di gioia.
  • Il Duce ha dimostrato ancora una volta di meritare la nostra fiducia e il nostro amore. Sì proprio l’amore. Non si può non avere trasporto e un sentimento intenso di devozione per chi ci protegge, ci guida e ha così a cuore il nostro benessere e la nostra felicità.
  • Non c’è certo bisogno di cattive notizie quando la vita è dura e comincia a essere scarso persino il pane. Per questo i giornali dicono solo una parte della verità
Anagrafica Principale
Nata a Brindisi il 12 Luglio 1947. Consegue la maturità classica e  si trasferisce a Roma per l'Università. Diventa giornalista pubblicista nel 1976. Vanta diversi incarichi giornalistici, nella redazione de Il Mondo, vari telegiornali e radiogiornali Rai, Rassegna Sindacale, Rinascita e L'Unità, dove vi rimane dal 1990 al 1998. Nel 1998 è portavoce del segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti. Dal 2004 al 2008 conduce su la7 il programma Otto e Mezzo. E' autrice di diversi libri, tra i quali Di questo amore non si deve sapere, che ha vinto il premio Comisso nel 2015.
Nome e CognomeRitanna Armeni
Data di nascita12/07/1947
Luogo di nascitabrindisi
Professionegiornalista, saggista, conduttrice tv
Anagrafica Principale
Nata a Brindisi il 12 Luglio 1947. Consegue la maturità classica e  si trasferisce a Roma per l'Università. Diventa giornalista pubblicista nel 1976. Vanta diversi incarichi giornalistici, nella redazione de Il Mondo, vari telegiornali e radiogiornali Rai, Rassegna Sindacale, Rinascita e L'Unità, dove vi rimane dal 1990 al 1998. Nel 1998 è portavoce del segretario di Rifondazione comunista Fausto Bertinotti. Dal 2004 al 2008 conduce su la7 il programma Otto e Mezzo. E' autrice di diversi libri, tra i quali Di questo amore non si deve sapere, che ha vinto il premio Comisso nel 2015.
Nome e CognomeRitanna Armeni
Data di nascita12/07/1947
Luogo di nascitabrindisi
Professionegiornalista, saggista, conduttrice tv
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto